ilNapolista

Mura: l’Atalanta è il trionfo dell’uomo che gioca

Su Repubblica scrive che la squadra di Gasperini è felicemente operaia e che, insieme alla Lazio, gioca il calcio più europeo in Italia

Mura: l’Atalanta è il trionfo dell’uomo che gioca

“Affascinante. Bellissima. Coraggiosa. Dirompente.Energica. Forte. Gigantesca. Incredibile. Luminosa. Micidiale. Navigata. Orgogliosa. Pungente. Quadrata. Reattiva. Splendida. Travolgente. Unita. Valorosa.
Zampillante”.

Sono gli aggettivi con cui Gianni Mura, su Repubblica, descrive l’Atalanta fresca di passaggio di turno in Champions. Anche fortunata, visto che ci è riuscita con soli 7 punti.

Dopo tre partite la squadra di Gasperini era ancora a quota zero, ma ha giocato le ultime tre con la forza della disperazione e della consapevolezza.

“Questa è una squadra felicemente operaia”.

In Europa, questa squadra di provincia stupisce per il modo in cui gioca.

“Incarna lo spirito più antico del calcio”.

Basta guardare i nomi di chi ha segnato. Per Castagne, Pasalic e Gosens non c’è coda al Fantacalcio, scrive Mura.

“Sono arrivati da perfetti sconosciuti in una squadra che cresceva e li ha fatti crescere. Merito di un bravo allenatore, di un club che sa come muoversi tra sogni e realtà. Il calcio più europeo in Italia lo giocano Lazio e Atalanta. A rapide ondate. Gasperini sta rivalutando il gioco a uomo. L’Atalanta è il trionfo dell’uomo che gioca. Arrivati fin qui, avanti dritto”.

ilnapolista © riproduzione riservata