Prestiti e comproprietà
‘sta casa aspetta a te

Navarro in porta, poi Contini, Vitale, Mannini, Zalayeta, Pià, Bucchi e De Zerbi. Passando per Calaiò, Dalla Bona e Datolo. E’ l’altro Napoli, quello che ritornerà alla base a fine campionato. Qualcuno è un retaggio della serie C, qualche altro un incauto acquisto. Sono tredici gli azzurri per i quali bisognerà trovare sistemazione a fine campionato. Navarro (prestito al River Plate, scadenza di contratto 2012) rientrerà dall’Argentina dove fa la riserva di Vega. Le possibilità che resti in azzurro sono minime. Vitale sarà solo di passaggio da Livorno (prestito, 2012). E’ giovane e ci sono formazioni che lo cercano. Bucchi (prestito, 2012) potrebbe rimanere al Cesena, così come Amodio (prestito, 2012) che si trova bene a Piacenza. Napoli e Siena si ritroveranno a fine campionato per Calaiò (comproprietà, 2012). Potrebbe rientrare anche in uno scambio per arrivare a Maccarone. De Zerbi (prestito, 2011) è molto stimato dal tecnico dei rumeni del Cluj Mandorlini. Potrebbe profilarsi l’ipotesi di un rinnovo del prestito.
Per Zalayeta (comproprietà con la Juve, 2011) il futuro è tutto da definire. Contini (prestito con diritto di riscatto del Real Saragozza a 2,5 milioni, 2012)  dovrebbe rimanere in Spagna se il Saragozza si salverà.  Datolo (2013) dopo un discreto inizio all’Olympiakos, con cui ha giocato anche gli ottavi di Champions League, è scivolato ai margini della squadra. Il riscatto è fissato in 6,5 milioni che i greci dovrebbero versare al Napoli. Non è escluso che resti in azzurro per l’Europa League. Di Blasi (prestito, 2012) e Mannini (comproprietà, 2012) ha parlato l’agente Davide Lippi. Blasi rientrerà  a Napoli: quest’anno a Palermo ha giocato poco ma ci sono tanti club che lo seguono. Per Mannini è ancora tutto in alto mare: Napoli e Sampdoria devono trovare un accordo. Sarà  difficile per la Sampdoria privarsi di un giocatore come lui dopo il buon campionato svolto. Alla base dovrebbe tornare anche Pià (prestito con diritto di riscatto, 2011) che a Torino non ha convinto. Per Dalla Bona (prestito, 2012) tutto è legato al futuro del Verona che è in lotta per salire in serie B.
Gianluca Agata

ilnapolista © riproduzione riservata