Ho provato imbarazzo per Buffon, le sue parole specchio dell’incultura sportiva italiana

È il simbolo triste dell’Italia, alla ricerca perenne di scuse. La metafore del bidone dell’immondizia al posto del cuore è stata cosi povera e scarnificata da farmi cadere le braccia

Ho provato imbarazzo per Buffon, le sue parole specchio dell’incultura sportiva italiana

Il capitano della Nazionale italiana

Se l’andata mi aveva procurato qualche riflessione sullo stato della bolla speculativa nella quale vive il calcio italiano, il ritorno di Juventus-Real aggiunge una certa inaspettata amarezza. Ho visto il capitano della nazionale italiana, oltre che della squadra bianconera, inerpicarsi su un sentiero sconnesso e improbabile nel quale l’arbitro pecca di cinismo nell’applicazione di un regolamento. Il cuore. L’italiano che parla del cuore, l’organo nazionale. Il cuore del direttore di gara paragonato ad un bidone dell’immondizia è stata una metafora così povera e scarnificata da lasciarmi cadere le braccia.

Un’accozzaglia di comportamenti scoordinati

Non ne ho mai avuto una venerazione personale, ma ho sempre ammirato Gianluigi Buffon, un portiere di talento puro. Ascoltarlo formulare pensierini da dettato di scuola elementare a valle di una prestazione maiuscola della propria squadra mi conferma lo stato catatonico della cultura sportiva italiana – nella quale si è convinti di poter strattonare un arbitro e mandarlo a quel paese nella certezza di farla franca, o si usa (da laureati) un inglese stentato per sfottere o insultare l’avversario che parla un’altra lingua. Una accozzaglia di comportamenti scoordinati che ricorda quei turisti italiani che vedi scendere dagli aerei, quando sei all’estero.

È il simbolo triste dell’Italia

Li riconosci da chilometri di distanza, atterrano in una città straniera e si prendono a gomitate tra loro parlandosi in codice e immaginando che quel luogo sia di loro proprietà. Si prova imbarazzo. Ne ho provato anche per Buffon. E provarlo mentre ascolti un campione del mondo lascia un discreto amaro in bocca. È il simbolo triste dell’Italia, alla ricerca perenne di scuse. Alla quale neppure un quarantenne che ha avuto e dato tanto alla vita sportiva riesce a regalare qualche breve sprazzo di saggezza – un “Ci ho provato, ora ci proveranno altri”. Tutti avvinghiati alle proprie sedie ormai stantie. Peccato.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ciro Polpetta 12 aprile 2018, 19:49

    Ma che bella discussione. Piena di j*ventini che fanno i finti verginelli della chiagnazzeria della peggior specie: quella dei prepotenti.

  2. E dopo le auterevoli prese di posizione sulla cattiveria degli arbitri, da parte di Agnelli, Buffon, Chiellini, Benatia, opinionisti giornali e TV a ranghi compatti, pubblico plaudente in studio, ecc., con quale serenità andranno in campo gli arbitri nel campionato italiano?
    E’ chiaro che per la Vecchia Cortigiana si è chiusa una porta, ma già in molti sono pronti a spalancargliene un’altra.

  3. Luigi Ricciardi 12 aprile 2018, 15:20

    Trovandomi stranamente d’accordo con Virgilio, vorrei fare un ragionamento di sostanza e di metodo (inteso in maniera piena) su Buffon ieri sera.
    Sostanza: Il problema delle dichiarazioni ieri e’ che sono “italiane”al 100%, laddove, ovviamente, si consideri il lato peggiore di essere italiano: il rapporto tra regole ed eccezioni.
    Buffon ha detto, testualmente, che l’arbitro non doveva dare il rigore perche’:
    1) All’andata ce ne era uno solare su Cuadrado alla fine.
    2) Perche’ si era alla fine della partita.
    Praticamente, Buffon non fa riferimento a quale sia la regola del calcio (fare fallo sul’avversario e’ sanzionato), ma a cosa l’arbitro avrebbe dovuto considerare per quanto successo addirittura nella partita precedente. Che e’ come dire: se anche ci fosse stato un rigore piu’ solare per il Real, l’arbitro non avrebbe dovuto fischiarlo. Con questo metro, il calcio semplicemente non esiste.
    3) Perche’ ha spezzato “un sogno”: qui siamo all’assurdo, inteso sempre sportivamente parlando. Secondo lui, visto che la Juventus stava effettuando un’impresa, l’arbitro, per rispetto all’impresa stessa, non avrebbe dovuto fischiare il rigore. Forse a Buffon sfugge che il calcio e’ uno sport di competizione, in cui, probabilmente, oltre gli interessi suoi e degli juventini ci sono anche quelli degli avversari, che se ne fregano bellamente del sogno degli avversari stessi, e cercano semplicemente di vincere. Che poi, risponderebbe lui, e’ l’ unica cosa che conta.
    Metodo: Buffon voleva che non fosse fischiato il rigore perche’ l’arbitro non sapeva chi aveva davanti, e pensava che fosse un ragazzino invece di un atleta di 40 anni. Dichiarazione forse ancora piu’ penosa, perche’, ugualmente, Buffon si riferisce a se stesso non come a uno dei 22 atleti in campo (uguale agli altri), ma come uno superiore agli altri. Come dire: la sudditanza psicologica non solo deve esistere, ma deve essere esercitata da me al di sopra degli altri.
    Ecco, io mi chiedo come Buffon possa essere il capitano della squadra piu’ titolata d’Italia se ha questa idea del proprio ruolo di atleta.
    Pero’, se l’italiano e’ quello che “e vabbe’, sono solo 5 minuti, la metto in seconda fila!”, oppure del “lei non sa chi sono io”, oppure del “mo mi faccio togliere la multa da mio cugino che ha un amico nei vigili urbani!”, e’ giusto che Buffon sia non solo adesso capitano della Juventuas, ma diventi gia’ ad honorem presidente della Federazione.

  4. MARCO IMBRIACO 12 aprile 2018, 13:46

    Non è facile dire con parole e/o argomentare questioni delicate come hai fatto te; le stesse cose che hai scritto le pensavo stamattina venendo al lavoro; per questo ti faccio i complimenti per la scrittura; forma e sostanza devono andare di pari passo, altrimenti si fa la fine di quei due che ieri sera, travestiti da pseudo PERSONALITÀ, EMINENZE DEL CALCIO?!, (Agnelli e Buffon) hanno sproloquiato in lungo ed in largo con argomenti sia fuori contesto che fuori da ogni logica base. Tralasciando il VAR, la cosa più indecente ieri sera è stato l’attacco all’arbitro. Relegare a spazzatura una persona di 33 anni, che ha gestito benissimo i 90 minuti, non cadendo nelle trappole che di volta in volta C. Ronaldo gli tendeva, buttandosi in area o simulando scontri violenti, assegnando un rigore che, a mio parere, è sembrato subito sacrosanto, caricandosi sulle spalle la responsabilità di un evento che resterà storico, ecco, tutto questo evidenzia, se ce ne fosse bisogno, la protervia e l’arroganza di questa gente che, come dici te, “scende dall’aereo e parla in codice”, sperando di non essere riconosciuta. Ma noi lo conosciamo il “portierone” e, francamente, al posto di Sabatini, ieri sera, citando un giornalista sportivo che agli inizi degli anni ottanta, in un Processo del Lunedì che si occupava di calcioscommesse, zittì il portiere Albertosi, implicato nello scandalo scommesse, gli avrei detto: “sig. Buffon, abbia il buon gusto di tacere”.

  5. C’è sempre qualche squadra che è più Juve della tua…

  6. Perchè non chiedete a quel bambino che ha ricevuto la magli a di Reina se Buffon è il suo eroe?

  7. Quante ce ne dissero dopo che non ci presentammo alla premiazione a Pechino i tifosi della Giuve! Invece le scandalose parole di Buffon adesso vanno bene eh…

    • Non vanno bene,anzi sono da censurare proprio perche’ ci si è messi al pari di un Napoli qualunque

  8. Il brutt(issim)o e’ che in studio e’ scattato pure l’applauso.

    • L’unica cosa “bella” di questo teatrino è la vostra reazione che invece di rivedere nella Juve i vostri atavici piagnistei cercate altre scuse per giustificare i vostri insuccessi.

  9. c’è chi va al Bernabeu e domina, e chi ci va a far figuracce (ma Insigne che la porta in vantaggio rimarrà nella storia!…)

  10. smokintheyes 12 aprile 2018, 9:54

    Eccolo qua dopo nemmeno 24 ore la paternale degli altri.di quelli che sghignazzando per una sconfitta altrui vogliono anche dare lezioni su come si perde.poi dalla testata della squadra campione del mondo in pianti e scuse fa davvero ridere..spero solo che a torino subiate un rigore simile al 93 sullo 0 a 1 poi vediamo i commenti.per inciso nemmeno io ho gradito le parole di buffon,ma lo capisco.e in ultimo,da italiano all estero,quando parli delle orde italiche che arrivano sgomitando e parlando in codice..guardati allo specchio che in buonissima percentuale (non tutti) vengono dalle vostre parti.

    • La Juve ha fatto una gran partita e sfiorato un’impresa incredibile.
      Ma non si potrebbe elaborare la vostra comprensibile delusione in modo diverso dall’insultare noi?

      • Dubbioso idolo!

      • Non ho insultato nessuno e il commento e’riferito alla redazione.grazie per aver sottolineato la prova della juve a madrid,considerazione calcistica che in queste pagine non ho trovato.

      • Prenditela sempre con i più deboli di te. Primo comandamento dello stile juventino. Io preferisco che siano qua a prendersela con noi, piuttosto che a casa loro a pagare la frustrazione con mogli e figli.

    • Non ti preoccupare in Italia funziona come dice Buffon. L’arbitro prima di fischiare guarda ai sogni dei calciatori della Juve. Quando hai avuto il rigorino con il Milan al 97′ ti andava bene eh… Comunque quelli che vanno all’estero sono soprattutto calabresi salernitanoidi pugluesi e siciliani. Tutti tamarri che tifano juventus per la maggior parte. Ti dice male ragazzo.

      • Sul rigore vedi commento sopra.sugli italiani all estero..certo come no,sempre gli altri.. i napoletani (ripeto non tutti) invece sono rinomati per l educazione e il silenzio,ok va bene cosi.carino come consideri gli abitanti delle altre regioni,poi lamentatevi di come vi dipingono gli altri..

        • le altre regioni del sud sono demograficamente più di noi e tifano Juve. 😀

          • Eh gia..e chi sceglie di tifare juve,magari a 6-8 anni,lo fa per sentirsi realizzato dopo una vita di frustrazioni no?senza offesa,ma mi sembra la sagra del luogo comune.

        • i rigori non c’erano e fanno parte di arbitraggi scientifici, quello di ieri è un normalissimo rigore, che viene preso da Buffon come lesa maestà.

          • Arbitraggi scientifici?ovvio se lo dici con questa sicurezza c’e’ da crederci sulla parola,non c’e’ bisogno di argomentare.beati voi che avete le tasche piene di verita’.

          • Quelli siete voi con i vostri slogan da business man americani puntualmente accantonati quando perdete.

    • Guarda che noi rigori simili li abbiamo già subiti olte volte. L’ultimo proprio a Torino in coppa Italia l’anno scorso. Ci siamo abituati e io non ricordo Reina insultare arbitro e designatori, ne parlare di fruttini.

      • Ho gia scritto che,pur comprendendo lo stato d animo,non condivido le parole di buffon.e sul rigore,per me non cosi netto,ci sta che lo dia.contesto che su queste pagine si diano lezioni perche poi quando capitano a voi,come dici tu,vi lamentate per settimane.e comunque buffon in chiusura ha detto che il real nei 180 ha meritato ed e piu forte..da voi certe cose non le ho mai sentite.

      • Anch’io ricordo come tutti voi tifosi avete accettato serenamente e sportivamente i rigori su Dybala e su Cuadrado….

  11. Buffon ha sbagliato e del resto, a freddo, si e’ congratulato con il Real e con Ronaldo. Ma basta generalizzare con la bolla speculativa del calcio italiano, che questa settimana ha demolito il grande calcio spagnolo. La sua teoria e’ stata prontamente smentita dai fatti. Ma possiamo parlare delle bellissime partite viste in questi due giorni?

    • Ma che ha demolito. Real e Barça hanno giocato in modo pessimo pensando di avere già ipotecato le loro qualificazioni.

      • Chiaro, quando la Juve perde e’ una squadraccia, quando vince le altre si sono scansate. Se c’era il Napoli ieri vinceva 10-0.

        • Se ieri c’era il Napoli perdeva sicuro, ma ti assicuro che anche di fronte al peggior arbitraggio avrebbe dato un esempio di dignità. I nostri giocatori non circondano mai gli arbitri con fare minaccioso. A volte esagerano nel fair play.

        • Finiva di perdere, ma pure noi siamo andati in vantaggio sia in casa che fuori con il Real. Ciò non toglie che le spagnole non hanno giocato al ritorno pensando che fosse già tutto fatto, sia il barca con la roma che il real con la juve.

    • Ne avremmo parlato volentieri, ma oggi tutta la stampa nazionale parla di furto. Siete voi che avete sviato l’attenzione. Noi parliamo solo di quello che per la Juve sono i temi caldi. Saluti

  12. Luiz Ferrero 12 aprile 2018, 9:48

    Gli arbitri non erano l’alibi dei perdenti? Benatia Szczesny e Pijanic non erano passati da romanisti perdenti a juventini vincenti? ADL non ha fatto un affare a vendere el Gordo? La var non era una cag? I piagnona non erano gli altri?

    • Lo sono ancora,infatti in finale ci va il Real che nei 180 minuti ha meritato di passare.

      • Il Real va in semifinale, come la Roma. Voi vi fermate ai quarti, come il Siviglia.

  13. Mi spiace ma questa volta lo sfogo di Buffon è comprensibile e riguardo l’arbitro ha ragione da vendere.
    Oliver ha dimostrato veramente così scarsa personalità che non ha punito il fallo di Benatia in area da rigore con un cartellino giallo e visto che era già stato ammonito doveva essere espulso. Sarà stato troppo “sensibile”?

    • Non lo ha espulso perche’ ha un cuore, checche’ ne dica il buffone… :-)))))

  14. io ho smesso di imbarazzarmi per quello che dice Buffon da almeno 10 anni.
    però se vogliamo prendere questo club come rappresentazione plastica dell’Italia, in tutta la sua degenerazione etica, non posso che condividere l’articolo.

    • La cosa grave non é Buffon che risponde solo di se stesso e delle sue dubbie qualità mrali. La cosa vergognosa é che questo avanzo di fruttino sia una specie di eroe in questo paese che ha completamente smarrito la bussola morale.

  15. Aahh bei tempi (avranno pensato) quando Moggi li andava a chiudere a chiave negli spogliatoi e li puniva per mesi…quelli sì che poi diventavano arbirtri con il “cuore”

  16. la rubentus non è una squadra da cui prendere esempio. lo pensavo. lo penso e lo penserò sempre.

  17. Ah il gomblotto:-) La piu’ grande soddisfazione in ogni caso non è l’eliminazione degli strisciati quanto sapere che (almeno per una volta) Chiellini & Co. si sono sentiti come si sentono (da anni) tutti i calciatori di tutte le altre squadre di serie A….derubati, cornuti e mazziati:-)

    • Paragone inappropriato in quanto ieri sera non hanno subito alcun furto: rigore netto che si da e basta, anche se e’ il 93esimo, anche se all’andata Cuadrado ha subito un fallo (presuntissimo) da rigore non accordato.
      Le parole di Buffon sono, da codice sportivo, passibili di squalifica pesante (se non di radiazione).
      Quelle di Agnelli, poi, ancora piu’ gravi in quanto espresse dal presidente dell’ECA, un organo ufficiale dell’UEFA.
      Il problema serio e’ che col casino mediatico che stanno creando in Italia (vedere prima pagina del Corriere dello Sport, degno del peggior Tuttosport) purtroppo non potranno non esserci ripercussioni ancora maggiori sul prosieguo del campionato (e/o finale di Coppa Italia): impensabile che la Vinovese resti a mani vuote alla fine della stagione…

      • Come sempre hai centrato un punto essenziale. Io temo fortemente per la regolarità del campionato…

  18. Speculativamente, e antipaticamente, parlando, per il Napoli il risultato della Juve di ieri sera a Madrid è il peggiore possibile. Non mi dilungo sulla mitologia dello scandalo arbitrale proposta da Agnelli e devotamente applaudita dal coro di Canale 5. Qualcosa è davvero successo in quei 15” finali. A me pare che Benatia abbia assestato da dietro un bel calcio nel costato al madridista, come si farebbe a un cane randagio, e che il pallone sia rimbalzato di lì, senza che Benatia lo toccasse, nelle braccia di Buffon, ma per la forte spinta ricevuta da dietro dal difensore, che in preda alla paura ha davvero travolto l’attaccante. L’arbitro aveva quattro decisioni possibili da prendere: far finta di niente; dare punizione di seconda in area, ma si sarebbe reso ridicolo; ammonire il madridista per simulazione, altrettanto ridicolo; dare appunto rigore. Gli arbitri non sorvolano più come in passato, e se è rigore è rigore anche se il fallo è negli ultimi secondi. Il risultato è il peggiore possibile per il Napoli perché quelli della Juve, vecchie volpi e giocatori abituati e navigati, metabolizzeranno in un batter d’occhio una eliminazione del resto prevista e si renderanno conto di quanto forti sono stati e sono, e si getteranno galvanizzati e con rinnovate energie sul campionato. Nell’ordine: il risultato meno peggiore sarebbe stato che la Juve perdesse, spompandosi, ai tempi supplementari; il meno meno peggiore, ovvero migliore, che vincesse ai supplementari e continuasse la corsa in Champions dovendo dividersi fra due o tre fronti. Rimane il fatto della rosa, che non è una panzana: la Juve ha due squadre, e domenica giocheranno – avrebbero comunque giocato – gente come Dybala, Barzagli, Rugani, Marchisio, Sturaro, Bentancour…

    • Analisi perfetta. Ora la Juve e’ pronta ad azzannare quello che resta: scudetto e coppa Italia.

      • E un aiutino o due consolatori non li si potranno negare, giusto?
        Andiamo, in Italia il cuore degli arbitri non ha dentro immondizia come al di fuori dei confini…
        PS: il fallo di Benatia e’ IDENTICO a quello da lui stesso commesso e non “visto” dall’arbitro in Lazio-Vinovese.
        Se non ricordo male, proprio da quell’azione scaturi’ il gol di Dybala al 93esimo che diede i tre punti alla vecchia b@ldr@cc@

        • Memoria selettiva, caro amico? Ammetto che un paio di decisioni errate pro-Juve ci siano state. Ma se guardi i siti che riportano la classifica senza errori arbitrali, per esempio calcioscommesse,it, la classifica e’ piu’ o meno quella che e’ ora. Anche ammettendo che la Juve a Cagliari non avrebbe piu’ segnato dopo l’eventuale 1-1. La Juve ha avuto un paio di decisioni a favore, come il Napoli. Saremmo ambedue 3-4 punti indietro. Ma gli aiutini per il Napoli non li vedete, giusto?

          • Ti segnalo la classifica di Marca per i torti subiti in CL. Al primo posto delle squadre penalizzate troviamo- rullo di tamburi – Il REAL MADRID!!!!

      • Ovvero si sentiranno leggittimati ai peggiori soprusi per compensare quello che stanno vivendo come un furto ai loro danni.

      • Diego della Vega 12 aprile 2018, 16:34

        Scudetti di cartone che produranno I soliti 20 minuti Di festeggiamenti nella Locride e a Caltanissetta

    • Il Napoli lo scudetto lo ha già perso. Ma la juve con la coppa delle orecchie in mano era peggio.

      • Io per uno scudetto o una Champions della Juve sarei felicissimo di lasciare il resto al Napoli o chiunque altro.

  19. stavolta sottoscrivo al 100%

  20. Un anno fuori dalle competizioni.è questa la giusta punizione che meriterebbero..il gesto di chiellini è gravissimo.le dichiarazioni del post-partita , a partire dal presidente ,allucinanti.alla fine ,il tutto, per un rigore netto.il problema è che in Italia sono abituati bene.

    • peró le manette di cacciatore secondo voi sono una semplice ragazzata. dai su

      • Sono gravissime. MA é vero che in confronto a quello che si é visto ieri sera, diventano una semplice ragazzata.

  21. Felice Valente 12 aprile 2018, 7:10

    Sicuramente Buffon ha fatto uno sfogo da spogliatoio che poteva evitare in tv. Ma lo fece anche Drogba col barcellona e ancelotti contro il real non ricordo il napolista scrivere fiumi di parole (ma la juve gli stara’ particolarmente simpatica).

    Detto cio’ ORGOGLIOSO DI QUESTA SQUADRA E DI QUESTI RAGAZZI. Come dopo monaco di baviera e l’errore di evra siamo cresciuti e diventati piu’ forti, lo saremo anche ora.

    Per una settimana avete celebrato (persino con una maglia ahahaha) una sconfitta che ieri e’ stata lavata sul campo.

    Parlate si Buffon per non voler ammettere che ieri e’ stato fatto un capolavoro al bernabeu. Una partita piu’ che perfetta. Che voi, col vostro bel gioco, vedete solo in tv. Su 180 min siamo usciti perdendo 4-3. Per un episodio. Questa e’ la CL. Se la giochi per vincerla.

    Voi ne avete presi 6. Perdendo entrambe le sfide e mai dando veramente sensazione di forza.

    • Raniero Virgilio 12 aprile 2018, 8:58

      La vittoria di ieri al Barnabeu vale il record di punti di Sarri.

      • La Juve ha dimostrato di non essere inferiore ai campioni del mondo. Sarri ha battuto solo Benitez (sempre che non crolli improvvisamente). Una bella differenza.

        • Ja Galieo stacce… La juve ha fatto una partita meravigliosa… Ma tutto il seguito non ha reso onore allo sforzo profuso per 93′.

        • vincere non é importante é l unica cosa che conta e come dice allegri “alla fine contano gli almanacchi” a casa e silenzio in europa non contate nulla

        • Diego della Vega 12 aprile 2018, 16:31

          Conta solo vincere e chi parla degli arbitri è un perdente. Morire pazzziiiiiiii

    • Oscar Rafone 12 aprile 2018, 9:24

      Che la juve ieri abbia giocato bene qui non viene messo in discussione. Ironia della sorte però ha voluto che proprio nella serata in cui gioca bene le viene restituito ciò che semina. Quante volte gli avversari della Juve hanno giocato bene e non è bastato per vincere a causa di episodi dubbi? (non occorre andare lontano: domenica scorsa contro il Benevento). Quello che qui viene messo in discussione sono le parole di Buffon (che non si può definire uno sfogo), uno che dovrebbe costituire un simbolo, ma che invece ha detto (e non è la prima volta) delle porcherie. Ma a mio parere, la tristezza più grande, non sta nelle deliranti parole di Buffon ma nel fatto che una selva di giornalisti ascolta compiaciuta, senza che uno (dico UNO) faccia notare a questo mezzo uomo che sta uscendo fuori dal seminato.

      • Buffon é un SIMBOLO. Del resto anche Totò Riina o Pacciani sono SIMBOLI (o archetipi, visto che sul Napolista sono raffinati).

      • bene? tre traverse tra andata e ritorno, un goal mangiato che solo ronaldo sa come, 3 salvataggi di buffon miracolosi o quasi, il goal di isco di ieri che era regolare, un goal l ha regalato navas e la juve ieri ha fatto un tiro del panzone centrale e i tre goal bene? quasi alla pari non vuol dire bene, per inciso il rigore l ha ricevuto il real mentre la juve puntava ai supplementari e loro attaccavano a testa bassa

    • Ma come? Vincere non e’ l’unica cosa che conta?

      • Questo motto non l’avete mai capito, vero? Chiaro, voi fate le partite per farvi eliminare dalle coppe…La sportivita’ voi non la capite.

    • Ciao Felice, guarda, la partita della Juve è stata incredibile. Grandissima prova di forza e mentalità.
      Il fatto che molti di noi contestano è che i tifosi della Juve stanno usando argomenti in parte incoerenti:
      -conta solo vincere, poi se si perde si dice “a testa alta, gran gioco, etc”
      – l’arbitro, i rigori, il Var sono alibi da perdenti; poi se si perde si dice “l’arbitro, il rigore, il var”.
      Insomma i tifosi sono (siamo) tutti matti perchè accecati dall’amore.
      ciao

    • Almeno Buffon ha chiuso ingloriosamente per lunga squalifica la carriera in Europa. Poi quella italiana vedrà lui. Capito foggiano? I bambini fanno come te io so più forte…..

    • confy1926 fnsempre 12 aprile 2018, 11:03

      Voi siete anni che celebrate la vostra superiorità sportiva con offese razziali e quant’altro, adesso ti scandalizzi per una maglietta ironica? Qui si stanno commentando le dichiarazioni di un giocatore celebrato per la sua sportività ( ma quale sportività’) che ha deciso di concludere la sua carriera nel peggior modo possibile. Inutile che ci rammenti il fatto che la possiamo vedere solo in tv , che ne abbiamo presi 6 e bla bla bla, siamo abbastanza consapevoli di non essere all’altezza vostra e di non poter competere con le grandi, ma anche sicuri del fatto che se non ci fossimo stati noi quest’anno lo scudetto lo avreste vinto 10 giornate fa. Cmq giusto per ricordarvi che chi lamenta degli arbitri è un perdente e che il Var toglie le emozioni.

    • ma finiscila! avete fatto un partitone contro gente che camminava in campo… ne potevate fare pure 6 di gol ieri sera… all’andata vi hanno travolto… per quanto riguarda il napoli se hai tempo vatti a rivedere le 2 partite e poi parli… e poi per favore vai altrove a commentare… nessuno ti ha cercato!

    • Egregio sig. Valente tutto molto bello ma non avete rispettato il dogma strisciato “vincere è l’unica cosa che conta”. Avete perso. Punto. A casa. Facendo peggio di due turni rispetto allo scorso anno (e mi permetto di dire avendo speso molto di piu’ nel calciomercato). Se non ricordo male giustificarsi delle sconfitte con le prestazioni è appannaggio dei napoletani o mi sono perso (nel frattempo) qualcosa ?????…l’immagine di Chiellini che strofina le mani e sbiascica “You pay, you pay” con l’inglese stentato fa il paio (anzi per me è pure peggio) con quella delle manette di Cacciatore…su Buffon non mi pronuncio visto che come italiano non mi sento certo rappresentato da lui

    • michele o pazzo 12 aprile 2018, 13:56

      Ma infatti la Juve ha fatto una grande partita, oggi si dovrebbe parlare solo di quello.
      Peccato che i tesserati juve e tutti i loro lacchè che si spacciano per giornalisti, sono stati i primi a non parlare della prestazione perché hanno perso la testa e si sono dati alla sceneggiata cui abbiamo assistito ieri sera, in imbarazzante (per loro) contraddizione con quello che hanno sempre sostenuto, dando lezioni di fair-play.
      Personalmente non ho potuto fare altro che mettermi coi pop-corn a vedere quanto questi uomini (che si erano fatti onore sul campo) si siano resi ridicoli davanti ai microfoni.

  22. Giulio Valerio Maggioriano 12 aprile 2018, 7:02

    È stato uno spettacolo abbastanza triste,e da juventino non ho approvato mezza delle sue parole.

    • Fai ancora in tempo ad aprire gli occhi e cambiare squadra. Perché tutto quello che é successo ieri é totalmente coerente con la filosofia juventina.

      • Magari diventando napolista,cosi è sicuro che nessuno lo metterà più in imbarazzo con le sue sceneggiate
        Ahaahhj

    • In pochi attimi Buffon ha gettato nel water i faticosi anni della ricostruzione (della sua immagine) grazie al matrimonio d’interesse con l’Ilariona nazionale…

    • Se si fosse fermato alla protesta in campo lo avrei anche difeso(il momento di tensione,la posta in gioco,il rigore non proprio solare ecc.),il fatto è che ha continuato anche davanti ai microfoni.
      Purtroppo il Real è stato più forte provandoci fino alla fine quando la Juve era già proiettata ai supplementari.
      PS-sono sicuro che Buffon si scusera’ con l’arbitro,o almeno lo spero

  23. Imbarazzo è il termine corretto. Quantunque il sig. Buffon sia quanto di più lontano esista dal mio modo do vedere qualsiasi cosa avrei voglia d testimoniare all’arbitro ed al Real Madrid che gli italiani sono altro da questo signore di mezza età che ha deciso d chiudere nel peggiore dei modi la sua pur fulgida carriera…

  24. Gennaro Russo 12 aprile 2018, 1:34

    Ho pensato e scritto altrove le tue stesse cose.

  25. Essere grandi calciatori non significa essere grandi uomini.
    Maradona docet

    • Ma che c’entra Maradona, che giocava e vinceva in una squadra del Sud del mondo, e subiva il costante attacco di una stampa pettegola e malevola senza che gliene fosse perdonata una… Se di cuore vogliamo parlare, Maradona c’ha provato: il ladrone con i guanti c’ha messo un bidone pieno di arroganza.

    • ma grandi SCOMMETTITORI si…

Comments are closed.