Pochesci (allenatore Ternana): «Svezia squadra di profughi, ci siamo fatti menare»

Le parole non proprio eleganti di Sandro Pochesci, allenatore della Ternana: «Una volta l’Italia menava e vinceva, adesso ci menano e piangiamo. Siamo diventati tutti pariolini».

Pochesci (allenatore Ternana): «Svezia squadra di profughi, ci siamo fatti menare»

In conferenza stampa

Sandro Pochesci, da quest’estate allenatore della Ternana, è una specie di star delle conferenze stampa. I suoi appuntamenti con i giornalisti sono considerati un cult, perché parla senza troppi peli sulla lingua. Succede sempre, è avvenuto anche oggi. Anche se non si parla (solo) di Ternana, ma anche di Nazionale italiana. Accento romanesco, termini diretti, non di grandissimo gusto, forse non tutti condivisibili. Ma parole che comunque toccano alcuni temi inerenti al nostro calcio.

Riportiamo sommariamente: «Noi non siamo come l’Italia, che è andata in Svezia a farsi menare. Oltre ad aver perso contro una squadra di profughi ci siamo fatti pure menare, e ora rischiamo di andare a casa. Una volta l’Italia menava e vinceva, adesso ci menano e piangiamo. Siamo diventati tutti pariolini». L’ultimo termine è un riferimento socio-culturale a un quartiere della Roma bene.

E ancora: «Portare tanti stranieri in Italia ha condotto a questo: non c’è più un italiano che mena. Si parla ogni mese di inserire un oriundo diverso. Il calcio italiano è finito. Usciamo da questo mondiale per paura. Se io vedo la mia squadra che gioca con la paura, prendo e me ne vado, perché può darsi che io l’abbia trasmessa». Sotto, il video della conferenza nel momento in cui parla della Nazionale. A ognuno i propri giudizi sui suoi concetti, sul modo di esprimerli. Intanto, possiamo dirlo: Pochesci è uno che fa notizia, senza dubbio.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. spero nel deferimento.

  2. “…ci siamo pure fatti menare…”..più che un allenatore mi sembra un attivista di casa pound fissato con i profughi e gli stranieri..chieda a mazzola e rivera chi erano i loro compagni di squadra..gli altri aggiungeteli voi!

  3. Fa notizia perché per un clic le testate giornalistiche rincorrono i commenti più beceri…

  4. giancarlo percuoco 11 novembre 2017, 19:24

    fa notizia? ma se non lo conosce neanche la mamma.

Comments are closed.