La regressione di Hysaj, quando le voci di mercato tolgono tranquillità

Anche ieri sera una prestazione negativa, con errori che potevano costare caro. Il chiarimento in settimana non ha avuto gli effetti sperati

La regressione di Hysaj, quando le voci di mercato tolgono tranquillità

La protesta del manager

«Magari è una fase transitoria, ma ogni allenatore fa le sue scelte e se Hysaj è diventata la quarta scelta ce lo comunichino. Se sarà una fase transitoria di qua a poco ritroveremo Hysaj di nuovo titolare o comunque più continuo nelle prestazioni, altrimenti chiederemo la cessione a gennaio». Le parole di Mario Giuffredi, procuratore di Elseid Hysaj, sono lì stampate come pietre e soprattutto registrate ai microfoni delle radio napoletane. E ancora. «I fatti dicono che nelle ultime quattro gare ne ha giocata solo una, probabilmente non è più importante per Ancelotti. Se non lo reputasse più un titolare, se c’è da togliere il disturbo lo faremo. In estate poteva andare con Sarri al Chelsea».

Insufficiente con il Sassuolo

Ma la partita di ieri, contro il Sassuolo, certo non ha aiutato l’esterno basso albanese. Evidenti le chiacchiere di mercato che lo hanno condizionato. Primo tempo da dimenticare. Pronti, via e serve Berardi al limite con un rinvio sciagurato. Commette un errore identico in occasione del gol di Locatelli poi cancellato dalla Var. Nella ripresa svolge il compitino. Decisamente troppo poco per un giocatore che con il Napoli ha conquistato la maglia della Nazionale e poi è sceso via via di prestazione. Hysaj ha giocato una partita da titolare nelle ultime tra campionato e Champions League ed è rientrato da titolare in Coppa Italia. Ha saltato le sfide più importanti, contro Liverpool, e Inter retrocedendo nelle gerarchie. Ancelotti gli preferisce ora Malcuit quando si tratta di spingere, ora Maksimovic se serve più fisicità in difesa, Ghoulam per spingere sulla fascia.

In settimana c’è stato il chiarimento tra Ancelotti, il manager e Giuntoli. Il tecnico lo ha detto anche ieri sera in conferenza stampa. Eppure non è parso affatto più sereno in campo, anzi. Hysaj continua a non trovare una propria collocazione in questo Napoli e Sarri sembra fare l’occhiolino dal Chelsea.

Il valore di mercato

Sembra, perché a detta di radiomercato, prima o poi tutti i giocatori partenopei (e non solo) dovrebbero finire alla corte di Abramovich. Perché, non si sa. L’eventuale cessione porterebbe una plusvalenza enorme visto che è arrivato nel 2015 dall’Empoli a 5 milioni di euro, la sua valutazione è di 50 milioni, la possibile cessione si attesta sui 30 milioni. L’impressione è che il giocatore non partirà e i mal di pancia continueranno.

ilnapolista © riproduzione riservata