Sampdoria-Napoli, la probabile formazione: suggestione Verdi-Diawara

La nostra idea sulla formazione di stasera, sui ballottaggi e sulle possibili scelte in vista del match in casa della Sampdoria.

Sampdoria-Napoli, la probabile formazione: suggestione Verdi-Diawara

L’ipotesi del Napolista

Sampdoria-Napoli potrebbe essere la prima gara della nuova era. Quella del turn over ragionato, possibile, del cocktail tra idee vecchie, idee nuovi e giocatori mai visti. Tipo Simone Verdi al posto di José Callejon, una specie di rivoluzione copernicana; tipo Amadou Diawara che supera Hamsik nel ruolo di centrocampista centrale, nonostante Ancelotti abbia sperimentato per tutta l’estate Marek nella nuova posizione. Queste sono le suggestioni dei media, cercheremo di analizzarle dal punto di vista tattico e concettuale.

Sampdoria-Napoli

Ospina – Karnezis

Uno scrupolo, 80-20 in favore del portiere colombiano. Non proprio reattivo al 100% nell’esordio contro il Milan, ma non parliamo di colpe macroscopiche. Ora Sampdoria-Napoli, e i media hanno scritto di una questione di personalità: Ospina avanti per caratura emotiva, per esperienza, forse anche per capacità di gestire la linea difensiva. E poi, la questione gerarchica: se Meret è e sarà l’uomo nuovo quando rientrerà, Ospina è l’uomo-sicurezza cui fare affidamento nei momenti difficili. Il dodicesimo, il secondo portiere. Del resto, è stato comprato per questo motivo, ed è giusto che venga utilizzato così.

Mario Lui – Luperto

Un ballottaggio “fisico” ma anche progettuale. Mario Rui è pienamente e perfettamente parte del Napoli, fin dall’anno scorso e lo è ancora oggi, nonostante la transizione Sarri-Ancelotti. Eppure, l’utilizzo e la presenza di Luperto impongono una riflessione in caso di problemi fisici per il portoghese. La botta contro il Milan è stata riassorbita, ma l’idea che Luperto possa giocare Sampdoria-Napoli esiste. Per preparare il futuro, per iniziare a progettarlo guardando anche dentro il Napoli, le risorse interne che arrivano dal settore giovanile. Carlo Ancelotti è uno attento a queste dinamiche. Vedremo fino a che punto, con la formazione di stasera.

Diawara – Hamsik

Amadou avanti, secondo i media che raccontano Castel Volturno. Questione di adattamento tattico alla Sampdoria, innanzitutto: il trequartista di Giampaolo che si muove tra le linee potrebbe suggerire un calciatore di grande impatto fisico e difensivo. E poi l’esplorazione di un Napoli diverso, con Diawara al posto di Hamsik. Una suggestione che esiste, che non era stata ancora pensata o attuata per le partite ufficiali. Ci sta, l’esperimento di Hamsik regista è una delle attrazioni del nuovo Napoli, è stato giusto portarlo avanti. Però è importante pensare anche ad ampliare le soluzioni, le situazioni da sfruttare da oggi fino a fine stagione, tra campionato e Champions. Diawara è un calciatore aderente al calcio di Ancelotti, almeno in potenza. Sampdoria-Napoli potrebbe essere la prima occasione per dimostrare che questa lettura corrisponde a verità.

Verdi – Callejon

Prima abbiamo scritto di rivoluzione copernicana, semplicemente perché Callejon non riposa mai. Oggi, potrebbe esserci una scelta diversa, tecnico-tattica: Callejon a riposo e Verdi in campo. Un cambio di uomo che corrisponde a un cambio di interpretazione, il Napoli creativo anche a destra e non solo esecutore da quella parte. Scelta tattica, ma anche di successione, progettuale come spiegato sopra. Verdi, del resto, è un investimento importante per il Napoli. Che potrebbe cominciare ad essere verificato in casa della Sampdoria. Vedremo se Ancelotti deciderà di ragionare in questo senso.

ilnapolista © riproduzione riservata