Jorginho, Hamsik e quelli che hanno scambiato il Napoli per la Caritas

In qualsiasi altro luogo sarebbe una discussione da Tso, a Napoli acquista dignità di dibattito. Con calciatori miliardari trasformati in prigionieri

Jorginho, Hamsik e quelli che hanno scambiato il Napoli per la Caritas

Cacc’e sorde

Noi lo ripetiamo da tempo: Napoli è una città che fa fatica a concepire l’abc del capitalismo, l’economia di mercato. Ovviamente quando fa comodo. Quando si parla del Calcio Napoli, guidato dal pappone De Laurentiis, si ragiona nel seguente modo: in uscita il club deve sempre far prevalere i sentimenti, altrimenti i poveri tesserati resterebbero a Napoli col broncio e sarebbe ingeneroso; in entrata, viceversa, non bisogna lesinare altrimenti facciamo la solita figura degli accattoni e De Laurentiis deve cacciare i soldi. Che poi è il mantra che avvolge questo Napoli: cacc’e sorde. Tanto sono i suoi.

Altrove interverrebbero col Tso

In particolare in questi giorni stiamo assistendo a un teatrino che in qualsiasi altro contesto sarebbe stato messo a tacere chiamando gli operatori sanitari del Tso (Trattamento sanitario obbligatorio), ma che a Napoli addirittura acquista dignità di dibattito con al centro della discussione nientemeno che le parole gratitudine e libertà. Il tema, già sollevato qualche giorno fa, è appunto la “liberazione” di Marek Hamsik. Che, bontà sua, vuole andare a giocare in Cina per guadagnare 12-13 milioni netti all’anno. E ne abbiamo piacere. Però il capitano vorrebbe che De Laurentiis, il cattivo, abbassasse le sue pretese nei confronti del club orientale. I cinesi non spenderebbero mai trenta milioni per il cartellino dello slovacco – anche perché diventerebbero sessanta con la tassa sul lusso – e quindi Hamsik non potrebbe coronare il suo sogno. Si sono anche visti a cena e i giornali raccontano della delusione di Marek a fine pasto.

La Cina non è il Real Madrid

Non stiamo parlando di una scelta sportiva, del Real Madrid che corteggia Hamsik. Il che non cambierebbe i termini della questione, ma potremmo persino accettare dieci minuti di discussione. Non di più. Stiamo parlando di una scelta di vita rispettabilissima ma basata unicamente sull’aspetto economico. Il calcio cinese non ha nulla di attrattivo dal punto di vista agonistico, è un cimitero degli elefanti. Hamsik vuole ulteriormente arricchirsi – ulteriormente, perché a Napoli in questi anni non ha certo giocato gratis – è una scelta condivisibile; meno condivisibile è l’idea che per far ulteriormente arricchire Hamsik il Napoli debba indebolirsi dal punto di vista economico. A scanso di equivoci, ciò non vuol dire che non ci alziamo in piedi ad applaudire per tutto quel che Hamsik ha fatto con il Napoli e per il Napoli in questi anni.

Il broncio di Jorginho

Da Hamsik a Jorginho. Per lui è in piedi una trattativa tra il Napoli e il Manchester City. Anche qui, ovviamente, c’è un problema di soldi. Il City non va oltre i cinquantacinque milioni, il Napoli pare che ne voglia sessanta. Normalità assoluta per il calciomercato e per il mondo degli affari in generale. Non entriamo nel merito della valutazione. Ieri, però, l’agente del centrocampista ha fatto sapere che, in caso di mancato accordo, l’italo-brasiliano non solo non rinnoverebbe il contratto (e ci sta) ma tornerebbe anche col broncio, insomma ce l’avrebbe col Napoli che gli avrebbe impedito di coronare il sogno di qualsiasi calciatore: giocare con Guardiola.

Che cosa dire? In quel caso, ce ne faremmo una ragione. Conosciamo millemila persone che non sono contente del proprio lavoro e la mattina hanno una mazzata in fronte al pensiero di rivedere le stesse facce, all’elenco aggiungeremmo anche Jorginho che però può sempre contare su qualche zero in più sul conto corrente e quindi ha più carte da giocarsi per farsi eventualmente passare la malinconia.

La clausola di Sarri che però non ha parlato

È come se avessero scambiato il Napoli per la Caritas. Evidentemente, e stranamente, al momento della firma dei contratti De Laurentiis deve dare l’impressione che sia tutto uno scherzo, oppure il pensiero di fondo è che si tratti pur sempre di uno che produce cinepanettoni e che quindi non va preso sul serio.

All’elenco ci sarebbe da aggiungere anche il caso Sarri con la clausola rescissoria di otto milioni. Ma, pur avendo dimenticato l’abc della lotta di classe, il tecnico toscano non ha proferito parola. Non l’ha messa sul sentimentale. Del resto fu anche l’unico che in tempi non sospetti squarciò il velo di ipocrisia e disse: «Col prossimo contratto, vorrei arricchirmi». Guadagnandosi il caloroso elogio del Napolista. Quando ci si espone senza ipocrisia, l’appoggio del Napolista è garantito.

Vorremmo infine ricordare che se oggi sulla panchina del Napoli siede Carlo Ancelotti – che oggi festeggia il suo 59esimo compleanno – è perché De Laurentiis gli ha offerto un lauto ingaggio. Così come Ferlaino lo offrì a Maradona che lo confermò nel film di Kusturica. La poesia nel calcio è fondamentale, basta ricordarsi che è una sovrastruttura. A tal proposito, rimandiamo alla splendida intervista concessa da José Altafini al Corriere della Sera.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Non sono d’accordo.
    Un conto è che la società si faccia rispettare. Tipo: “questi sono i termini, se non ti sta bene te ne vai”.
    Ma trattenere giocatori (e allenatori) scontenti per far vedere “quanto ce l’hai lungo” è sempre un pessimo affare.

    Hamsik è uno che ha dato tutto per il Napoli. Vero, non l’ha fatto gratis, ma poteva tranquillamente andare a guadagnare il doppio.
    Pretendere tanti soldi significa trattenere un giocatore scontento di 31 anni, solo per far vedere che “non fai sconti”.
    Stesso discorso per Sarri.

    Non parlo di sentimenti, sia chiaro.
    È un discorso meramente materialistico e (come dite voi) capitalistico.
    Sarri e Hamsik pesano a bilancio oltre 7 milioni. ADL rinuncia a sgravarsi di 7 milioni (che può reinvestire magari per ritoccare qualche ingaggio) e si tiene in rosa un giocatore simbolo scontento solo per far vedere quanto “ce l’ha lungo”.
    Inoltre i calciatori non vivono su una torre d’avorio: fossi un calciatore, a parità di progetto sportivo e di ingaggio, io non andrei mai al Napoli, se so che poi rischio di essere trattenuto e rischio di perdere occasioni sportive o economiche (non facciamo gli ipocriti: per una frazione di quello che prende Hamsik andremmo tutti in Cina a piedi).

    È per questo che è difficile che un campione affermato decida di andare al Napoli. Non per la città o altri pregiudizi (sai che gli frega a un milionario delle calunnie contro la città di Napoli…), ma per le politiche di ADL (a partire dai diritti d’immagine).

  2. Vero vero, tutto vero. Pero’ De Laurentiis le valutazioni su Hamsik e Jorginho le ha fatte ad minchiam, sono entrambe esagerate, vista l’eta’ dei giocatori e la loro chiara parabola discendente.. Il problema e’ strategico: i giocatori fra di loro parlano e se sanno che la societa’ mettera’ loro i bastoni fra le ruote al momento di andarsene, prima di scegliere il Napoli ci penseranno bene. Poi non lamentatevi se i calciatori a Napoli fanno fatica a venire.

  3. La forza di adl se l è costruita lui con la soliditá economica: a lui se jorginho va o resta non interessa puo permettersi di non venderlo idem per hamsik … ci aono contratti firmati, vorrei essere scontento anch io a 2-3 mln l anno… poi su Sarri mi son già espresso da suo ammiratore : ha sbagliato a nn accettare le offerte di adl, quando era arrivato non era nessuno ora siamo al punto che Ancelotti accetta e lui no…

  4. Questi sono quelli che vanno sotto le curve e baciano la maglia e i tifosi se lo bevono.MERCENARI!!!

  5. Il pezzo sul mattino, a cui fa riferimento quest’articolo, è della ex napolista Anna Trieste. La quale in maniera abbastanza impropria mischia affari e sentimento. In un mondo a cui i sentimenti non possono appartenere.

  6. Luigi Ricciardi 11 giugno 2018, 8:54

    Mah, mi sembrano normali dinamiche di mercato.
    Piu’ semplicemente: per Jorginho siamo alle normali trattative di mercato, per un calciatore che non ha rinnovato e che (pare) non rientrerebbe nel progetto tecnico del nuovo allenatore (sempre sia vero che Ancelotti non gli abbia telefonato, visto che ora il Napoli e’ diviso tra chi ha ricevuto le chiamate e chi no. Scherzando, ma non troppo)
    Entrambi gli elementi (mancato rinnovo e scelte tecniche) rendono un po’ meno forte la posizione del Napoli, ma neanche troppo.
    Sul broncio anche non ne farei una tragedia: si tratta di normali dinamiche di mercato, delle quali anche il Napoli si e’ avvantaggiato nel recente passato: ricordiamoci come e’ arrivato Diawara, per esempio
    Su Hamsik: io non so se abbia chiesto di andare via a zero, ma dubito. Piu’ semplicemente, stara’ chiedendo di poter imbastire una trattativa, che e’ cosa diversa.
    Vedremo.

  7. sono deluso da hamsik, che credevo un puro di cuore.
    a 31 anni, dieci dei quali passati qui, con la possivilità (speriamo) concreta di poter giocare nella formazione più forte della sua carriera, con il record di presenze a portata di mano, sempre e comunque con qualche milione sul conto corrente (non dimentichiamolo), nonostante hamsik abbia finito di essere “hamsik” dopo l’addio di mazzarri (PER ME), tu che fai? decidi di smettere di giocare per andare in cina a guadagnare 30 milioni per 3 anni?
    legittimo, per carità, ma se ti vogliono devono pagare fino all’ultimo centesimo che de laurentiis riterrà opportuno. cose ‘e pazz.

  8. Articolo forzato, fazioso, in malafede che non capisco ma che mi infastidisce perché pretestuoso. Ci rivediamo a settembre.

  9. Alfonso De Vito 10 giugno 2018, 22:11

    Condivido il realismo sul mercato dei calciatori, ma non per Sarri. La situazione dell’allenatore è paradossale. Sarri non era convinto di rinnovare con il Napoli ma aveva un contratto in essere e oggettivamente non ha esercitato la clausola rescissoria che ora è scaduta. E’ il Napoli che pur avendo un allenatore sotto contratto ha deciso di prenderne un altro. Decisione legittima ma a questo punto che senso ha tenere Sarri prigioniero e demansionato? L’allenatore non è come i giocatori, ne puoi avere solo uno in squadra, quindi se hai deciso che non bisognava più aspettare e puntare Ancelotti, il tentativo di speculare sul contratto e sulla appetibilità di Sarri è abbastanza assurdo. Che senso ha chiedere soldi per liberare un allenatore che già hai formalmente accantonato? A maggior ragione se l’effetto è tenere fermo uno degli allenatori più apprezzati a livello internazionale nell’ultimo anno, di conservare un ombra su Ancelotti e continuare a pagarlo. Tutto fa capire che alla fine la società rescinderà e quello che resterà sarà solo il dispetto di fargli perdere occasioni importanti che l’allenatore nato a Bagnoli si è meritato

  10. Corto Maltese 10 giugno 2018, 21:37

    Per quel che riguarda Hamsik e Jorginho la situazione ancora non mi è chiara e, quindi, preferisco non pronunciarmi. Ma per quel che riguarda Sarri, se non ho capito male, la situazione non sembrerebbe come lei la racconta, caro direttore. Entrambi hanno sottoscritto un contratto che prevedeva clausole e termini entro cui esercitarle. Giusto pretendere il pagamento degli otto milioni entro il 31 maggio, ma, altrettanto giusto, sarebbe stato concedere a Sarri il tempo previsto dal contratto (il 31 maggio appunto). Ora se il 23 maggio decidi di assumere un nuovo tecnico, paghi la clausola di 500.000 euro ed esoneri Sarri, lasciandolo libero di accasarsi dove più gli aggrada.

    • Eh no troppo comodo. Prima sei indeciso e poi ti do anche 500.000 € perchè non volevi rimanere? A parte che Sarri al Chelsea non si farà, ma fossi in Sarri ringrazierei ADL perchè non mi ha licenziato e mi deve da qui a due anni 3 Meuro. Anzichè avermi liquidato con 500mila

  11. Pretendere 30 milioni per un centrocampista di 31 anni – e del Napoli poi – non del Real Madrid con un palmares lungo dietro e fino all’anno in corso, è risibile.
    Va bene per i “social”.
    Per prenderli in giro una volta di più, tanto non capiscono.
    Si possono fare puffi contabili per 30 milioni ma allora imbarchi uno da 10 e lo paghi 20.
    Quello sì.

  12. Corto Maltese 10 giugno 2018, 21:05

    Per quel che riguarda Hamsik e Jorginho

  13. Ai cinesi si chiede 30 per chiudere a 15.
    Se chiedi 15 ti danno 5.

  14. Massimilano Gallo si vede che ha una buona percezione del target medio dei suoi lettori per scrivere cose simili.
    Perché non si tratta della Caritas.
    Si tratta di giocatori che ora (GRAZIE A SARRI E A NESSUN ALTRO) valgono tanti soldini.
    E questo anche Gallo lo sa.
    Però hanno stipendi inadeguati visto che Gallo parla di “mercato”.
    Cioè sono SOTTOPAGATI E ANCHE TANTO
    Allora quando hai un giocatore come Jorginho che prende 1,6 milioni e vale una cinquantina di milioni (anzi Adl ne vorrebbe di più) ma prende 1,6 milioni di ingaggio quando un Matuidi, pagato 30 mln e diciamo così che ha già imboccato il “sunset boulevard” ne prende 5 più i premi e cioè almeno 6, e quando abbiamo Hjsay con la “clausola” di 50 milioni ma pagato 1,4 invece che 3 volte tanto, o Koulibaly che ne prenderebbe 5 ovunque e ne prende 2 al Napoli e potrei continuare, Gallo dovrebbe capire che c’è qualcosa che non va nella sua concezione di “mercato”.

    E che piuttosto i calciatori non sono la Caritas e neanche i nipotini di AdL.

    • Giacomo Molea 10 giugno 2018, 21:45

      se nn lo..sottopagava come dicevi tu….e con un contratto regolare di 100 pagine e postille ora avevamo monte ingaggi di 100m ma con i giocatori del sassuolo. Quindi e’ un merito del presidente riuscire a tenere ingaggi bassi e una squadra da primi 4 posti

    • allora mettiamo ordine: chi ha scommesso su sarri? dela
      chi ha acquistato jorginho dal verona? dela
      chi lo ha tenuto senza svenderlo quando benitez tatticamente lo aveva distrutto? dela
      chi ha scommessa su l’allora 19enne hamsik? dela
      chi lo ha reso uno dei giocatori più pagati del napoli? dela
      come vedi, mio caro, tutte le cose su elencate e ttutte le cose che descrivi tu (da 1,6 milioni in giù) fanno la differenza tra un presidente di una società con un fatturato medio-alto capace ed uno che non lo è, e prima che tu lo dica io non amo dela, ma devo riconoscere che è uno che si fa rispettare da tutti, è capace managerialmente e, soprattutto, non costringe nessuno con la pistola alla tempia a sottoscrivere i contratti.
      dette tutte queste cose concludo dicendo che se a guardiola piace jorginho deve sganciare quanto chiesto (perché tra l’altro a noi non li regalano i giocatori… tutt’altro) e se ai cinesi piace fare incetta di figurine per fare finta di giocare a calcio devono sganciare i soldini richiesti…. sperperano soldi per giocatori tipo pellè e con hamsik che è un fuoriclasse vogliono fare i tirchi… e non sta bene…
      saluti

      • perfetto.

      • Il Man City “sgancia” quello che ritiene giusto, e in caso contrario lo manda a ca,,,re AdL.
        Il fatto è che uno che prende un milione invece che 3 ancora ancora… ma se sono 4 o 5 signor “always” dato che non sono sprovveduti e a nessuno piace rimetterci milioni incrociano le braccia e vanno fuori da Champions e ed Europa League, così poi li deve vendere per forza AdL l’anno dopo con 60 milioni di meno in bilancio.
        E quello gli dicono di fare i loro consulenti, non gli raccontano le fiabe.
        Quello vanno bene per gli “always”.

      • 92 minuti di applausi

      • aggiungo che a noi i calciatori non li danno neanche quando vogliamo pagarli il doppio di quanto valgono (cfr. Politano nel mercato invernale…)

    • sottopagati mi sembra poi un tantinello esagerato…

    • giancarlo percuoco 10 giugno 2018, 22:04

      stando le cose come dici tu, questa è gente che firmerebbe qualsiasi cosa pur di guadagnare.
      (a meno che il presidente non li ha minacciati)

    • leggere di giocatori sottopagati mi ha disturbato parecchio.

    • uà sottopagati… E che coraggio l’ala pura del sarrismo rivoluzionario…

  15. Invece sto pensando come possiamo fare a prendere chiesa.

    Vendiamo HAMSIK , JORGINHO e CALLEJON per un totale di circa 100 milioni.
    Compriamo

    Badelj dalla Fiorentina a costo zero.
    Compriamo Fabian Ruiz a 30 milioni
    Tutto il resto lo investiamo su chiesa.
    Dovrebbe essere un operazione a saldo zero con il risultato che in rosa ci potremmo trovare un tridente da nazionale
    INSIGNE, VERDI, CHIESA………..piu milik, MERTENS e inglese.
    Niente male direi

    • non male, il problema è riuscire sul serio a prendere 100 milioni, anche a 55 si chiude per Jorginho, Callejon 31 anni, 32 a Febbraio, secondo me non ci tiri su molto anche perchè il giocatore poi vuole ingaggi da 2 m/ 3 milioni a stagione, la vedo difficile, o lo sfrutti l’anno prossimo e poi lo fai uscire a costo quasi 0, oppure lo cedi , ma più di 10/12 milioni non te li da nessuno, in serie A meno. Cmq anche solo prendendo 80 milioni sarebbe un buon tesoretto, per Chiesa si scatenerà un asta, secondo me per meno di 70 milioni Corvino non lo cede, cmq ottimo investimento, 21 anni. Mancano almeno 1 terzino e 2 portieri ancora e sono almeno altri 50 milioni e Torreira/Fabian Ruiz 30 milioni, la società dovra investire almeno 100 milioni, senza Chiesa l’investimento è possibile, con lui mi sa che salta il banco, anche se per come è partito sembra che Adl quest’estate metterà a segno 3/4 colpi se non 5 addirittura, sento un tono strano nelle sue dichiarazioni vuole chiudere il mercato con il botto

  16. C’è questa mentalità diffusa di trattare i calciatori come esseri umani con sentimenti, dimentichi del fatto che ci abbiano fatto spantecare per firmare un contratto. Perché quando sono arrivati hanno preteso il massimo? Potevano firmare in bianco, fiduciosi della generosità altrui. Generosità che poi pretendono per guadagnare in triplo, in un cimitero di elefanti.

    Da TSO non sono i tifosi le cui opinioni contano zero. E che non sono mai state prese in considerazione da chicchessia.

    È da TSO la richiesta di Hamsik di essere liberato a zero. Quello è davvero insensato. Segno di un uomo piccolo. Inconsapevole del mondo che gli gira intorno.

    • Luigi Ricciardi 10 giugno 2018, 21:30

      Come hai la certezza che Hamsik abbia chiesto di andare via a zero?

      • gesù c’è stata una cena tra DeLa ed Hamsik di cosa credi che abbiano parlato?

        • Luigi Ricciardi 11 giugno 2018, 13:32

          Probabilmente di essere messo sul mercato : che sia a zero onestamente non ne ho la certezza.

          • Si ma da qualche parte pure sarà uscita sta cosa. Hamsik poteva smentirla se non vera, visto che è una cosa che lo riguarda in prima persona.

          • Luigi Ricciardi 12 giugno 2018, 10:57

            E’ uscito che vuole essere liberato, che puo’ voler dire sia voler andare via a zero che essere sul mercato. Vedremo presto gli sviluppi.

    • Confondi le volontà di Hamsik con le ricostruzioni giornalistiche. Pubblicamente il giocatore non ha fatto nessuna pressione. Mi è sembrato molto più scorretto l’agente di jorginho.

  17. Luigi Marrazzo 10 giugno 2018, 18:11

    Leggo di riconoscenza, “ha dato tutto”, “è giusto che il presidente vada incontro…”, ma scusate a me non risulta che quando siamo andati a trattare qualche giocatore un’altra squadra abbia ascoltato le esigenze o sia venuto incontro…
    E poi questa è gente sotto contratto, è di proprietà del Napoli, ed è sacrosanto che vengano fatti gli interessi del Napoli, non i loro, ma a chi pensavano quando hanno firmato? Mah…

    • Luigi Ricciardi 10 giugno 2018, 21:30

      Sono normali dinamiche di mercato: quando abbiamo preso Diawara, abbiamo approfittato del broncio che lui aveva messo al Bologna.

  18. Luciana Calienno 10 giugno 2018, 17:49

    Come al solito è sempre pronto a inventare ragioni per disprezzare la città.Prende una possibile posizione stupida o retrograda su un argomento e l’attribuisce all’intera città,rispetto alla quale poi lei si presenta come minoranza evoluta.I dibattiti da TSO li alimentano spesso i media per mestiere e anche qui lo fate .Ma non conosco una sola persona,anche tra i fan di Hamsik,che pensa che sarebbe umanamente doveroso farlo andare gratis o quasi.E sui social sono pochissimi,anche perché si sa che i cinesi vogliono pagare (sembra 15 milioni). Non so se questo vuol dire aver il grande pregio, che ha lei ad altre specie evolute, di comprendere le logiche del capitalismo e di essere esperti in economia di mercato (questa questione posta in maniera così rozza è davvero ridicola) ,o piuttosto solo non essere dei fessi,ma sanno tutti benissimo(spero anche lei) che tenere Hamsik non conviene perché sarebbero circa 15 milioni di mancati ricavi e 25 (lordi) per 3 anni di spese per stipendio per uno che ormai giocherebbe part time. Ed è anche in questa logica che va considerato lo stato d’animo di un giocatore non realizzato che ne ridurrebbe ulteriormente il rendimento,ma non per spirito umanitario,bensì nel proprio interesse economico.

    • Antonio Chiacchio 11 giugno 2018, 2:33

      questa è la peggiore che ho letto finora, ma davvero vogliamo svendere il capitano a 15 milioni? con quella cifra non compri manco dal crotone e tu gli vuoi dare hamsik? kamsik ha 30 anni ed è un signor centrocampista con 15 milioni come lo sostituisci? e comunque queste manfrine succedono solo a napoli…..p.s. sto casino lo stanno montando i due cannavaro che andassero a fare in …………….. imbecilli.

      • Raffaele Sannino 11 giugno 2018, 12:17

        Quel commento è il manifesto di chi lotta contro la proprietà ,a cui nulla importa della squadra.Anche un “minus habens” comprende che minori risorse per la società,implicano minori rinforzi per l’organico.C’è altro da aggiungere?

    • ma possibile che, per una ragione o per un’altra, tu sostieni che il napoli non debba essere pagato ne’ per sarri ne’ per hamsik? con cosa li compriamo i giocatori? con gli sproloqui? da un giorno all’altro marek è passato da titolare inamovibile ad uno stipendio buttato. pazzesco.

      • Raffaele Sannino 12 giugno 2018, 12:39

        Adesso ti risponderà che sei sul libro paga del presidente. Benvenuto nel club, Mario.

        • ahahahahah grazie! non so se lo farà ma mi è già capitato perfino con amici fraterni, e sono stato anche accusato di essere l’opposto

  19. White Shark is still here 10 giugno 2018, 17:21

    Ma io tutti questi sostenitori della teoria buonista non li ho proprio visti, caro Gallo.

    • Piuttosto la richiesta dell’ex capitano mi sembra fuori luogo…

    • Monti, ma non solo hanno detto che sarebbe giusto che Hamsik andasse via gratis che risparmiamo l’ingaggio. Hamsik a differenza di quanto ciancia vanni non ha detto nulla.

  20. condivido anche il layout di stampa! parole sacrosante!!!

  21. Vincenzo Barretta 10 giugno 2018, 16:24

    Ma non capisco una cosa. Chi dice, dove ha letto, dove ha sentito che qualcuno abbia detto (scusate questa manfrina) che hamsik debba essere liberato gratis?

    • Lo ha chiesto Hamsik non ti basta?

    • Bravo, questo è il punto. Si parlava di trenta milioni o niente. Non di gratis. Venti milioni non è mica gratis, almeno non a casa mia, forse a casa del Direttore Gallo si.

  22. “perché a Napoli in questi anni non ha certo giocato gratis”

    Facciamo finta di ignorare che per restare a Napoli Hamsik ha rifiutato ingaggi più che doppi…

    • Ma tu davvero ci credi? Ha sempre rifiutato per consapevole del propri limiti caratteriali e fisici che in altre realtà tecniche lo avrebbero condannato all’oblio…

      • dino ricciardi 10 giugno 2018, 19:29

        Ma stai scherzando?Hamsik ha rinunciato ad una montagna di soldi per AMORE, cosa rarissima in un mondo di sciacalli.
        Se accettava Rajola ,il pizzaiolo si arricchiva e lo arricchiva facendogli cambiare le migliori squadre europee ogni due anni.
        E riuscito ad arricchire un Balotelli,quello si con grossi problemi caratteriali
        Ma lascia perdere va…

        • Non raccontatemi delle favole nel calcio perché non ci credo. Hamsik si è sempre sottratto al confronto con altre realtà tecniche che gli avrebbero potuto giovare. Invece è rimasto un nano (calcistico) nella realtà di Napoli… Ma lo hai mai visto il film “pensavo fosse AMORE invece era un calesse?”

          • dino ricciardi 11 giugno 2018, 11:56

            Hamsik è stato il miglior centrocampista italiano degli ultimi 10 anni.
            Quasi sempre in doppia cifra e miglior assist men,questi sono fatti.
            Se avesse fatto una carriera in Europa come gli prospettava il pizzaiolo adesso avrebbe una bacheca ricca di trofei e il conto in banca almeno triplicato.

        • Stavolta concordo con te.

        • Antonio Chiacchio 11 giugno 2018, 2:24

          e dimmi dino, visto tutto questo amore, il nostro si sincero, perché ci vuole abbandonare e andare in cina? io amo mia moglie e me la tengo, mica la rottamo ogni tot anni e me ne prendo una più giovane.

          • dino ricciardi 11 giugno 2018, 11:45

            Antonio, tutto si puo dire tranne che Marek non abbia amato la nostra maglia.
            Credo che adesso a 31 anni sia legittimo da parte sua pensare alla pensione.

          • Antonio Chiacchio 11 giugno 2018, 22:06

            è che gli voglio bene e non vorrei che andasse via.

          • dino ricciardi 12 giugno 2018, 10:13

            Lo avevo capito Antonio ,dispiace moltissimo anche a me

          • Luigi Ricciardi 11 giugno 2018, 11:49

            Perche’ probabilmente sente di non essere piu’ in grado di offrire granche’, soprattutto se fisicamente e’ arrivato a una usura precoce (ha appena 31 anni, del resto).
            Il professionismo e’ diverso da un matrimonio: e’ gia’ tanto che sia restato 11 anni al Napoli.

      • Mario Fabrizio Guerci 11 giugno 2018, 11:34

        Anche il sottoscritto è straconvinto di ciò che sostieni.
        Come ho già scritto,secondo me,ha fatto una scelta.Meglio qui da piccolo re,sempre giustificato e coccolato,piuttosto che altrove da emerito sconosciuto cosa però,che l’avrebbe potuto stimolare per una consacrazione internazionale mai avvenuta…

        • Io all’amore nel calcio non credo, onestamente. Totti è l’antesignano degli Hamsik odierni.

        • Hamsik è il capitano più criticato della storia del Napoli, perché il Napoletano vuole sempre e solo il circo e la corrida, dove il capitano va a dare due buffi all’arbitro o dà una testata a Morata come britos. All’estero è molto più stimato che in Italia, avrebbe fatto presto a partire. Ora ci teniamo Insigne capitano che una volta insulta il pubblico, una volta l’allenatore, poi piange, poi ride, poi chiede scusa. Che grande capitano ci aspetta.

          • Mario Fabrizio Guerci 12 giugno 2018, 12:04

            Ma no dai…🙂
            Io non ho mai amato e capito Hamsik come giocatore.Conservo nel cuore vari momenti di gioia,ma anche tantissimi “intuossecamenti e smadonnamenti ” durante i suoi perenni black out.
            Un bravo ragazzo.L’unico grato alla società,sicuramente.
            Rispetto il tuo “amore” ma secondo me,Il capitano deve essere ANCHE circo e corrida.
            Si è adagiato sugli allori,si è sentito in una botte di ferro.All’estero,con tutta la stima del pubblico,non puoi giocare una partita si e tre no…
            Il paragone con Insigne il grezzo,lo condivido pienamente.

    • Aliana Glande 10 giugno 2018, 21:36

      stessa cosa di sarri vittima della clausola rescissoria (che nessuno ha pagato) se lo volevano Hamsik se lo prendevano.

  23. No direttore, il problema è che proprio non ci arriva, non ce la fa…
    In fondo, cosa c’è di razionale nell’essere tifosi? Se ci appassioniamo a 11 tizi in mutandoni che rincorrono una palla, è per il cuore, le emozioni, non certo per la nostra parte razionale: razionalmente, non ci sarebbe motivo plausibile per spendere tempo e soldi per seguire una squadra di calcio (o di un qualunque sport che non pratichiamo).
    Il business stesso dell’imprenditore De Laurentis si basa sull’irrazionalità dei tifosi. Quindi quanto gli conviene un appello alla ragione?

    Nel merito, diciamo che sarebbe da TSO se gli si chiedesse di liberarli gratis.
    Mo’ lasciamo da parte Jorginho (che comunque ha già dichiarato, attraverso l’agente, che non rinnoverà: quindi conviene davvero trattenerlo a forza per 5 milioni di differenza ed “il principio”?).

    Ma per Hamsik, la riconoscenza DOVEROSA verso chi ha dedicato gli anni migliori della sua carriera al Napoli, rinunciando non solo a vincere ma anche ad ingaggi di molto superiori, si DOVREBBE tradurre in una maggiore flessibilità nel trattare la cessione. Invece di 30 milioni ci si potrebbe anche accontentare di 25 o 20, comunque tutti di plusvalenza. Se l’offerta fosse, diciamo, 20, si potrebbe parlare con Hamsik ed offrirgli di accettarne 25, ma che il resto della differenza se la deve vedere lui, magari riducendosi l’ingaggio.

    Oppure AdL può pensare solo a fare azienda. Però poi non pretendere di piacere ai tifosi: comunque si può consolare con i suoi difensori di ufficio (altrove detti lacché).

    • Raffaele Sannino 10 giugno 2018, 18:55

      Parli di passione ,di emozioni,Hamsik non deve andare via gratis,basta un cuppetiello di lupini ecc ecc….Però devi essere coerente ed emozionarti anche con Ciciretti ed Inglese,senza pretendere top player.Ci stai?Vista la facilità con cui insulti chi non la pensa come te,io ti considero uno di quelli delle curve che volevano ricattare la società facendo sospendere le partite.Ed oggi,non riuscendo nello scopo,tappezzano la città di striscioni per esprimere il loro odio verso chi li affama.Questo spiega perché non ti piace.PS prima che ti affanni arrampicandoti sugli specchi,specifico che il tuo pensiero è uguale ai malavitosi delle curve.A te l’onere di dimostrare che non sei uno di loro.

      • Luigi Ricciardi 11 giugno 2018, 8:58

        A me pare che nel suo intervento Marco:
        1) Non abbia insultato nessuno, solo fatto un accenno al cocnetto di irrazionalita’del tifo.
        2) Non abbia chiesto top player o parlato di Ciciretti ed Inglese: dove parla di qualita’ dei calciatori?
        3) Partite, ricatti, curve: zero totale. Ha detto che gli sembrerebbe ragionevole, per esempio, vendere Hamsik per 20-25 milioni invece di 30, e ha parlato di riduzione dell’ ingaggio per pagare la differenza. Mi pare un argomento molto poco curvaiolo.
        4) Parli di cuppetielli di lupini e Marco invece di TSO per chi vuole far andare via i gicoatori gratis. Forse non l’hai capito, succede.
        A te l’onere di provare ad argomentare nel merito delle sue affermazioni, e non di menare il can per l’aia.

      • Hai avuto un colpo di calore?

        • Raffaele Sannino 11 giugno 2018, 20:15

          La criminalità delle curve continui pure la sua guerra con la proprietà. Chi se ne frega! La devono smettere però,di spacciarsi per tifosi.Chi critica Aurelio e vuol essere credibile,mostri prima la sua fedina penale. E deve essere immacolata.

    • Antonio Chiacchio 11 giugno 2018, 2:21

      ma perdonami, questi fet…… ops benedetti cinesi regalano ingaggi da capogiro a vecchie glorie e poi fanno tutte queste manfrine per 30 milioni di cartellino? no, proprio non si può fare. p.s. hamsik mi ha molto deluso, a trenta anni svernare in cina mentre poteva rimanere con noi, non gratis eh, e finire la carriera a Napoli con un futuro, certamente nella ssc napoli.

      • E se Marek si fosse stufato anche Lui del l’atteggiamento della società che pare non voglia aggiungerne uno per fare trentuno.

        • Raffaele Sannino 12 giugno 2018, 16:21

          Non è proprio uno che si dovrebbe aggiungere,se i cinesi gli offrono 13 annui,ce ne vorrebbero nove di milioni. Li metti tu?

  24. Non dimenticherei anche l’aspetto che ADL ha chiaramente indicato la vocazione della società di crescere in Europa e fuori dall’Italia… Ora: crescere internazionalmente significa anche circondarsi di un Aurea di Preziosissimo… in altre parole, se i tuoi giocatori costano tanto allora sei una “squadra importante”. Ed infatti, ad oggi i calciatori di Premier, Bundes, Liga sono carissimi (e talvolta sopravvalutati…)! E vendere caro significa “poter scambiare alla pari” senza pesanti minusvalenze… Chiedere alle varie società importanti in Europa tra cui, ahimè, l’odiata Juventus… Per cui, sempre allineato con ADL che ha semmai il torto di non dirigere un’azienda sul territorio capace di fare affari e dare lavoro alle persone comuni….

    • Con lo stadio che dema non ha voluto avrebbe già creato un migliaio di posti di lavoro almeno. Poi non è vero esiste tutto uno staff che va dai dottori ai magazzinieri agli sponsor etc. che si avvantaggiano dell’indotto creato dalla sscn.

  25. Ciro Polpetta 10 giugno 2018, 15:24

    Immagino che il messaggio sia indirizzato al Mattino e al procuratore dei giocatore di Giorgio, non ai tifosi. Che certo non desiderano che i giocatori vadano via, ma solo che il Napoli sia più forte. Quel Napoli che è fatto coi soldi del Presidentissimo, proprietario di una società che esiste solo perché esistono i tifosi. Ai professori a scuola lo ricordano ogni giorno che esistono solo perché ci sono gli alunni. Certamente lo sa anche il Presidentissimo, che i tifosi sono essenziali nel meccanismo: lui perciò vuole cautelarsi, straparlando di stadietti da 20000 posti e di Napolicinese, cioè del Napoli deterrioralizzato e denapoletanizzato. Per fortuna i tiforazzisti avversari ci cantano “Vesuvio lavali col fuoco” e rafforzano quell’identità che Presidentissimo e Napolista vogliono levarci.

  26. michele o pazzo 10 giugno 2018, 15:06

    Mah… secondo me l’affare jorginho non sta come ci viene raccontato, se la differenza tra domanda e offerta è quella descritta non esiste che non si trova l’accordo, ma è presto e c’è tutto il tempo.
    Naturale è l’ambizione del ragazzo tanto quanto è naturale che il Napoli faccia il prezzo. Quello che non è normale è la minaccia di broncio del procuratore, questi sono professionisti è da tali devono comportarsi, anche reina l’anno scorso poteva andare al psg e il napoli si oppose, inoltre i rapporti tra pepe e adl erano già deteriorati da un po’, eppure il portiere ha dimostrato la sua serietà fino in fondo. Lo stesso deve fare l’oriundo.
    Alla fine penso che il tutto faccia parte del gioco delle parti e una soluzione soddisfacente per tutti si troverà.

    P.s.
    Curioso che la frase sulla ambizione di arricchimento di sarri sia la stessa frase che proprio non è andata giù al presidente. Se il tecnico ha dimenticato la lotta di classe, adl ha riscoperto la demagogia e, si sa, quest’ultima va molto di moda.

    • Luigi Ricciardi 11 giugno 2018, 9:00

      A me fa ridere che De Laurentiis definisca Sarri poco rispettoso perche’ voleva arricchirsi in una citta’ in difficolta’ e poi ingaggia Ancelotti dandogli circa tre volte di piu’.

  27. Napoli è un animale strano. Diversamente etero con le terga altrui…

  28. Mi e’ chiaro solo questo, e’ in Napoli che ha bisogno di vendere, non gli altri di comprare. E se poi tutti i giocatori in vendita rimangono sul gozzo e nelle squadra del prossimo anno?

    • Semplice
      Se non si vende non arriva nessuno, ne al posto di Marek ne al posto di jorginho

  29. se per jorginho davvero pagano 55 milioni bisogna cederlo, hamsik magari anche 20, 30 milioni per un 31enne che non ha da 5 anni i 90 minuti nelle gambe è impossibile, fa bene la società a tirare la corda e vedere se qualcosa in + arriva, in fin dei conti c’è tempo e anche tanto, però bisogna stare sul pezzo

  30. giancarlo percuoco 10 giugno 2018, 14:16

    in linea teorica il ragionamento è giusto. però a mio parere le situazioni sono diverse. per quanto riguarda Jorginho, se è vero che l’ultima offerta del city è “soltanto” 5 milioni più bassa della richiesta, mi sembra veramente insenato andare al muro contro muro, anche perché forse addirittura il giocatore non rientrerebbe nei piani dell’allenatore, e quei soldi, se ben gestiti, potrebbero portare all’acquisto di giocatore/i più funzionali. diverso è il discorso di Marek. se i Cinesi offrono veramente poco, e con quei soldi non ci fai niente sul mercato per rimpiazzarlo, il capitano se ne fa una ragione, e al limite si fa un po più di panca. altrimenti la differenza ce la mette lui dal suo redditizio contratto nuovo.

  31. AURELIO è bravo ….quindi siamo in una botte di ferro.
    Ora è veramente triste vedere HAMSIK pensare alla Cina…………io lo lascerei partire anche per qualcosa di meno; agonisticamente è un giocatore molto spento e penso che a grandi livelli non ci può stare o solo per ridotti spezzoni di partita.

  32. umbratile candelaio 10 giugno 2018, 14:08

    Io sarei pure d’accordo con la maggior parte dei contenuti, però, come scrivete male.

    • Antonio Chiacchio 11 giugno 2018, 2:38

      faccia una cosa, compri un bel registro e ci scriva i suoi giudizi sulla nostra sintassi, così a fine lavoro si sentirà molto gratificato.

  33. Ma solo a Napoli succede questo? Ueee il Sassuolino voleva una 50.ina per un semplice giocatore di provincia italiano e manco lo ha dato. Uee ma tutti dal Napoli lo vogliono? sI faccia come Gonzalo71, fino all’ultimo centesimo d’Euro. In entrata il Napoli non lesinare e in uscita appoggiali daglieli aggratis se no hanno il..broncio i bambini ma chi ca…se ne fott la sta a panchin e a tribun professionisti del c…. Poi Jorginho non rinnoverebbe? ma che ce ne fott la vita continua caro Agente. Altra Caritas, con Sarri quanto si rendono ridicoli, pagate!! P.S.Sarri sei voluto andare, ora ti vuoi arricchire? paga i soldi portano altri soldi, paga la clausola, semplice 8 Milioni di Euro per il Chelsea cosa sono, paga!!

  34. Giulio Valerio Maggioriano 10 giugno 2018, 12:24

    La posizione di Gallo sul principio è sacrosanta. Nel merito del caso Hamsik, se la richiesta è veramente di 30 milioni forse un filino di “avidità” di AdL c’e…poi ci sono altri elementi da valutare, a mio parere trattenere giocatori controvoglia e sempre sbagliato.

    • Gennaro Russo 10 giugno 2018, 14:10

      …e’ il gioco delle parti, è cosi’ che deve andare ed è cosi che andra’, alla fine: DeLa che sa’ che Hamsik ha dato tutto(anche fisicamente) al Napoli, quando i tempi saranno maturi, abbassera’ le pretese, pensando che se non lo vende adesso, dopo, a chi lo vende??? Se no, il CARO (è proprio il caso di dirlo) MAREK, la differenza ce la mette lui, di tasca sua, e se ne va dove va’ a guadagnare 13 milioni A STAGIONE: e sempre ci guadagna un sacco di soldi, anche mettendoci lui la diffenreza. Le bandiere , nel calcio, purtroppo dobbiamo capirlo, anche io lo devo capire, SONO FINITE. Purtroppo è cosi’, me ne devo convincere: ognuno pensa sempre ai ca…i suoi alla fine. Ognuno pensa alle tasche sue. Il calcio Romantico non c’è piu’, forse non è mai esistito, forse.

      • Azz
        E quanto ancora doveva rimanere Marek sotto il Vesuvio per meritarsi il tuo apprezzamento.

Comments are closed.