Colerosi forever. Offesi in tutti gli stadi d’Italia grazie alle nostre curve. E a De Laurentiis

Ricapitolando, è andata così. All’Olimpico ci hanno chiamato colerosi e quel coretto simpatico dal primo all’ultimo minuto (compreso quello “lavali col fuoco”). Stasera, a San Siro, Milan-Udinese, ci hanno chiamati colerosi per gran parte della partita. Da Mediaset Premium facevano finta di niente. Oggi sui quotidiani qualcosa sui cori dell’Olimpico c’era. Ci auguriamo che accada anche domani per quelli di San Siro. Magari Abete se li ritroverà nella rassegna stampa.
Gli ultrà hanno vinto la loro battaglia. Gli ultrà e Galliani. La nostra speranza è che gli amici delle curve A e B non siano da meno. Domenica prossima, contro il Torino, ci aspettiamo striscioni e cori all’altezza. In fondo è anche grazie a loro se saremo per sempre colerosi in tutti gli stadi d’Italia. È grazie a loro se in tutti gli stadi possono insultarci e offenderci liberamente. È grazie a loro se hanno potuto cambiare le regole e stasera il Milan non avrà la partita persa 3-0 a tavolino. Grazie a loro e alla società calcio Napoli che ha deciso di schierarsi al fianco del Milan.

ilnapolista © riproduzione riservata