ilNapolista

20 milioni di euro a John, 6 ad Andrea: anche nel 2020 la cassaforte degli Agnelli non conosce crisi

Milano Finanza: la Giovanni Agnelli BV ha chiuso l’anno con utili in aumento, e ha distribuito i dividendi ai vari rami della dinastia Agnelli-Elkann-Nasi

20 milioni di euro a John, 6 ad Andrea: anche nel 2020 la cassaforte degli Agnelli non conosce crisi
Andrea Agnelli e il cugino John Elkann

Gli Agnelli hanno una cassaforte societaria di famiglia, con sede in Olanda. Si chiama Giovanni Agnelli Bv, e ha come azionisti esclusivi solo discendenti della dinastia Agnelli-Elkann-Nasi. Per statuto non possono entrarne a far parte altri. Come scrive Mf-Milano Finanza anche nel 2020 non conosce crisi: ha chiuso l’anno con utili in aumento, e patrimonio in diminuzione.

La società il 4 giugno ha depositato presso il registro delle aziende olandesi il rendiconto del 2020: detiene come asset unico il 52,99% di Exor Nv (la holding quotata che a sua volta detiene tra le altre, partecipazioni in Stellantis, Ferrari, Cnh e Juventus).

Di questi divendi, la maggior parte va alla Dicembre, la società che fa capo agli eredi dell’avvocato Giovanni Agnelli ed è controllata da John Elkann, anche numero uno di Exor: incassarà intorno ai 20 milioni di euro dalla Exor. Per gli eredi di Umberto Agnelli, invece, rappresentati dal presidente della Juve Andrea e dalla sorella Anna l’incasso si aggirerà intorno ai 6 milioni, con ulteriori 6 milioni per il ramo di Maria Sole (11,63%) e circa 4,5 milioni per il ramo di Giovanni Nasi (8,79%).

ilnapolista © riproduzione riservata