Torna il pappa e ciccia in un’intercettazione. Stavolta è Agnelli che parla di Dominello e di Conte

Da Scajola ad Agnelli. Questione di cuore (diciamo) per il primo. Un arido rapporto con ultras e Antonio Conte per il secondo.

Torna il pappa e ciccia in un’intercettazione. Stavolta è Agnelli che parla di Dominello e di Conte
Siamo la coppia più bella del mondo

Gli juventini e la negazione della realtà

L’Italia è un Paese che si basa sulle intercettazioni telefoniche. Se quello juventino fosse un ambiente sano e non vittima della sindrome di accerchiamento che impedisce loro di avere una visione della realtà, si potrebbe anche approcciare un discorso diverso. Ma la Juventus e la sua lobby non conoscono altro modo di fare che la negazione a oltranza della realtà. Dispiace, soprattutto per loro.

In principio fu Scajola

Detto questo, noi – che sappiamo campare – notiamo che torna il pappa e ciccia in un’intercettazione telefonica. Da Claudio Scajola innamorato e dal suo “no, pappa e ciccia non si fa” relativo a un’eventuale concessione di Chiara Rizzo con un professionista svizzero che aveva promesso di aiutarla in cambio di intimità.

L’aridità bianconera

Il “pappa e ciccia” di Andrea Agnelli – come spesso capita agli juventini – è molto più arido. È relativo al rapporto tra il capo ultrà Germani e Antonio Conte allora allenatore della Juventus. L’intercettazione risale all’agosto 2016, Agnelli spiega all’avvocato Chiappero com’è nato il rapprto con Rocco Dominello il nuovo capo ultrà che in buon sostanza sta inguaiando la Juventus (solo gli juventini non se ne sono ancora accorti).

I rapporti con Conte

Agnelli dice: “E poi, ribadisco che lui (Dominello) si accompagnava a Germani, e Germani era pappa e ciccia con Conte…La pressione che metteva Conte la conosci anche tu, a chiunque stesse vicino a Conte noi gli davamo un po’ più retta”. Quindi, dice Agnelli, “se Germani sta vicino a Conte, Dominello sta vicino a Germani, noi diamo più retta a questo. Perché noi ci abbiamo voglia? No, perché poi la curva fa casino, non siete capaci di gestire un c.., cioè non devo spiegare a te come ragiona Antonio”.

È interessante ai fini delle giustizia sportiva? No. Ma gli juventini adesso in massa negheranno l’esistenza del telefono e l’invenzione di Meucci. Uba-balubba. Noi siamo napolisti ma lo diciamo lo stesso: intercettare Andrea Agnelli a colloquio con il suo avvocato è una schifezza, tra l’altro vietata (almeno nel processo penale). Il problema, ripetiamo, è che loro sono juventini.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. I cum for the bella twins 25 marzo 2017, 20:14

    Napolista perché non parla di camorra

  2. I cum for the bella twins 25 marzo 2017, 20:13

    Siete sempre delle merde napolista

  3. giancarlo percuoco 25 marzo 2017, 8:00

    Napolista di lotta e di governo.

  4. Giusto, è proprio questo il problema: sono juventini. E contribuiscono a sovrapporre la juve e la juventinità alla scorrettezza, allo sprezzo delle regole, del buon senso e dell’essenza stessa dell’anti-sportività.
    Come una massa di cloni su tutti i social ed in qualsiasi discussione si le fasi sono sempre le stesse:
    1) negazione totale
    2) ma allora jenny a carogna, quello sì che è grave
    3) il camorrista a bordo campo
    4) sucate ce l’avete con noi perché vinciamo.

    È un quadro davvero desolante. Mi spiace per loro. E mi spiace per tutti noi perché il danno è a tutto il movimento.

  5. Luigi Borrelli 24 marzo 2017, 23:45

    telefonata tra legale e assistito…. guardate la data dopo gli arresti…. altra super cazzola ma quella vera huffingontiana dov’è?
    ripeto 5000 pagine nessun riscontro
    notte….
    p.s.
    senza offesa metteste tutta sta energia in mezzo al campo invece de piagne!!!

  6. Gonzalooo... HIGUAIN!!! 2-1! 24 marzo 2017, 23:29

    Mo’ fate scrivere direttamente gli articoli da Effe Bongi e Milone? Bel “salto di qualità”, siete proprio all’ammazzacaffè 🙂
    Intanto sul campo sono sberle da 6 anni a questa parte.
    Se volete vi diamo un rigore di vantaggio, a noi non servono, a voi sì (vedi quelli farlocchi contro Real Crotone e l’Empoli United).

    • Enrico Marrucci 24 marzo 2017, 23:42

      A noi non servono è bellissima, senza rigori in coppa italia finiva, forse, 1-1. Nel secondo tempo la juventus fa solo un tiro in porta. Il Napoli nessuno, ma anche la juventus con la sampdoria non ha fatto manco un tiro in porta nel secondo tempo…

      • Luigi Ricciardi 25 marzo 2017, 9:20

        Enrico hai ragione, ho provato anche io ragionare su singoli elementi ma niente, buttano tutto in caciara. Credo che farò come consigliato da altri utenti: una bloccata generale e chi si è visto si è visto.

        • Gonzalooo... HIGUAIN!!! 2-1! 25 marzo 2017, 9:57

          Tutti questi articoli sul niente secondo te non equivale a buttarla in caciara? Per il Napoli, per la Juve, per il campionato, per la classifica tutta questa messinscena non ha nessuna influenza.
          Il vostro intento è quello: non vinceremo ma vuoi mettere la soddisfazione di poter dire Juve=’ndrangheta? Una rivincita su chi fa l’equazione Napoli=Camorra. Così fan tutti.
          D’altronde lo stesso Botti ha scritto:
          “Sarebbe ipocrita nascondere quanto può farci godere vedere Agnelli &
          c. sfilare davanti alla Commissione Antimafia per i rapporti
          intrattenuti con esponenti della più efferata e potente delle
          organizzazioni criminali operanti sul territorio nazionale, quasi come
          un autogol di Chiellini al novantesimo.”

          Non è buttarla in caciara? Nooooooo…..

        • Purtroppo gli juventini che bazzicano sul Napolista sono del webeti… Anche io ne ho bloccati alcuni, se li blocchiamo in massa alla fine parleranno da soli

    • Luigi Ricciardi 25 marzo 2017, 9:19

      Vedi, sei talmente ottenebratato (come si dice nell’articolo) da non saper distinguere niente e buttare tutto in caciara: secondo te i rigori con l’Empoli erano farlocchi? Mamma mia e come stai messo…

  7. Luigi Borrelli 24 marzo 2017, 23:11

    gli juventini non se ne sono accorti in buona compagnia dei tribunali penali ….
    solo gossip….
    che c’è di nuovo?
    prova del rapporto con mafia? no
    hanno regalato biglietti o fatto elargizioni? no
    sempre e solo la stessa cosa punibile solo con una sanzione amministrativa e cioé aver dato + di 4 biglietti allo stesso individuo.
    intanto questo gossip prova a coprire ignobilmente l’intercettazione fantasma, dov’è?
    e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!! e nun ce vonno sta!!!
    poi aspetto il calendario per vedere le altre società che testimonieranno…..

    • Luigi Ricciardi 25 marzo 2017, 11:36

      Luigi calmati e aspetta la fine della vicenda.
      Sappiamo che la società vendeva biglietti ai tifosi organizzati, che li rivendevano facendo attività di bagarinaggio. E questo è assodato. Poi c’è il contorno di un suicida, e che alcuni di questi tifosi sono forse malavitosi organizzata, che rende più complicato e forse più grave il quadro. Adesso la smetto di discutere di questa faccenda e penso ad altro.

Comments are closed.