La Juventus soffre a Empoli, poi Calvarese e Cristiano Ronaldo la raddrizzano e vince 2-1

Rigore generoso sull’1-0 per i toscani. Lo scorso anno Calvarese non vide il mani di Bernardeschi a Cagliari. Poi una prodezza di Ronaldo

La Juventus soffre a Empoli, poi Calvarese e Cristiano Ronaldo la raddrizzano e vince 2-1

Quando le cose vanno male

Quando le cose vanno male, arriva l’aiuto. È successo anche stasera alla Juventus che è sotto di un gol a Empoli quando, al decimo della ripresa, l’arbitro Calvarese fischia un rigore a dir poco generoso alla Juventus: Dybala stramazza in area dopo essersi frapposto tra il pallone e l’ottimo quanto ingenuo Bennacer. Ci pensa Cristiano Ronaldo a realizzarlo e a pareggiare il gol di Caputo nel primo tempo. Calvarese è lo stesso arbitro che lo scorso anno non vice il fallo di mani di Bernardeschi in Cagliari-Juventus.

Passa un quarto d’ora e il portoghese segna un gol splendido con una sassata da 25 metri, su cui nulla può il portiere Provedel alla seconda presenza in Serie A. È finita 2-1 per la Juventus che ha battuto l’Empoli.

La Juve se l’è vista brutta nel primo tempo

Ma la squadra di Allegri se l’è vista brutta dopo un primo tempo ben giocato dalla squadra di Andreazzoli. L’Empoli ha mostrato una buona tenuta del campo, palleggio, verticalizzazioni. Su una ripartenza, al 28esimo, sgroppata sulla destra di Acqua, cross al centro, la palla finisce sul sinistro di Caputo che tira una mazzata imparabile per Andreazzoli. Caputo da Altamura, al quarto gol quest’anno in Serie A dopo una lunga militanza in Serie B (e una mezza in stagione in A col Bari nel 2010, con un gol).

La Juventus si riporta a più sette sul Napoli in attesa di Napoli-Roma di domani sera.

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata