Napoli, è ripresa la preparazione: è la prima squadra di vertice a tornare dalle vacanze

Il Mattino racconta il ritorno a Castel Volturno dopo la sosta. L’idea di Sarri è di ripartire subito forte, tanto che già domani il Napoli svolgerà una doppia seduta.

Napoli, è ripresa la preparazione: è la prima squadra di vertice a tornare dalle vacanze

I sei giorni di Sarri

Il Mattino scrive di un fatto significativo, ma non sorprendente: il Napoli è il primo club di vertice a riprendere la preparazione in Serie A. Sei giorni completi di sosta, ultima partita sabato 6 gennaio e primo allenamento sabato 13. Ieri, il giorno del raduno a Castel Volturno. Il giorno del primo allenamento di Zinedine Machach, primo rinforzo in attesa di Simone Verdi – che, oramai, è considerato come un acquisto praticamente fatto. La Juventus, per dire, si ritroverà solo martedì mattina. Sei giorni prima del posticipo di lunedì sera, in casa contro il Genoa.

Nel pezzo del Mattino, si legge che tutti i calciatori dell’organico di Sarri erano a disposizione già ieri. Mancavano solo i brasiliani, che hanno chiesto e ottenuto 24 ore di permesso in più per via di un viaggio piuttosto lungo verso casa. Il loro appuntamento con la ripresa della preparazione è fissato per oggi, sempre e comunque in anticipo rispetto alle big del nostro campionato. Una scelta precisa dello staff tecnico, in realtà Sarri era stato chiaro già dopo la partita contro il Verona: «Sei giorni di riposo assoluto sono già troppi, per un professionista». Quindi vacanze ridotte al minimo, c’è un tour de force all’orizzonte.

Campionato ed Europa League

Secondo il resoconto del Mattino, la ripartenza è stata subito intensa. Una seduta di 75 minuti, di cui 45 di preparazione atletica pura, con corsa e corsa e cambi di direzione.

L’idea del tecnico, evidentemente, è quella di spingere da subito sul campionato – le prossime avversarie: Atalanta, Bologna, Benevento, Lazio,  -, per poi gettarsi nell’alternanza tra campionato ed Europa League. Il 15 e il 22 febbraio si gioca contro il Lipsia, andata al San Paolo e ritorno nell’ex Germania Est. A quel punto, il Napoli farà crossover con un calendario complesso in campionato, affronterà Inter e Roma e sarà importante essere nella forma migliore. Per questo, il richiamo di preparazione avviato ieri, la ripartenza lanciata e l’attesa per le notizie su Ghoulam e Milik. Che, in questo momento, rappresentano le speranze di turn over insieme a Simone Verdi. Che resta ancora da considerare un’ipotesi, certo, ma che va virtualmente inserito nel discorso.

Machach

Il francese ha svolto la prima seduta con i nuovi compagni, ma il suo destino sembra essere quello del prestito. Anche perché a centrocampo la squadra azzurra è coperta, il giovane ex Tolosa viene da un periodo di inattività e deve essere valutato in campo. Inoltre, con l’arrivo di Verdi, il Napoli chiuderebbe tutti gli slot della lista Figc, in attesa degli addii di Giaccherini e/o Tonelli. Quindi, possibilità al lumicino perché il prode Machach possa rendersi utile per Sarri.

In chiusura, apprendiamo sempre dal Mattino che la seduta singola di oggi aprirà le porte ad un doppio allenamento in calendario per domani. Il Napoli non è solo ripartito per primo. Ma ha anche deciso di ripartire forte, fin da subito. È un buon segnale, se ci pensi.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Gianni Scotto 15 gennaio 2018, 9:53

    Ricordo che l’anno scorso il Napoli fece nella pausa natalizia un supplemento di preparazione atletica, che permise di arrivare a fine stagione in forma straripante, ma che rese la squadra per 1-2 partite meno competitiva in campo. Sarà così anche quest’anno ?

  2. Forza guagliù, forza! (Cmq tutti ora stanno a parlare di Verdi, io temo l’assenza di un terzino…)

  3. chi conta su milik e gulham nell’immediato, è un illuso. sarà già tanto vederli in condizioni ACCETTABILI verso la metà del mese prossimo.

    • Francesco Sisto 15 gennaio 2018, 4:23

      Beh, la metà del mese prossimo È lIMMEDIATO… visto che siamo a metà gennaio.
      Nessuno crede di vederli in campo domani, dato che ancora non hanno ricevuto l’ok per allenarsi in gruppo.
      Che ci vogliano almeno 3-4 settimane di allenamento, prima di vederli in campo, dopo 4 mesi di inattività, mi sembra la scoperta dell’acqua calda.

      • acqua calda… acqua fresca!
        e comunque ho detto condizioni accettabili in funzione della squadra (e non certo competitivi, specialmente Milik). lo sanno pure i muri che dovevano ricevere l’ok di Mariani solo per tornare a lavorare in gruppo.
        per cui FORSE a marzo, qualcosa di buono potremmo vederla.

  4. speriamo si siano comportati da professionisti.

  5. A distanza di un anno, vorrei chiamare in causa gli amanti di Gabbiadini che criticarono quando dissi che era mediocre addossando le colpe a Sarri: Gabbiadini in 22 presenze ha siglato 3 goal finora… a giugno andrà in una squadra media italiana ripetendo il percorso di Cerci e gente simile

    • Domenico Sapio 15 gennaio 2018, 1:42

      Sarà uno di quelli che due anni fa reputava anche Immobile un mediocre dopo l’esperienza al Dortmund ed in Ispagna, e si è visto poi nella Lazio………….

    • Raffaele Sannino 15 gennaio 2018, 1:53

      veramente sarebbe anche il percorso di Immobile,che tanto ti piace.Sono giocatori simili…..

  6. Se questa squadra fara’ 96 punti e ..quelli li 97 bisogna andare tutti a casa di calvarese

  7. dino ricciardi 14 gennaio 2018, 18:35

    Questo gruppo ce la sta mettendo tutta.
    Complimenti per la professionalità e le rinunce(non dovute) .

  8. Luca Di Giacomo 14 gennaio 2018, 15:53

    Mamma mia c´ho na paura per domenica! La trasferta che piú temo assieme a quella di Torino.
    Visto che non cambieremo mai tattica, gioco o modulo per affrontare Gasperini spero tanto in un colpo di genio dei nostri…

    • Anche io la temo da morire. Però da una parte so che la partita di coppa italia non fa testo (a parte il turn over abbondante c’è da considerare che in coppa quest’anno si gioca a giri ridotti, in più abbiamo preso 2 gol su scivolate del difensore che doveva tenere chi ha segnato, e sul secondo gol c’era pure fallo di mano di gomez.) Sarà banale dirlo, ma mai come contro l’Atalanta è importante non andare sotto. Se segnano per primi è un macello, diventano ingiocabili. Se si va in vantaggio per primi cambia tutto. Comunque, se si dovesse riuscire a vincere lì comincerei a credere un po’ in un qualcosa di molto grosso a fine stagione. Ma stiamo zitti e speriamo che vada bene, che è meglio.

      • Francesco Sisto 14 gennaio 2018, 19:36

        Concordo, questa partita ci dira molto sul campionato del Napoli

      • Luca Di Giacomo 14 gennaio 2018, 20:44

        Le ultime 3 righe del tuo commento potrebbero essere le mie. Credo che questa partita ci dará tante cose, per questo la temo cosi tanto.
        Sul discorso titolari/riserve, normalmente ti darei ragione, ma sai che in Coppa abbiamo giocato meglio, ed abbiamo avuto piú chances con i “panchinari” che con i titolarissimi? Vediamo dai, la cosa che mi fa stare piú tranquillo é che ci prepareremo per questa sfida come se fosse la finale di Champions league contro il Real.

      • Antonio Chiacchio 14 gennaio 2018, 22:04

        la penso come te.

    • Francesco Sisto 14 gennaio 2018, 19:24

      Sara una partita spartiacque, una delle piu importanti della stagione, perche contro un avversario che soffriamo tantissimo, e la concreta possibilita di perdere la testa della classifica, ma ho un presentimento che i ragazzi faranno bene.
      Se conunque dovessimobritrovarci secondi m, lunedi mattina, non bisognerà farsi prendere dal panico e dallo scoramento, il calendario nelle seguenti gare sara abbordabile, e riceveremo dei rinforzi importantissimi (Milik, Ghoulam, e probabilmente, Verdi) per il prosieguo della stagione.
      Oramai sarà un duello tra noi e quelli la, ed ogni giornata potra riservare sorprese.
      Stiamo vicini ai ragazzi, senza mollare di un centimetro, comunque vada con l’Atalanta.

      • Luca Di Giacomo 14 gennaio 2018, 20:51

        Si, ma non necessariamente in termini di punti perché anche una sconfitta (gratt gratt) non precluderebbe niente, ma sotto il punto di vista morale e di autostima potrebbe essere fatale. Non voglio arrivare a tal punto da dire che se vinciamo credo allo scudetto altrimenti no, ma quasi. Cosi importante é per me sta partita.

    • gli diamo 3 palloni, segnatelo 😉

  9. Così come hanno fatto quest’estate, queste persone stanno mantendo fede al “patto”, e possiamo solo dirgli grazie

    • A me pare che per ringraziarli ci sia gia’ un lauto stipendio alla fine di ogni mese.
      Ora cerchiamo di non esagerare, pretendere un comportamento profesionale e’ il minimo…

      • Queste decisioni non erano “dovute”… Per quanto rigarda lo stipendio è rapportato a quanto guadagnano le società per cui lavorano

        • Non e’ “dovuto” rientrare dalle vacanze quando decide l’allenatore?
          Non e’ “dovuto” comportarsi da professionista?
          Ok!

          • È “dovuta” la partecipazione e tutto l’affetto di chi AMA Napoli e il Napoli perchè ce la stanno mettendo tutta contro un avversario più forte di loro!!! Forza Napoli Sempre

Comments are closed.