Gattuso: «I calciatori smanettino meno sugli smartphone e si allenino di più»

Scrive Repubblica: “Il Milan sta studiando come limitare i rischi della smania compulsiva dei suoi stipendiati”. Intanto la politica si tuffa sul caso

Gattuso: «I calciatori smanettino meno sugli smartphone e si allenino di più»
Gattuso (Carlo Hermann / Kontrolab)

Il caso Kessie-Bakayoko

Il caso Kessie-Bakayoko è diventato succulento anche per i politici di casa nostra. Lo fa notare Repubblica che giustamente dà spazio alla dichiarazione di Rino Gattuso:

Almeno nei grandi club i calciatori smanettino di meno sugli smartphone e si allenino di più.

“Adesso – scrive il quotidiano diretto da Carlo Verdelli – il Milan sta studiando come limitare i rischi della smania compulsiva dei suoi stipendiati”. 

La politica si è tuffata a pesce sulla polemica. Persino il sottosegretario allo sport Giancarlo Giorgetti: «Un gesto inqualificabile, indegno. Mi auguro che vengano presi i giusti provvedimenti». Daniele Capezzone, ex portavoce di Forza Italia, ha “addirittura giocato sulle origini africane di Kessié e Bakayoko”: «Informarli che nell’Occidente avanzato lo sport non è una faida tribale. Fuori dai campi fino a fine stagione!». 

ilnapolista © riproduzione riservata