La mia checklist prima
di Napoli-Liverpool

Io sono uno che le cose se le prepara in anticipo e questo e’ il mio cammino di avvicinamento a Napoli-Liverpool
1) Individuazione giorno e ora: Con google calendar si possono scaricare i calendari della serie A e di Europa League e visualizzarli sul proprio calendario personale. Fatto!
2) Ripulitura calendario da impegni pregressi e incombenti: 2a) Prendere il figlio dalla scuola calcio: l’allenamento finisce alle 18.45 circa. Arrivo a casa stimato per le 19.00-19.05 con 5 minuti max di overlap con la partita. Gestibile Fatto! 2b) rinviare meeting importantissimo fissato inopinatamente da collega americano dalle 6PM alle 8PM: “Sorry ma devo andare a prendere mio figlio a calcio (vedi punto 2a), cerca qualche altro slot anche alle 10 di sera mi va bene” Fatto!
3) Individuazione mezzo di visione: dopo l’esperienza streaming con SopCast, con audio in rumeno, visione nello studio anziché sulla poltrona, screensaver che parte ogni 10 minuti, rete che crolla al novantesettesimo si e’ deciso di optare per Mediaset Premium visto che ora e’ possibile comprare la singola partita 3a) Comprare scheda Mediaset su ebay. Fatto! 3b) Attivare Scheda sul sito. Fatto! 3c) Ricaricare scheda con il minimo importo possibile (e’ pur sempre una prova). Fatto!
4) Preparazione spirituale della famiglia: 4a) Avvisare moglie due/tre giorni prima: “Cara giovedi’ sera c’e’ la partita”. Da fare. 4b) Avvertire il figlio napolista due/tre giorni prima: “Se vuoi vederti la partita devi aver finito i compiti per le 7, senno’ ciccia!” Da fare
Rischi:
1) collega americano che non trova slot alternativo
2) Figlio che non finisce i compiti per le 7 Stato di avanzamento: 75% – On track
Eugenio Angelillo

ilnapolista © riproduzione riservata