Due squadre al di sopra
di ogni sacchetto

Due città, due squadre si sfidano all’insegna dell’emergenza rifiuti. Napoli e Palermo, il Napoli e il Palermo. Un po’ di più la prima, entrambe sono state e sono alle prese con la drammatica gestione della monnezza, una parola che ha dato un calcio alle virgolette, entrando di prepotenza nell’uso comune e nel dizionario. Lutto al braccio, proposto dal Ilaria e Lisa sul Napolista, per manifestare la volontà di cambiare pagina. Per sempre. Le due squadre avrebbero potuto giocare con un pallone nero. Come per prendere a calci, ventidue persone alla volta, un sacchetto della spazzatura. Una bella partita che ci piace avere vinto al 95mo. Potrebbe essere un modo per dire: crediamoci, lottiamo, collaboriamo e vinceremo anche quest’ennesimo dramma della città. Ci ha pensato Maggio, meglio sarebbe stato se il gol fosse stato realizzato da un napoletano: Paolo Cannavaro. Oppure un autogol di Nocerino, Migliaccio. Un partenopeo che prende a calci in c…. spazzatura, monnezza, rifuti. Bella partita per il Napoli, il Palermo ha sofferto. Ma voglio concludere così: due squadre al di sopra di ogni sacchetto.
Giuseppe Pedersoli

ilnapolista © riproduzione riservata