De Laurentiis: «La prossima sarà un’estate ancelottiana, due-tre cambi importanti»

«Hamsik è andato. Non c’è bisogno di premi per i calciatori, guadagnano già tanto. Fa piacere vedere tanti tifosi qui a Zurigo»

De Laurentiis: «La prossima sarà un’estate ancelottiana, due-tre cambi importanti»

A Zurigo

Aurelio De Laurentiis, a Zurigo col Napoli, ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti. Ha confermato che si è chiusa la trattativa per Hamsik al Dalian.

«Hamsik? È andato, la lettera di credito è a posto, abbiamo controllato tutto. Lo abbiamo tenuto stretto tutti questi anni, lo voleva l’Inter, lo voleva il Milan, lo voleva la Juventus. Poi, quando mi ha parlato della Cina, gli ho detto che lo comprendevo ma c’era un nuovo allenatore e dovevo capire come si sarebbe organizzato».

«Insigne è sempre stato molto responsabile, è un napoletano che tiene alla maglia. La squadra è squadra, devo ringraziare Ancelotti  per aver fatto giocare tutti, così ha capito quale lavoro fare questa estate. La prossima sarà un estate ancelottiana, ci saranno due-tre cambi importanti».

«Non c’è bisogno di premi per i calciatori»

«L’Europa League è diventato un torneo più importante. La Uefa ha capito che non esiste solo la Champions. Ai calciatori non serve un premio economico. Sapete quanto guadagnano i nostri ragazzi? Vincere è anche nel loro interesse, nel Napoli c’è gente che guadagna 12 milioni lordi a stagione, e c’è bisogno di incentivi?

Pochi tifosi al San Paolo? È un discorso molto lungo. Fa piacere che ci sono tanti tifosi qui a Zurigo, le indagini Nielsen ci dicono che siamo 40 milioni nel mondo, un giorno vi consegneremo la mappatura».

ilnapolista © riproduzione riservata