A Nizza il Napoli di Sarri si è intravisto nella prima mezz’ora

A Nizza il Napoli di Sarri si è intravisto nella prima mezz’ora

In un precampionato di molte sconfitte delle squadre italiane contro i club stranieri più avanti nella preparazione, all’Allianz Riviera nello scenario della Costa Azzurra il Napoli di Sarri, dopo le scampagnate di gol contro le formazioni trentine e il Cittadella (18 reti, sei di Lorenzo Insigne, cinque di Mertens), cede al Nizza (2-3), squadra francese di metà classifica che sabato giocherà già in campionato contro il Monaco di El Shaarawy.

La partita è stata segnata da incidenti nei pressi dello stadio un paio d’ore prima dell’inizio della gara. La polizia francese è intervenuta pesantemente per evitare i contatti fra le due tifoserie. Bombe-carta e cassonetti incendiati da parte dei tifosi napoletani (150 fermati e rispediti in Italia). Brutto segnale alla vigilia di una stagione delicata.

Senza Higuain, Hamsik, Reina e Albiol, lasciati a Castelvolturno, il nuovo Napoli di Sarri si è intravisto nella prima mezz’ora, difesa alta in pressing anziché arretrare, gioco a due tocchi, le verticalizzazioni di Valdifiori, la regìa avanzata di Insigne e, in attacco, Callejon e Mertens in gol.

Poi, il Nizza più pronto per la stagione ha preso il sopravvento. Nel Napoli sono affiorati i vecchi difetti in difesa. Dopo un’ora, non c’era più partita. Le gambe del Napoli erano pesanti e gli innesti di Gabbiadini per Mertens (46’) e Inler per Allan (59’) non avevano efficacia. Nella ripresa, poi, concludevano la partita Henrique (46’ Chiriches), Ghoulam (46’ Hysaj), Valdifiori (46’ Jorginho), David Lopez (69’ De Guzman), Insigne (69’ El Kaddouri).

Con meno fiato e corsa, il Napoli prendeva a giocare alla vecchia maniera, pallone portato (Inler), lanci fuori misura, difesa in affanno.

Subito un gol a freddo (8’ Plea, incerto Gabriel tra i pali), gli azzurri avevano una buona reazione, pericolosi con i tre piccoletti di punta che mettevano in difficoltà i centrali statici della difesa del Nizza.

Insigne recuperava palla a centrocampo e, sul cross basso di Mertens, Callejon toccava nella porta vuota per il pari (14’). Poi il belga sfondava sulla sinistra e portava in vantaggio il Napoli (20’).

Dopo mezz’ora, il gioco azzurro si appannava e la squadra cedeva alla superiore preparazione del Nizza. Con un tiro da fuori area Seri recuperava il risultato (39’). Nella ripresa, con un colpo di testa, Germain assicurava la vittoria al Nizza (53’ scarsa opposizione di Koulibaly).

Non aveva fortuna due volte Gabbiadini per acciuffare il pareggio. La prima volta, su una gran palla di Insigne, saltava il portiere, ma un terzino salvava davanti alla linea di porta (54’). La seconda volta, sul lancio di De Guzman, Manolo si vedeva respinta di piede dal portiere Pouplin la palla indirizzata a rete (73’). Nel finale, col Napoli teso generosamente ad agguantare il pareggio, De Guzman batteva alle stelle la palla-gol più facile (89’).

Il Napoli ha concluso la gara in dieci per l’espulsione di Callejon (67’ insulti a Traorè).

Qualcosa di nuovo s’è visto fin quando le gambe hanno potuto girare a buon ritmo. Niente più possesso-palla orizzontale e niente manovra lenta ad aggredire la porta avversaria, ma più velocità e profondità nell’azione di attacco. Difesa alta e aggressiva, ma con i soliti errori individuali. Il Napoli ha anche patito le non buone condizioni di forma di Henrique e David Lopez.

Valdifiori è calato dopo mezz’ora. Bene Insigne e, con lui, Mertens e Callejon. Molto combattivo Allan. Non male Hysaj che ha giocato a sinistra. Non impeccabile Gabriel. Buoni interventi di Chiriches.

Sabato ad Oporto seconda amichevole internazionale degli azzurri.
Mimmo Carratelli

 

NAPOLI (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Henrique (46’ Chiriches), Koulibaly, Ghoulam (46’ Hysaj); Allan (59’ Inler), Valdifiori (46’ Jorginho), David Lopez (69’ De Guzman); Insigne (69’ El Kaddouri); Callejon (67’ espulso), Mertens (46’ Gabbiadini).

NIZZA (4-3-1-2): Pouplin; Gomis, Bodmer, Le Marchand, Hult; Mendy, Seri, Koziello; Ben Arfa; Germain, Plea.

ARBITRO: Delerue (Francia).

RETI: 8’ Plea, 14’ Callejon, 20’ Mertens, 39’ Seri, 53’ Germain.

 

LE AMICHEVOLI DEL NAPOLI.

Napoli-Anaune 8-0 (Insigne 3, Gabbiadini 2, Mertens 2, Bifulco).

Napoli-Feralpi Salò 5-2 (Mertens 2, Koulibaly, Insigne, De Guzman).

Napoli-Cittadella 5-1 (Insigne 2, Albiol, El Kaddouri, Mertens).

Nizza-Napoli 3-2

Sabato 8 agosto: Porto-Napoli

 

LE ALTRE AMICHEVOLI.

Borussia Dortmund-Juventus 2-0

Marsiglia-Juventus 2-0

Lione-Milan 2-1

Milan-Inter 1-0

Real Madrid-Milan 0-0 (10-9 ai rigori)

Inter-Carpi 4-2

Bayern-Inter 1-0

Real Madrid-Inter 3-0

Galatasaray-Inter 1-0

Roma-Real Madrid 0-0 (7-6 ai rigori)

Manchester City-Roma 2-2 (7-6 ai rigori)

Sporting Lisbona-Roma 2-0

Fiorentina-Carpi 2-0

Paris Saint Germain-Fiorentina 4-2

Fiorentina-Benfica 0-0 (5-4 ai rigori)

Vicenza-Lazio 1-0

Anderlecht-Lazio 3-1

Sigma Olomouc-Lazio 3-2

Udinese-Schalke 04 1-1

Amburgo-Verona 2-1

Bayer Leverkusen-Chievo 3-1

Rennes-Torino 1-0

Hertha Berlino-Genoa 0-2

Queens Park Rangers-Atalanta 1-1

Sampdoria-Vojvodina 0-4 (Europa League) 

ilnapolista © riproduzione riservata