Con Sarri terza rifondazione del Napoli. Inter regina del calciomercato

Con Sarri terza rifondazione del Napoli. Inter regina del calciomercato

Pim-pum-pam dell’Inter, regina del calciomercato con i botti indonesiani di Eric Tohir. Quattro arrivi e due in dirittura d’arrivo (Perisic e Jovetic). Juventus guardinga, il motore perde tre pistoni (Pirlo, Tevez, Vidal), caccia a un “numero dieci” per scatenare in gol Mandzukic, Morata e Dybala. Il Milan sogna Ibrahimovic per iscriversi al club dello scudetto. La Roma cerca un centravanti. Ferma la Lazio. Incognite a Firenze e a Genova.

Con Maurizio Sarri, il Napoli ricomincia da tre dopo Mazzarri e Benitez. E cambia modulo (4-3-1-2). Sfuma Davide Astori, 28 anni, 1,88, per 5 milioni dal Cagliari. Non un gran danno. Preferibile il difensore centrale dell’Empoli Lorenzo Tonelli, 25 anni, 1,83, che Sarri conosce bene.

Tentativi per Alessio Romagnoli, costo salato, la Roma pretende 30 milioni. Sempre sotto mira il difensore destro croato Sime Vrsaljko, 23 anni, 1,83 (Maggio ha 33 anni), il Sassuolo chiede 10 milioni più El Kaddouri, l’intesa è possibile. Interessamento per il difensore centrale greco del Bologna Marios Oikonomou, 22 anni, 1,89. Occhi per il serbo Nikola Maksimovic, 23anni, 1,93 del Torino, e per Jacopo Sala, 23 anni, 1,83 del Verona.

Marek Hamsik retrocede a centrocampo, nel suo ruolo preferito, però più mezzala che mediano, col brasiliano Allan, 24 anni, 1,75, dall’Udinese per 15 milioni, un ruba-palloni di grande corsa, e Mirko Valdifiori, 29 anni, 1,76, dall’Empoli per 5 milioni, regista rapido che cerca sempre la profondità. Riscattata la metà di Jorginho (4,5 milioni al Verona) che promette una stagione di riscatto.

Per il ruolo di trequartista si propone e prova con successo Insigne e Sarri sembra gradire (anche Mertens in lizza). Lorenzo avrebbe più libertà d’azione e uno spazio più ampio per il tiro. La pista che conduce a Riccardo Saponara, 23 anni, 1,84, dell’Empoli, non è del tutto abbandonata.

Coppia-gol da 40 reti (Gabbiadini e Higuain). Gran ritorno di Pepe Reina, 32 anni, 1,88, dopo l’anno … sabbatico al Bayern. Portiere di riserva il brasiliano Gabriel, 22 anni, 1,93, in prestito dal Milan.

Incerto il destino di Callejon. Lo vorrebbe il Chelsea dopo l’Atletico Madrid. Pagato 10 milioni, il Napoli ne chiede 15.

Rosa da sfoltire. Duvan Zapata in prestito all’Udinese, Britos al Watford, Roberto Insigne all’Avellino, Uvini al Twente, Gargano al Monterrey, Sepe in prestito alla Fiorentina, Michu torna allo Swansea, via anche Mesto.

NAPOLI SECONDO – Nella classifica a punti di tutti i tempi, il Napoli è settimo (2635 punti, in testa l’Inter con 3909), ma sconta il minor numero di campionati giocati in serie A (Napoli 69, Inter 83).

La squadra azzurra balza al quinto posto considerando gli otto campionati della gestione De Laurentiis (505 punti; Juve 619, Roma 561, Inter 554, Milan 551).

Ma il Napoli è secondo negli ultimi cinque campionati (350 punti), dietro la Juventus (418) e davanti a Milan (343), Roma (336), Lazio (314), Inter (303) e Fiorentina (296). Il balzo è stato determinato dalla migliore annata di Mazzarri (78 punti) e dal primo anno di Benitez (78 punti). Sono stati i due momenti migliori.

Benitez ha preferito troncare l’avventura dopo il flop del secondo anno e il richiamo del Real Madrid, e, così, per la terza volta, in quattro anni, il Napoli deve ricominciare con una nuova guida tecnica.

Con Sarri allenamenti con applicazione maniacale dei movimenti e degli schemi, duro lavoro atletico e completa adesione dei giocatori.

Calciomercato azzurro: 6.

Probabile formazione (SARRI, 4-3-1-2): REINA; Maggio (VRSALJKO), Albiol, Koulibaly, Ghoulam; ALLAN, VALDIFIORI, Hamsik; Insigne; Gabbiadini, Higuain.

INTER – Squadra rivoluzionata al secondo anno di Roberto Mancini. Investimenti per 90 milioni. Quattro botti al via e grande attesa per i colpi finali: due, eccellenti. Più che possibile Ivan Perisic, 26 anni, 1,87, croato, dal Wolfsburg per 15 milioni, esterno destro di centrocampo; praticamente fatta per Stevan Jovetic, 25 anni, 1,83, montenegrino, dal Manchester City, ex Fiorentina, valutazione 15 milioni per un prestito biennale. Mancini può sognare un tridente con Perisic, Icardi, Jovetic.

Difesa nuova di zecca con le sole conferme di Handanovic e D’Ambrosio a sinistra (o Santon). La nuova linea è composta da Martin Montoya, 24 anni, 1,74, spagnolo, giunto dal Barcellona per 7 milioni; dal brasiliano Miranda, 30 anni, 1,86, dall’Atletico Madrid per 15 milioni; da Jeison Murillo, 23 anni, 1,82, colombiano dal Granada per 9 milioni.

Colpo per il centrocampo: Goffrey Kondogbia, 22 anni, 1,88, centrafricano naturalizzato francese, dal Monaco per 36 milioni, giostra sulla fascia sinistra.

Con la squadra a due punte, il trequartista è un ruolo per Hernanes o Kovacic. Icardi e Palacio le punte. Ma con Perisic e Jovetic sarà un’altra squadra (4-3-3).

Potrebbe rientrare dal Galatasaray Felipe Melo, ex Fiorentina e Juve, 32 anni, 1,83. In partenza Nagatomo.

Calciomercato interista: 7.

Formazione probabile (Mancini, 4-3-1-2): Handanovic; MONTOYA, MIRANDA, MURILLO, D’Ambrosio; Guarin (PERISIC), Medel, KONDOGBIA; Hernanes (Kovacic); Icardi, JOVETIC.

JUVENTUS – Difesa più vecchia di un anno, ma torna in bianconero dall’Empoli Daniele Rugani, 20 anni, 1,88, promettente centrale, già definito l’erede di Chiellini. Un altro giovane difensore potrebbe essere il brasiliano Alex Sandro, 24 anni, 1,76, del Porto. In alternativa, per la fascia sinistra, Guilherme Magdalena Siqueira, brasiliano, 29 anni, 1,83, dell’Atletico Madrid che chiede 10 milioni.

Partiti tre pezzi pregiati (Pirlo, Tevez, Vidal). Resta Pogba. Al centro della mediana, Marchisio raccoglie l’eredità di Pirlo. Sulla destra Sami Khedira, 28 anni, 1,89, tedesco, dal Real Madrid (svincolato). Il reparto perde genio e grinta.

Mario Mandzukic, 29 anni, 1,87, croato, dall’Atletico Madrid per 19 milioni (182 gol in carriera in 399 gare più 19 reti in nazionale in 60 presenze) al posto di Llorente, ecco un altro centravanti dirompente, sostenuto da Paulo Dybala, 21 anni, 1,77, argentino, dal Palermo per 40 milioni, e Morata. Di rincalzo Simone Zaza, 24 anni, 1,87, dal Sassuolo per 18 milioni.

Calciomercato bianconero: 6,5.

Sono 90 i milioni investiti, bilanciati dai 57,5 in entrata (Vidal 40 al Bayern, Ogbonna 11 al West Ham, Tevez 6,5 al Boca Juniors).

Allegri può variare il modulo di gioco. Il 4-3-2-1 con Mandzukic di punta e, dietro, Dybala e Morata, e il 4-3-1-2 che dipende dalla scelta del trequartista. In casa c’è Pereyra, sotto mira Mario Goetze, 23 anni, 1,76, tedesco del Bayern (valutazione 30 milioni) e, trattativa più vicina alla conclusione, Julian Draxler, 21 anni, 1,87, tedesco dello Schalke 04 (scaduta la clausola rescissoria di 45 milioni, valutazione 25 milioni). Debole tentativo per Kevin de Bruyne, 24 anni, 1,81, belga del Wolfsburg per il quale il club tedesco ha sparato una cifra considerevole.

Sarà una Juve meno potente e mancheranno i calci piazzati di Pirlo che risolvevano le partite più scorbutiche, ma mancherà anche la grinta e il gioco a tutto campo di Tevez, trascinatore e risolutore di eccellenza.

Formazione probabile (Allegri, 4-3-2-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; KHEDIRA, Marchisio, Pogba; DYBALA, Morata; MANDZUKIC.

ROMA – Terzo anno di Garcia. Ha fallito lo scudetto due volte, staccato di 17 punti dalla Juventus. Nuovo tentativo nella speranza che la Juve sia meno forte.

Calciomercato giallorosso: 5.

Il voto schizzerebbe a 7 se la Roma metterà a punto l’ingaggio di Edin Dzeko, 29 anni, 1,93, bosniaco del Manchester City, valutazione 30 milioni, e di Mohamed Salah, 23 anni, 1,75, di proprietà del Chelsea dopo una stagione alla Fiorentina, valutazione 23 milioni.

Presi Iago Falque, 25 anni, 1,74, spagnolo, in prestito dal Genoa per un milione, riscatto per sette, e Wojciech Szczesny, 25 anni, 1,96, portiere, in prestito per un anno, 5 milioni dall’Arsenal (38 anni per Morgan De Sanctis).

Alessio Romagnoli, 20 anni, 1,88, prodotto del vivaio romanista, un anno in prestito alla Sampdoria, dove Mihajlovic l’ha promosso difensore centrale, valutazione 30 milioni (Mihajlovic lo vorrebbe al Milan, lo insegue il Napoli) è il nuovo gioiello di casa, dopo Florenzi.

La Roma lo tiene sul mercato per incassare e andare all’acquisto di Dzeko puntando a rafforzare l’attacco considerando gli anni di Totti (38), l’inaffidabilità di Gervinho, la cessione di Destro (il Monaco offre 12 milioni, il giocatore vorrebbe andare alla Fiorentina), l’anno deludente di Iturbe, strapagato 27 milioni per averlo dal Verona, e il flop di Doumbia pagato 16 milioni al Cska Mosca.

Formazioni probabile (Garcia, 4-3-3): De Sanctis; Florenzi, Manolas, ROMAGNOLI, Cole; Pjanic, De Rossi, Nainggolan; IAGO FALQUE, Totti (DZEKO), Iturbe.

LAZIO – Via Ledesma e Mauri, la squadra di Pioli sembra ferma. In arrivo l’attaccante Ricardo Kishna, 20 anni, 1,83 dall’Ajax. Preso il centrocampista Ravel Morrison, inglese, 25 anni, 1,75, svincolato dal West Ham. Difficile ripetere la stagione scorsa con l’impegno ulteriore della Champions.

Calciomercato laziale: 4.

Probabile formazione (Pioli, 4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Gentiletti, Radu; Cataldi, Biglia, Parolo; Candreva, Klose (Djordevic), Felipe Anderson.

MILAN – In arrivo i 480 milioni del finanziere thailandese Bee Taechaubol per l’acquisto del 48% delle azioni del club, il grande sogno è il ritorno (dopo tre anni) di Zlatan Ibrahimovic, 33 anni, 1,95, per lo scudetto. Nessuno come Ibra sa essere decisivo e dove va vince sempre. Il Milan lo cedette al Paris Saint Germain per 37 milioni. Ora Ibra deve liberarsi del club francese. Per lui è pronto un investimento di 45 milioni in tre anni. Ma l’olandese prima illude, poi raffredda gli entusiasmi milanisti.

I problemi del Milan erano in difesa che resta inalterata. Mihajlovic punta sull’arrivo di Romagnoli dalla Roma dopo averlo lanciato l’anno scorso nella Samp. Valutazione del giovane difensore 30 milioni. Al Milan sono sicuri che, se il giocatore verrà ceduto, la nuova maglia di Romagnoli sarà rossonera.

Presi due attaccanti: il colombiano Carlos Bacca, 28 anni, 1,81, dal Siviglia per 30 milioni, e il brasiliano Luiz Adriano, 28 anni, 1,83, dallo Shakhtar per 8 milioni. Via El Shaarawy al Monaco per 16 milioni.

Spesi 20 milioni per Andrea Bertolacci, 24 anni, 1,74, da allineare sulla linea mediana con Montolivo e De Jong. Il trequartista resta Bonaventura.

Calciomercato milanista: 5,5.

Probabile formazione (MIHAJLOVIC, 4-3-1-2): Diego Lopez; Abate, Alex, Mexes (Paletta), Antonelli; Montolivo, De Jong, BERTOLACCI; Bonaventura; BACCA, LUIZ ADRIANO.

FIORENTINA – Finite le tre stagioni di Montella, originale il cambio tecnico: il portoghese Paulo Sousa, 44 anni, ex giocatore di Juve, Inter e Parma. Ultima panchina a Basilea dopo avere allenato il Queens Park Rangers, lo Swansea, il Leicester, il Videoton e il Maccabi Tel Aviv. Una scommessa.

Via Pizarro, Neto, Aquilani, Vargas, Stefan Savic. Nasce una nuova squadra, irrobustita a centrocampo dallo spagnolo Mario Suarez, 28 anni, 1,89, dall’Atletico Madrid per 15 milioni. Esterno destro di difesa il brasiliano Gilberto, 22 anni, 1,81, dal Botafogo per due milioni.

Via Mario Gomez, dopo una deludente stagione, 15,5 milioni al vento. Recupero e rilancio di Pepito Rossi. Una maglia da titolare per Federico Bernardeschi, 21 anni, 1,83.

Calciomercato viola: 4,5.

Probabile formazione (PAULO SOUSA, 4-3-3): Tatarusanu; GILBERTO, Rodriguez, Basanta, Alonso; Mati Fernandez, MARIO SUAREZ, Borja Valero; Ilicic, Rossi (Babacar), Bernardeschi.

GENOA – Solito gran movimento in entrata e in uscita. Dal Galatasaray riecco Goran Pandev, 31 anni, 1,84. Dal Nantes per mezzo milione il difensore senegalese Issa Cissokho, 30 anni, 1,71. Atteso il ritorno di Domenico Criscito, 28 anni, 1,83, dallo Zenit. Dal Sassuolo per 4 milioni l’attaccante Leonardo Pavoletti, 26 anni, 1,88. In difesa, l’argentino Ezequiel Munoz, 24 anni, 1,85, ex Palermo e Sampdoria, e dal Siviglia in prestito Diogo Figueiras, 24 anni, 1,70, definito “la ruspa”.

Calciomercato genoano: 5.

Probabile formazione (Gasperini, 3-4-3): Perin; De Majo, Burdisso, MUNOZ; FIGUEIRAS, Tino Costa, Kucka, CISSOKHO; Perotti, PAVOLETTI, PANDEV.

SAMPDORIA Walter Zenga, 55 anni, dopo le esperienza in Romania (National, Steaua, Dinamo), il Catania nel 2008-09 e la guida dell’Al-Nassr a Riyad e dell’Al-Jazira ad Abu Dhabi, torna in Italia per giocarsi una panchina importante prendendo il posto di Sinisa Mihajlovic.

In bilico il dinamico trio d’attacco con Okaka in partenza per l’Anderlecht. Restano Muriel ed Eder. Dal Boca Juniors arriverebbe l’attaccante Jonathan Calleri, 21 anni, 1,75. Tentativi per avere German Denis, 33 anni, 1,82 dall’Atalanta e Gregoire Defrel, 24 anni, 1,79, dal Cesena.

La Samp cambia poco. Due ritocchi in difesa: il finlandese Niklas Moisander, 29 anni, 1,83, dall’Ajax, ed Ervin Zukanovic, 28 anni, 1,88, dal Chievo per tre milioni, soffiato all’Inter. In mediana, tra Soriano e Palombo, il brasiliano Fernando, 23 anni, 1,75, dallo Shakhtar per otto milioni. Cancellata la suggestione del ritorno di Antonio Cassano.

Calciomercato doriano: 5.

Probabile formazione (ZENGA, 4-3-3): Viviano; CASSANI, Silvestre, MOISANDER, ZUKANOVIC; Soriano, FERNANDO, Palombo; Muriel, Okaka, Eder.

MIMMO CARRATELLI

ilnapolista © riproduzione riservata