Il Comune consegna il San Nicola a Luigi De Laurentiis, il Bari si occuperà della manutenzione ordinaria

Le parole di De Laurentiis: «Cercheremo di rendere presentabile lo stadio». Il Tar, intanto, rigetta l’istanza dell’ex presidente Gaincaspro.

Il Comune consegna il San Nicola a Luigi De Laurentiis, il Bari si occuperà della manutenzione ordinaria

In conferenza stampa

Il San Nicola di Bari è stato simbolicamente consegnato alla famiglia De Laurentiis. Luigi, figlio di Aurelio e presidente della Ssc Bari, è intervenuto in conferenza stampa per presentare i termini dell’accordo con l’amministrazione Decaro: «Ringrazio il sindaco e il comune. Dovevamo organizzarci per l’esordio di domenica, per regalare alla città tutto ciò che serve per una partita. Insieme con il comune abbiamo lavorato a tutte le aree tecniche. Noi ci occuperemo della manutenzione ordinaria, stiamo facendo il possibile per rendere presentabile lo stadio a prescindere dalla categoria. Cercheremo di migliorare la struttura, anche gli uffici. Per il momento lavoreremo in location separate, ma poi ci installeremo qui allo stadio. È un processo che richiederà tempo».

Le parole del sindaco Decaro: «Consegno simbolicamente le chiavi alla nuova società. Come sapete, il comune non ha mai gestito il San Nicola, ma i nostri tecnici si sono presi cura dell’impianto anche grazie a uno sponsor. Stadio e antistadio saranno gestiti dalla società, i parcheggi restano per ora al comune. Attraverso la manutenzione ordinaria e straordinaria vedremo di gestire al meglio lo stadio». Nella foto in apertura, il sopralluogo di Decaro e De Laurentiis sul terreno di gioco.

Il Tar rigetta Giancaspro

Nel frattempo, il Tar Puglia ha rigettato l’istanza del Fc Bari di Giancaspro contro il Comune e la nuova Ssc Bari. Nel mirino dell’ex proprietario del club, proprio l’affidamento dello stadio San Nicola al club appena rifondato. Scrive il Corriere del Mezzogiorno: «Il presidente della prima sezione del Tribunale amministrativo, Angelo Scafuri, con un provvedimento di poche pagine a seguito di una breve udienza celebrata questa mattina, ha ritenuto che “non appare suscettibile di favorevole odierno apprezzamento cautelare ogni pregiudizio” concernente “lo svolgimento dell’incontro di calcio previsto per il 23 settembre”».

Il giudice ha quindi rigettato la prima istanza, che puntava a bloccare l’esordio casalingo dei biancorossi (domenica contro la Sancataldese). Tutto è rinviato al prossimo 3 ottobre, quando il ricorso sarà trattato in camera di consiglio. Quindi, domenica si giocherà regolarmente, e c’è grande entusiasmo in città per l’esordio casalingo: sono già 5mila le fidelity card vendute ai tifosi biancorossi.

ilnapolista © riproduzione riservata