Il medico: «Il tifoso del Liverpool era coperto di sangue, è stato picchiato con catene»

A Kiss Kiss Napoli il dottore che lo ha soccorso: «Era incredibilmente calmo, era pure il suo compleanno. Una decina gli aggressori»

Il medico: «Il tifoso del Liverpool era coperto di sangue, è stato picchiato con catene»
Gli scontri a Liverpool con i tifosi della Roma

Coperto di sangue

Era il giorno del suo compleanno. Ventisei anni. È il tifoso del Liverpool che nella notte è stato picchiato a Napoli, in via Rosaroll. Ne ha parlato a Kiss Kiss Napoli il medico Michele Porcini che lo ha soccorso al Loreto Mare.

È arrivato completamente coperto di sangue, accompagnato dal padre. Incredibilmente era sereno, sorrideva, cercava quasi di tranquillizzarci. Un ragazzone, non entrava nella barella. Era qui anche per festeggiare il suo compleanno. Hanno raccontato che erano in dieci, seduti all’esterno dell’albergo in via Cesare Rosaroll. Improvvisamente sono comparsi una decina di teppisti con 4-5 moto, li hanno aggrediti con catene. Ha rimediato varie contusioni e diversi punti di sutura alla testa. Mi ha sconvolto la sua calma.

Ventotto le persone identificate dalla polizia nella notte a Napoli. Tutti fermati al centro antico mentre erano a bordo di motorini. Sempre a Radio Kiss Kiss è intervenuto il vice questore vicario di Napoli Luigi Bonagura:

Stiamo acquisendo i filmati per dare un volto agli aggressori. Stiamo effettuando operazioni preventive per scoraggiare eventuali tentativi di emulazione. Si tratta di episodi isolati e non di gruppi organizzati.

ilnapolista © riproduzione riservata