Il responsabile sport di TicketOne: «Nessun cambio nominativo, non esiste bagarinaggio a Napoli»

Amadeo Bardelli a Radio Crc: «Chi vende online commette una truffa, il Napoli ha sconfitto il bagarinaggio. L’invito è quello di comprare solo da canali ufficiali».

Il responsabile sport di TicketOne: «Nessun cambio nominativo, non esiste bagarinaggio a Napoli»

L’intervista a Radio Crc

Napoli-Real Madrid, puntata 561. In pochi giorni, si è parlato in tutti i modi possibili dei biglietti di questa partita. Polemiche, siti secondari, terminali bloccati. Insomma, lo scibile umano per una vendita complessa. Prova a sbrogliare la sutuazione Amedeo Bardelli, responsabile sport di TicketOne. Intervenuto in diretta a Radio Crc, Bardelli ha chiarito alcuni punti relativi al rapporto tra il Napoli e la vendita dei biglietti, di questa e di altre partite. «Spesso si parla senza cognizione di causa. Lavorando con noi, il Napoli non ha mai consentito il cambio nominativo su abbonamenti e biglietti. In questo modo, è praticamente impossibile che il biglietto possa essere rivenduto i un circuito di secondary ticketing. Qualsiasi sito che fa cose del genere truffa chi acquista, si mette nella condizione più grave del reato di bagarinaggio».

Insomma, tanto rumore (e tante polemiche) quasi per nulla. Almeno sul fronte della vendita della vendita dei biglietti, uno dei più caldi dall’inizio di questa vicenda. « I tempi d’acquisto – spiega ancora Bardelli – sono più lunghi rispetto al biglietto di un concerto. Per questo, se il presidente del Codacons mi fa una telefonata io lo invito a Roma per controllare le vendite biglietto per biglietto. Tutto è a disposizione pure della Questura, che da sempre accede ai dati per motivi di ordine pubblico».

Bardelli spiega l’iter della vendita

«È iniziata con la prelazione, che è ancora in corso per gli abbonati. I primi settori messi in vendita sono state le tribune. Finite in un attimo, i posti non erano molti per accordi con gli sponsor e la Uefa. Il Napoli ha deciso di anticipare la vendita di altri settori proprio perché c’era tanta richiesta da soddisfare.  Quando la richiesta è enorme ci sono degli scontenti, è normale. Ma noi non abbiamo avuto alcun problema tecnico. Se l’avvocato Pisani, ad esempio, dice che delle rivendite hanno chiuso l’esercizio, deve fare una denuncia. A quel punto, noi possiamo stabilire che un determinato biglietto sia stato stampato da una ricevitoria che risultava invece chiusa. Noi abbiamo l’orario di emissione, il luogo d’emissione, nome e cognome e data di nascita, in alcuni casi se acquistato con tessera anche il codice tessera. Noi sappiamo tutto».

Sul secondary ticketing: «Molti siti non hanno i biglietti, altri ne vendono in quantità minima spiegare come e cosa. È tutto molto ridotto, ma chi li mette in vendita commette una truffa. Il bagarinaggio è impossibile, i biglietti sono nominali e serve un documento corrispondente al nome sul ticket all’ingresso dello stadio. Se c’è un vanto, per la Ssc Napoli, è quello di aver sconfitto il bagarinaggio. L’invito è di non comprare fuori da canali ufficiali ed il Napoli comunicherà lo stesso».

Sulle ultime disponibilità: «Non c’è ancora il sold-out, il Napoli spera di liberare posti sponsor, ma i biglietti sono finiti. Capisco il sentimento del tifoso, ma il Codacons deve chiamarmi se vuole parlare ed informarsi, io sono ben felice. Noi siamo i primi nemici del secondary ticketing».

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
TERMINI E CONDIZIONI
  • luigio

    Volevo raccontare la mia forse fortunosa esperienza di acquisto del biglietto Napoli Real Madrid senza aver fatto ore di fila e faticato più di tanto per una partita così importante. La mattina del 2 gennaio poco prima delle 12 passo curioso davanti al box office per tentare un improbabile acquisto visto le premesse e per quello che dicevano i giornali e i diversi siti di sport. Il box office mi dà un numero (molto alto) per il possibile acquisto, lo conservo e me ne torno a casa consapevole che l’acquisto dell’anello superiore della curva sarebbe stata una probabilmente una chimera. Abitando vicino, torno al box office e scopro che alle 16 erano disponibili solo i biglietti delle curve e distinti anello inferiore. Deluso senza però perdere le speranze ritorno a casa conservo comunque il bigliettino di acquisto il cui numero comunque rimaneva ancora molto distante da quello che avevano quelli che in quel momento, pur di vedere la partita prendevano l’anello inferiore. Torno al box office poco prima della chiusura alle 19 i biglietti c’erano ancora ma sempre e solo anello Inferiore e io dovevo ancora attendere ancora una cinquantina di numeri per il mio turno di acquisto. Molti erano andati via delusi ma per fortuna il box office avrebbe continuato la vendita il giorno dopo e chi avrebbe conservato il numero del giorno precedente avrebbe potuto comprare il biglietto tra i primi della giornata. Per mia fortuna molti erano andati via ed io risultavo il tredicesimo della lista ad apertura del negozio il giorno dopo alle 9,30. La mattina del 3, con tutta calma, dopo aver preso un caffè e un cornetto al bar vicino arrivato il mio turno scopro che erano disponibili biglietti di curva anello SUPERIORE!!! nonostante la sera prima tutti i siti tv e giornali parlavano di biglietti quasi esauriti. Mai biglietto di una partita del Napoli così importante è stato facile come quella del 7 marzo, anche se non riesco a spiegarmi come sia stato possibile che alle 16 del 2 gennaio erano esauriti i biglietti per l’anello superiore e il giorno dopo io ho avuto la fortuna di comprarlo, per me … meglio così…… FORZANAPOLISEMPRE

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per la pubblicità e alcuni servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Cliccando su “Accetto”, scollando o cliccando qualunque elemento di questa pagina acconsenti all’uso dei cookie.