Ancelotti: «Nel secondo tempo ho visto una squadra che lottava, nel primo tempo no»

Carlo Ancelotti intervistato da Sky al termine di Sampdoria-Napoli: «Abbiamo iniziato come contro Lazio e Milan, ma non siamo riusciti a ribaltarla».

Ancelotti: «Nel secondo tempo ho visto una squadra che lottava, nel primo tempo no»
Photo Carlo Hermann

L’intervista a Sky

Carlo Ancelotti intervistato da Sky al termine di Sampdoria-Napoli: «La spiegazione è abbastanza chiara: abbiamo iniziato in maniera identica rispetto alle altre due partite. Non siamo riusciti a ribaltarla, abbiamo regalato il primo tempo con il nostro atteggiamento. Soprattutto il primo gol è stato regalato, eravamo posizionati bene. Invece abbiamo perso il contrasto e siamo andati sotto. A quel punto sono venute fuori le nostre paure. Abbiamo cercato di far pressione alta fin dal primo minuto, è soprattutto un problema di atteggiamento. Se arrivi un attimo dopo, riescono a giocare la palla dentro e allora sei sbilanciato. Non è un problema di posizione, quanto di tempi».

I gol subiti: «Dobbiamo difendere meglio, essere più attenti e concentrati, soprattutto per la prima parte».

Ancelotti e il nervosismo del Napoli: «Nel finale ci sta, quello che non ci sta è l’atteggiamento del primo tempo».

L’assenza di Callejon e Hamsik ha tolto personalità al Napoli: «Non credo che il problema sia lì, quanto nell’atteggiamento. Avevamo preparato la partita per spingere sulle fasce, ma non ci siamo riusciti».

«Nel secondo tempo ho visto un Napoli che lottava, nel primo tempo no. Se avessi la bacchetta magica, vorrei che la squadra iniziasse la partita con intensità, sempre. Se metti intensità, esprimi meglio le qualità che hai. Se non lo fai, fai più fatica».

 

ilnapolista © riproduzione riservata