La tecnologia che aiuta a risolvere il problema del razzismo negli stadi

Le telecamere multifocali negli stadi europei sono largamente utilizzate e permettono il riconoscimento facciale delle persone sugli spalti

La tecnologia che aiuta a risolvere il problema del razzismo negli stadi

Così riporta SkySport il modo per combattere o almeno punire i fenomeni di razzismo negli stadi c’è. Si tratta delle telecamere multifocali di ultimissima generazione,una tecnologia che permettono di controllare nel dettaglio il pubblico presente sigli spalti. In Italia sono installate a Torino all’Allianz Stadium, a Reggio Emilia e a Udine. Molti di più, invece, in Europa gli stadi dotati di impianti che consentono di rivedere subito il filmato e ingrandire la zona da controllare e permettendo il riconoscimento facciale senza margine di errore, anche se il oggetto ha il viso parzialmente coperto. In Europa queste “super telecamere” sono gestite direttamente dalle società proprietarie dello stadio (per esempio Bayern Monaco, Borussia Dortmund e Arsenal) e utilizzate dall’equivalente italiano del Gos, il Gruppo Operativo Sicurezza, che coordina tutti gli aspetti legati alla security. Le forze dell’ordine hanno disposizione in tempo reale le immagini e una volta visionato il filmato possono intervenire oppure avere materiale per indagini.

ilnapolista © riproduzione riservata