La Stampa: «Il gol di De Vrij sembrava la svolta del campionato»

L’analisi di Gigi Garanzini: “Il sorpasso è rimasta nell’aria, perché la Lazio si è sciolta e perché il Napoli ha reagito da grande squadra”.

La Stampa: «Il gol di De Vrij sembrava la svolta del campionato»

“La capolista e la forza del gioco”

“La capolista e la forza del gioco”: si intitola così l’analisi de La Stampa, firmata Gigi Garanzini. L’editorialista sottolinea la forza anche caratteriale della squadra di Sarri che ha ribaltato una partita che si era messa male.

“Quando il pallone vagante bucato dai centrali e scheggiato da De Vrij ha colto impreparato anche Reina, si è avuta netta la sensazione che il campionato avesse svoltato. E invece no. Il sorpasso nell’aria è rimasto. Primo perché la Lazio si è squagliata, si è dissolta proprio quando aveva la partita in mano: segno, una volta di più, che le grandi squadre si consolidano nel tempo, e la Lazio per il momento ne ha soltanto le potenzialità. Secondo, e determinante, perché smaltito il secondo choc delle ultime ore (il primo era stato l’infortunio di Ghoulam quando sembrava ormai recuperato alla causa) il Napoli ha ripreso a macinare il suo gioco.”

L’azione capolavoro del quarto gol

Un taglio di Callejon sul filo dell’offside, tanto per cambiare, propiziato da un’idea di Jorginho e certificato dalla dormita di Lulic. Lì il Napoli ha capito di potercela fare. E nonostante l’uscita di Hamsik, che si è arreso al mal di schiena dopo averci convissuto a fatica per un tempo, ha piazzato nel giro di un paio di minuti la doppietta decisiva. Con la cortese collaborazione di Wallace, autore di una sciagurata autorete, doppiata da una deviazione fortuita su un tiro di Mario Rui. Ma poi è arrivato il quarto gol, di Mertens, a ricordare e a certificare la qualità del calcio di questo Napoli: un’azione capolavoro in verticale, conclusa dal belga con un esterno destro in corsa davvero sopraffino.

ilnapolista © riproduzione riservata