Il Napoli che ti emoziona aiuta a vivere meglio

Un’aria bellissima, profumata di fiori, un Inler che cresce esponenzialmente, un Cavani che segna il rigore, Hamsik che fa un partitone e un Pandev giocatore di pallone che faremmo bene a tenerci strettissimo. E tutti gli altri a faticare insieme.  Insomma, male che vada, domani saremo ancora terzi, se invece va bene, qualcuno al terzo posto domani sera non ci arriverà.Sarà anche vero che le emozioni non vanno ad impolverarsi sugli scaffali come trofei e che magari arricchiscono solo le tasche del Presidente (che poi anche questo sarebbe opinabile, visto che c’è chi si emoziona e a prezzi pazzi allo stadio non ci va), ma aiutano anche a vivere incredibilmente meglio. Te la riempiono di colori la vita. Perciò, per una sera, mangiatene tutti e, a chi non si emoziona, lasciate i limoni. E Forza Napoli. Sempre. p.s. tanti auguri, Agata. E pure questo regalo è andato 😉 Ilaria Puglia

ilnapolista © riproduzione riservata