Lo sfogo di Buffon: «Arbitro con l’immondizia al posto del cuore, uno senza personalità»

Il portiere è un fiume in piena: «Se non hai la personalità per arbitrare, vai in tribuna con la famiglia a goderti lo spettacolo»

Lo sfogo di Buffon: «Arbitro con l’immondizia al posto del cuore, uno senza personalità»

«Non hai la personalità per certi palcoscenici»

Gianluigi Buffon, espulso per proteste, intervistato da Mediaset Premium al termine di Real Madrid-Juventus. Le prime parole sono per l’arbitro Michael Oliver: «Tu non puoi avere il cinismo di distruggere il sogno di una squadra che ha messo tutto in campo. Ha voluto farsi protagonista di una serata, evidentemente non ha la personalità per calcare certi palcoscenici. Se non hai la personalità, stai in tribuna con la famiglia, mangia i fruttini, bevi la Sprite e guardati lo spettacolo. Non sai che squadre si stanno affrontando, non sai niente di quello che sta succedendo, praticamente non sai un cazzo».

«Episodio stradubbio»

«Se fai così – prosegue Buffon -, hai un bidone dell’immondizia al posto del cuore. Non puoi condizionare una partita con una decisione su un episodio stradubbio, anzi di più. Devi avere la sensibilità di capire il disastro che stai facendo. E allora mandi qualche altro arbitro. Questo tipo di sensibilità deve albergare in ogni uomo. Deve aver visto la partita d’andata, deve capire il contesto. In questa condizione, non possono mancare rabbia e rammarico per com’è andata stasera. Abbiamo costruito il nostro piccolo sogno mattone dopo mattone, siamo partiti con zero possibilità e stavamo compiendo un’impresa. Il risultato di Torino non lasciava il minimo spazio di immaginare una rimonta. Noi siamo uomini di sport e sapevamo che potevamo costruire una speranza. Anche per questo fa più male non aver avuto la possibilità di arrivare ai supplementari».

Sull’esito delle due partite e sul futuro in campionato: «Alla fine, secondo me il Real Madrid ha meritato di passare il turno. Sono stati più bravi di noi, è sempre stato un onore affrontare un avversario così importante. Da domenica dovremo tornare in campionato ed essere davvero furiosi».

ilnapolista © riproduzione riservata