Il paradosso della Gazzetta: il Napoli del turn over criticato per il poco turn over

Secondo la rosea, il Napoli ha fatto degli “sprechi di mercato”. Eppure, Ancelotti ha schierato 10 formazioni diverse e tutti i giocatori della rosa hanno giocato una partita da titolare.

Il paradosso della Gazzetta: il Napoli del turn over criticato per il poco turn over

La rosea parla di sprechi

Pezzo online della Gazzetta sui risultati del calciomercato, come se la sessione dei trasferimenti fosse un campionato a parte rispetto a quello del campo. Al di là di questo tecnicismo, fa sorridere e riflettere l’approccio della rosea per cui il Napoli di Ancelotti sia criticato – o quantomeno stigmatizzato – perché fa poco turn over. O meglio: perché i calciatori acquistati al mercato hanno un minutaggio basso.

Si parla proprio di sprechi, Napoli e Milan sarebbero le squadre che hanno impiegato meno i nuovi acquisti. Questo, in versione integrale, è il capitoletto dedicato alla squadra di Ancelotti:

Fabián Ruiz ha totalizzato solo 110 minuti in Serie A in 2 partite (90’ con il Parma e 20’ con la Juve). Serve tempo per “entrare” nel centrocampo del Napoli, la pausa potrà aiutarlo. È stato pagato 30 milioni dal Betis Siviglia.

Simone Verdi ha giocato 182 minuti in Serie A in 4 partite (45’ con la Samp, 54’ con il Torino – ha trovato la via del gol, 14’ con il Parma siglando un assist e 69’ con il Sassuolo). Tanta concorrenza in avanti ma Simone ha le capacità per fare bene e “mettere in difficoltà” Ancelotti nelle scelte. È stato pagato 23 milioni più 2 di bonus dal Bologna.

Discorso diverso per Kévin Malcuit, dopo un inizio senza mai vedere il campo, nelle ultime giornate ha trovato finalmente il suo spazio. Ancelotti si aspetta grandi cose dal terzino francese. Per lui 209 minuti in 3 partite (90’ con il Parma, 29’ con la Juve e 90’ con il Sassuolo). È stato pagato 12 milioni dal Lille.

Per Alex Meret invece bisogna aprire proprio un capitolo a parte, l’infortunio al dito l’ha costretto ad assistere a questo inizio di campionato dalla tribuna. Zero minuti per lui. Il portiere è stato pagato 25 milioni dall’Udinese.

E la Champions?

In pratica, il problema della Gazzetta è che il Napoli ha speso dei soldi per calciatori sottoutilizzati in campionato. Ma manca completamente il riferimento della Champions, che cambia completamente la situazione di Fabian Ruiz: sommando il minutaggio di tutte le competizioni, si scopre come lo spagnolo sia stato in campo per altri 158′ tra Belgrado e la sfida del San Paolo contro il Liverpool. Aggiungendo queste due partite, il suo minutaggio supera quelli di Ounas, Verdi, Diawara. Insomma, siamo ben oltre il turn over scientifico.

Insomma, la Gazzetta torna a parlare di mercato in termini di assoluta banalizzazione, un modo per creare casi che non ci sono. A maggior ragione quando Ancelotti ha schierato 10 formazioni diverse con tutti i calciatori della rosa – al netto degli infortunati – in campo almeno una volta da titolari. Crediamo non ci sia bisogno di aggiungere altro.

ilnapolista © riproduzione riservata