Napoli a Utrecht, benvenuti al Polo nord

Temperatura -7 gradi centigradi. Un pallido sole, tanta neve ed altrettanto ghiaccio. Il Napoli è stato accolto da una temperatura polare al suo arrivo ad Amsterdam. Impatto devastante tra il tepore dell’aereo e il passaggio in aeroporto. Lavezzi con un cappello con tanto di pon pon, gli altri giocatori imbacuccati dalla testa ai piedi. L’aereo azzurro è partito da Napoli con poco meno di un’ora e mezza di ritardo complice il ghiaccio dell’aeroporto di Torino da dove proveniva l’aeromobile. Dopo 2h5’ di volo l’atterraggio alle 14 all’aeroporto di Schiphol. Sull’aereo giocatori avanti con il ds Bigon, il dg Fassone ed il team manager Santoro. Poi giornalisti ed alle spalle gli sponsor. Successivamente tutti in pullman destinazione Utrecht che si trova a poco meno di cinquanta chilometri di distanza. Questo pomeriggio alle 18 conferenza stampa di Mazzarri e di un giocatore. Poi l’allenamento sul campo riscaldato e quindi agibile per domani. L’allerta meteo, però, annuncia una fitta nevicata proprio per questa notte.

ilnapolista © riproduzione riservata