Maran: «Senza Higuain un Napoli più imprevedibile, è un piacere vederlo giocare»

La conferenza stampa del tecnico del Chievo alla vigilia della sfida al Napoli: «C’è sempre voglia di migliorare, abbiamo 14 partite e dobbiamo solo correre».

Maran: «Senza Higuain un Napoli più imprevedibile, è un piacere vederlo giocare»

In conferenza stampa

Rolando Maran presenta in conferenza stampa Chievo-Napoli. Calcio d’inizio domani, stadio Bentegodi, alle ore 15.

«Campionato finito per noi? No, siamo animati dalla voglia e dalla grande passione per questo sport. Questo ti dà motivazioni e spinge a migliorarsi, sempre. Poi è bello stupire, fare cose che nessuno pensa si possano fare fare, devo solo trasferire queste motivazioni. Più della salvezza? C’è sempre voglia di migliorare, abbiamo 14 partite e dobbiamo solo correre e basta».

Il Napoli

«Senza Higuain c’è più imprevedibilità, al di là del tasso tecnico e dalle capacità realizzative del Pipita. Ora hanno ancora più soluzioni. Variano soluzioni in corsa e possono mettere in difficoltà tutti. L’espressione di gioco degli azzurri è la migliore, è un piacere veder giocare la squadra di Sarri. Dovremo occupare bene gli spazi, affrontiamo una squadra che sa farti girare a vuoto col palleggio ti fa girare, non ti dà occasioni in pressione. Dovremo essere corti e compatti, vicini al portatore di palla. Se pressiamo con distanze lunghe, loro usciranno sempre col possesso. Li abbiamo studiati, anche alla luce delle gare dell’anno scorso e di quella dell’andata.

Maran pronto per una big

«Penso a fare risultati per la mia società, poi sarà il tempo a dire di cosa sono meritevole. Io non tolgo la testa dal campo».

Giocatori della primavera da lanciare

«Ci sono ragazzi che si stanno allenando con noi e sono quasi pronti a diventare calciatori di Serie A. Bastien, per esempio, ha giocato 4-5 partite con noi. Il processo è già iniziato, gli sta facendo bene».

ilnapolista © riproduzione riservata