Vittoria del Napoli nell’accogliente Bergamo, in attesa del sorpasso di stasera

Le partite a gennaio sono fastidiose parentesi che distraggono dal calciomercato. Verdi è diventato un personaggio

Vittoria del Napoli nell’accogliente Bergamo, in attesa del sorpasso di stasera
Callejon abbraccia Mertens e Allan porta all'arbitro la bottiglietta lanciata dal pubblico

Il mio Atalanta – Napoli 0-1

~ Le partite a gennaio sono brevi fastidiose parentesi che distraggono da ore e ore di divertente ed esaltante calciomercato.

~ Per fortuna abbiamo ripreso alle 12.30, un orario amato da tutti i calciatori. E per fortuna ci è capitata, su un campo curato e simile a un biliardo che fa invidia ai golfisti di tutto il mondo, l’Atalanta tabù di Gasperini. Una squadra e un ambiente che notoriamente stende tappeti profumati e infiocchettati pur di farci sentire a nostro agio.

~ Se a questo aggiungiamo la telecronaca del duo Caressa & Bergomi, che generalmente non tira i piedi, allora i 90 minuti di logorio senza le bombe di Bargiggia o i rifiuti di Verdi o di Ceravolo possono anche sopportarsi.

Jatta nera

~ L’Atalanta tabù più che una bestia nera è ‘na jatta nera e l’eliminazione dalla Coppa Italia ancora grida vendetta. Se poi però è stato il prezzo da pagare per i 6 punti che ci ha lasciato in campionato, allora complimenti alla Dea che gioca un calcio meraviglioso e spumeggiante, anche se ieri ha tirato una sola volta in porta e da fuori area.

~ Mi piacciono vari giocatori bergamaschi: Cristante, Freuler e non ultimo Cornelius che ha avuto grandi miglioramenti. Il Napoli potrebbe farci un pensierino, sempre che don Marotta dia il permesso per trattare, è ovvio.

~ A proposito, Politano ha chiesto al Sassuolo di liberarlo dando massima disponibilità a rifiutarci.

La Verdi cam

~ Il ventiseienne Verdi invece ha spiegato che vuole continuare a crescere a Bologna e così ha guadagnato striscioni, la fascia di capitano e una Verdi cam che lo ha seguito per tutta la partita di ieri. Chi rifiuta Napoli guadagna stima e rispetto e di colpo diventa un fenomeno. Dopo il “no” ho sentito parlare più di Verdi che di Vardy.

~ E ho sentito parlare spesso dei famigerati 4 ruoli. Un po’ come accadde quando acquistammo Giaccherini. Anche se alla fine si sono rivelati diversi da quelli che si immaginavano: seduto a destra, seduto a sinistra, seduto al centro o in piedi vicino alla panchina.

~ Esemplari i commenti e i suggerimenti di chi ha avuto Bologna nel cuore. Come Diamanti (“meglio numero uno qui che uno dei tanti a Napoli”) che in un gennaio qualsiasi lasciò la squadra emiliana per diventare un numero con molti zeri per qualche settimana in Cina.

~ O come Rolando Bianchi (“a Napoli rischia di bruciarsi, meglio che resti a Bologna”) che lasciò la Reggina per andare ad accendersi al Manchester City per sei mesi guadagnandosi la 38’ posizione nella classifica dei 50 peggiori attaccanti della Premier League.

Difficile dare importanza alla partita

~ Dare importanza alla partita è difficile quando si vivono momenti e situazioni così intensi. Anche perché, come anticipato dai giornali e dalle televisioni, questa sarebbe stata sicuramente la settimana in cui il destino si andava a compiere.

~ “Il sorpasso della Juve ai danni del Napoli è solo una questione di ore”; “occhio al ribaltone”; “c’è l’Atalanta tabù, la Juve ne approfitterà”…

~ E infatti, il Napoli, senza speranze di fare risultato a Bergamo, ha sì vinto grazie a un gol che ha alimentato polemiche e ha scomodato Spielberg per un montaggio in 3d che nemmeno per l’assassinio di Kennedy, ma soprattutto si è denotato il nervosismo che palesemente sta serpeggiando nell’ambiente azzurro.

Insigne

~ Il Napoli resta capolista? Abbiamo sempre più la miglior difesa? Mertens si è sbloccato? Finalmente la jatta nera di Gasperini è stata annientata? Don Marotta non ha dato il permesso alla cessione di Pucciarelli del Chievo e di Schiattarella della Spal? I calendari sono stati costruiti in maniera più trasparente della coscienza di Calvarese? Doveri doveva essere sospeso e invece ha regolarmente arbitrato ieri?

Ma chi se ne frega. Parliamo di Insigne.

~ Al momento della sostituzione, Lorenzo ha mostrato la sua insofferenza e ha evidenziato le chiare crepe nello spogliatoio, forse perché tutti sanno che Sarri andrà al Milan.

Sarri invece ha zittito l’attaccante spiegando con i mimi che la sostituzione è avvenuta per mancanza di impegno, probabilmente per l’imminente partenza del giocatore al Chelsea.

~ Intanto Pazzini, con una nota ufficiale, ha spiegato che, nel caso, rifiuterà il Napoli, non per il veto di don Marotta, ma perché si sente una bandiera, vorrebbe la fascia di capitano e vuole terminare il suo percorso di crescita a Verona.

~ Detto questo, ieri è stata una vittoria importantissima. Vincere a Bergamo inoltre contro l’Atalanta tabù fa bene al cuore, ma sono quisquilie. Invece, occhio che stasera ci sarà il sorpasso. È questione di ore.

Forza Napoli Sempre

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Un’altra bella caratteristica degli articoli del nostro Trapani è che ha la capacità di attirare commenti spesso altrettanto arguti e piacevoli. C9mplimenti e Forza Napoli Sempre

  2. aristoteles logatto 23 gennaio 2018, 7:03

    Ispiratissimo. Complimenti

  3. Giovanni Esposito 22 gennaio 2018, 21:36

    Dott. Trapani, questo suo articolo sfiora la perfezione, purtroppo posso darle il 99% dei voti, don marotta ha messo un veto sul 100%, mi scuso..

  4. Stefano Valanzuolo 22 gennaio 2018, 20:48

    Hanno fatto la TAC a Mertens. Era fuorigioco…

  5. Grazie, Trapani. I suoi articoli sono l’unico modo per ridere dell’Italia di oggi e del calciomercato del Napoli: due tragedie di uguali proporzioni e di diversa gravità.

  6. Bene, cominciamo a chiamare le cose col loro nome, meglio se col taglio dell’ironia, tanto i nostri “estimatori” disseminati in tutto lo Stivale e in tutti i media hanno fatto outing.
    Leggo che un esponente della Lega-non-più-padana-in-tempi-di-elezioni si è complimentato col Napoli per la vittoria riportata all’estero.
    Ovviamente, lo ringraziamo di cuore per il gentile pensiero.

    • Diego della Vega 22 gennaio 2018, 23:27

      Il povero microcefalo leghista stavolta mi trova d’accordo. È sempre fastidioso giocare in queste lande sperdute colonizzate da barbari.

  7. Don Marotta… fantastico

  8. Ernesto Cirillo 22 gennaio 2018, 15:31

    Bravo

  9. Applausi a scena aperta.

  10. la cosa piu assurda é la calzetta che scrive di un napoli bruttino, si l atalanta ha fatto un tiro il napoli due palle goal clamorose con hamsik e rog un quasi goal salvato sulla linea miracolosamente un goal annullato ad hamsik… abbiamo sofferto.

  11. Trapani ti voglio bene.

  12. Nel martire c’è quasi sempre più vittimismo che eroismo.

  13. Francesco Sisto 22 gennaio 2018, 12:51

    Quella su Pazzini é bellissima ?

  14. al gol del napoli i telecronisti di premium hanno perso la parola..quel simpaticone di cravero ha perso anche 20 chili..vincere così è una libidine..doppia libidine!
    p.s.: quelli di “napoli per salvini” saranno contenti del trattamento riservato ai quei terroni di napoletani..nella vita c’è chi nasce servo e loro ……..

    • Diego della Vega 22 gennaio 2018, 16:00

      Perché non hai avuto la fortuna dj sentire Caressa e Bergomi su Sky. “Che gamba Cristante, che gamba Freuler, che gamba Masiello!!”, così tutto il primo tempo. Nemmeno se fossimo a miss Italia. Al che, nel secondo tempo ho adottato misure anti-ciucciuettola di base: cambio posto divano con mio figlio, azzeramento volume dei due sarchiaponi Sky e strusciatina alla maglia firmata numero 17 del Capitano. A quel punto pure le gambe di quella brava donna della sorella di Cornelius non ci hanno fatto più impressione.

      • dino ricciardi 22 gennaio 2018, 16:54

        ahahaha

      • Raffaele Cozzolino 22 gennaio 2018, 17:10

        Pensa che gli juventini si sono lamentati della telecronaca a loro dire pro Napoli ed hanno minacciato disdette sky. È proprio vero, qualcuno vede il mondo capovolto…

        • Vedono fantasmi dappertutto, il Napoli li sta devastando mentalmente. Guardano i centimetri di Mertens e si scordano magicamente i metri di Muntari, gli schiacciatori pallavolisti della Nazionale juventina di pallavolo Bernadeschi e Calvarese. No rubentini su non vi lamentate, se non vi va non guardate il Napoli alle telecronache se no il duo Caressa/Bergomi sono costretti ad esultare ai gol contro il Napoli e a lutto quando segna il Napoli, gia troppe figure di me.. hanno fatto.non vi basta? Juventini, su Mertens dite che sporge di 6 Centimetri, non credo l’abbia così piccolo.

      • Stefano Valanzuolo 22 gennaio 2018, 20:44

        Pare che Caressa e Bergomi abbiano, nel camion, il poster di Masiello con la coscia da fuori… A qualcuno piace calvo… P. S. Bravo, Trapani!

  15. ma della bottiglietta lanciata contro kuolibaly/allan nessuno parla?

    • Diego della Vega 22 gennaio 2018, 23:30

      Ma la bottiglietta era Lete oppure no?Per scalfire Koulibaly ci vuole un missile cruise, altro che bottiglietta.

  16. spettacolo puro …. i quattro ruoli di Verdi e Giaccherini….

  17. Ieri gran gioia. Contento che la palma del miglior gioco sia passata dall’Atalanta alla spumeggiante Lazio (a -11) .Non ce la facevo più a sentire gli esperti che pontificavano sull’inutilità del bel gioco. Il miglior attacco agli altri e la miglior difesa a noi, almeno per ora. Il nostro bel gioco, senza il buon Faouzi, è rimandato alla primavera. Ieri lanci lunghi e palle in tribuna alternate col fraseggio palla a terra. Ottimo Rui e bene Hjsai . La Papudance si è vista solo nella ricerca del fallo da fuori area. Gasp questa volta è stata un suono onomatopeico di dysneiana memoria. Doveva finire 0-3. Ora facciamoli verdi ai crisantemi boys.

    • Maryoska Naples 22 gennaio 2018, 15:40

      Comunque penso ke i lanci lunghi sono stati preparati.. a centrocampo ci marcavano no a uomo, ma a ombra!

      • Sì, e spero che molti allenatori di A abbiano visto la partita e che gli serva come monito,dal momento che al 60° a furia di correre dietro a qualsiasi cosa si muovesse erano lessi. E nonostante questo hanno perso lo stesso. Speriamo scoraggi i numerosi fan degli autobus parcheggiati davanti alla porta presenti in serie A.

  18. Si Trapani è questione di………ore.

  19. Grande Trapani!! ha detto mio figlio che lui al Napoli direbbe di sí, ma anche lui é consapevole che DON Marotta potrebbe pensarla diversamente….

  20. giancarlo percuoco 22 gennaio 2018, 10:31

    per Doveri si sta aspettando il parere di Marotta.

  21. Trapani in forma quasi quanto Allan ultimamente. Grande.

Comments are closed.