La resistenza della Gazzetta che ancora prova a nascondere il caso Ronaldo-stupro

Prima pagina dedicata a Dybala e a una sua intervista. CR7 relegato in un richiamino, con un articolo all’interno che per la prima volta ricostruisce la vicenda

La resistenza della Gazzetta che ancora prova a nascondere il caso Ronaldo-stupro

Dybala sparato in prima pagina

L’accusa per stupro ai danni di Cristiano Ronaldo è definitivamente squadernata sui giornali italiani. Aperture di pagina del Corriere della Sera, di Repubblica, de La Stampa, copertina del Corriere dello Sport. Soltanto la Gazzetta continua a vivere in un mondo parallelo e dedica la prima pagina all’intervista a Dybala e relega Ronaldo in un sommarietto in prima pagina sempre con titoli vaghi.

La Gazzetta, onore al merito, continua a combattere strenuamente la propria battaglia. La prima pagina di oggi è un esempio di scuola di anti-giornalismo. Copertina dedicata a Dybala con un’intervista che definire inutile è un complimento. In un richiamino c’è la vicenda Cristiano Ronaldo, così declinata: “CR7 va in campo, ma è negli Usa la gara più dura: l’accusa di violenza”. Dopo giorni compare la parolina (manca sessuale) in prima pagina. A caratteri infinitesimali.

 

Le due partite di Ronaldo

Dentro, a pagina 5, un altri titolo: “Le due partite di Ronaldo: in campo a Udine e sotto pressione negli Usa”. Sommario. “CR7 per il presunto stupro (compare la parola stupro!, ndr) ha assunto Chesnoff che difese Tyson e Agassi: «Il mio assistito nega ogni accusa»”.

La Gazzetta per la prima volta ricostruisce la vicenda relativa al 13 giugno 2009 e a quel che successe in una suite di Las Vegas. Ricorda che il portoghese e Kathryn Mayorga avevano già firmato un accordo extragiudiziale col pagamento di 375mila dollari da parte di Cristiano. E sottolinea il grande lavoro di Der Spiegel su documenti riservati di Football Leaks.

La Gazzetta scrive:

In casa Juve c’è un filo di preoccupazione, ma prevale la vicinanza al campione: «La protezione è giusta in un momento delicato ¬ ha continuato Allegri -, ma lui ha talmente le spalle larghe che è concentrato sulla partita».

Racconta che “CR7 ha ingaggiato David Chesnoff il super avvocato delle star (Tyson, Agassi), che si è espresso con un comunicato: «Ronaldo respinge categoricamente ogni accusa. La Polizia indaga dal 2009 e non ha formulato accuse, abbiamo la fede più completa nel sistema giudiziario»”.

Cancellato l’evento Nike

La preoccupazione – prosegue la Gazzetta – è il danno di immagine.

Dal sito di EA Sports è scomparsa per qualche ora l’immagine di Cristiano (c’era solo la scritta FIFA 19 con sfondo azzurro) per poi riapparire. Giovedì il portoghese doveva partecipare a un evento della Nike al Vigorelli di Milano: cancellato giorni prima, nessuna motivazione ufficiale. Tra l’altro, come spesso capita, ieri alla Continassa c’era il braccio destro di Cristiano, Ricky Regufe, che è pure marketing manager Nike in Portogallo: è uscito poco dopo il presidente Andrea Agnelli. E in Borsa le azioni Juve, schizzate dall’arrivo di CR7, hanno perso il 9,92% (1,19 euro).

ilnapolista © riproduzione riservata