Sarri: «Siamo noi a dover dimostrare di non aver paura contro la Juventus»

In conferenza stampa: «Abbiamo giocato i primi venti minuti di grande livello. Ora vado a dormire, poi a Torino ci penso domani mattina»

Sarri: «Siamo noi a dover dimostrare di non aver paura contro la Juventus»

Conferenza stampa di Sarri al termine di Napoli-Udinese 4-2

Nove rimonte, 12 gol su calcio d’angolo

«Ho la sensazione che i primi venti minuti di stasera sono tra le nostre migliori espressioni di quest’anno, abbiamo giocato una partita di grandissimo livello, con due black-out in cui siamo diventati completamente passivi. Sul primo gol abbiamo fatto un pasticcio materiale. Ci siamo trovati sotto due volte in una partita in cui avevamo cominciato benissimo. In panchina in questo momento abbiamo più opzioni per ribaltare la partita. Soddisfazione per i 12 gol su angolo, perché non siamo una squadra fisica. Tonelli con me li ha sempre fatti, anche in Serie B. In un momento in cui la squadra dava la sensazione di segnare con meno facilità»

Più paura ora?

«Ora ho fame, vado a dormire quattro o cinque ore, dobbiamo dimostrare noi di non aver paura, loro lo hanno già dimostrato. Per filosofia non penso che faremo una partita timorosa. Vorremo andare lì e fare la nostra partita».

Rimonta nel ciclismo

«Se potessi scegliere, starei sempre davanti. Che le possibilità ci siano, certo. Partite impossibili non ne ho viste. Preferirei che i ragazzi per un giorno staccassero la spina».

Può pesare l’abitudine a giocare queste partite

«Speriamo di no, spero che i ragazzi siano grandi facce di… e giochino senza timore. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo con 5-6 giornate di anticipo, ora ci possiamo anche divertire».

Il 4-2-3-1

«Fin quando ho fame, non riesco a pensarci. Non vorrei he il Napoli avesse l’87% di possesso palla e poi perdesse»

ilnapolista © riproduzione riservata