Napoli-Genoa, venduti 18mila biglietti

Compresi gli abbonati, non si arriverà a trentamila spettatori. Un dato che conferma il trend stagionale: tirano di più gli incontri pomeridiani

Napoli-Genoa, venduti 18mila biglietti
Photo Matteo Ciambelli

Va meglio nelle pomeridiane

Sono 18mila i biglietti venduti per Napoli-Genoa di domani sera (alle 20.45). Cui vanno aggiunti i circa seimila abbonati e i tagliandi che saranno venduti alla vigilia. Il dato è basso ma non sorprendente. Nonostante i prezzi più o meno accessibili: curve a 14 euro e distinti a 28.

Quest’anno – soprattutto nelle partite serali – il San Paolo raramente si è riempito. In campionato è accaduto ovviamente con la Juventus (55.567 spettatori) e contro l’Inter (quasi 50mila). Per il resto, le gradinate sono state piene quasi sempre per partite del pomeriggio con prezzi accessibili: il Benevento (49.137 spettatori), il Sassuolo (53.609), la Sampdoria (48.434). Una delle partite più belle di questa stagione, Napoli-Lazio, ha avuto soltanto 33mila spettatori e la sfortunata sfida con la Roma non ha raggiunto i 40mila spettatori. E non ci soffermiamo sui flop di Champions (escluso il Manchester City) ed Europa League.

Domani sera, col Napoli dei record in piena lotta per lo scudetto, gli spettatori non saranno più di trentamila.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Alfonso De Vito 17 marzo 2018, 22:56

    io domani ci sarò, ma sapete che la sera se non puoi organizzarti con la macchina devi fartela a piedi!? La metro e la cumana chiudono per mancanza di fondi per gli straordinari (né la società si preoccupa più di far pressioni in tal senso) gli autobus non passano fino ai notturni – che è come sperare in un terno- e i taxi nemmeno, tranne quelli a sette posti e tassametro spento che prendono 10 euro a testa… E’ una roba sconcertante nel 2018!

  2. Più che mai ora biosgna stare vicini alla squadra……..spero in 40/450000000000000000000000
    Spettatori😂😂😂😂

  3. E certo 20 euro x napoli verona cn noi davanti hanno reso più appetibile quel biglietto rispetto ai 28 d domani col genoa e noi potenzialmente a -7. Se il preisdente avesse ridotto i prezzi invece d aumentarli magari qualcun’altro avrebbe sfidato freddo umido scomodità e un bel pacco d delusione…

  4. Ma come la città antisistema non difende la squadra del comandante Sarri in piena lotta per la supremazia calcistica in un paese straniero?

    • Stai a lutto per il pareggio della tua squadra?

      • Non sono juventino, ma mi rendo conto che per persone non sulla mia lunghezza d’onda possano scambiarmici.

        • Allora mi dispiace davvero. Trovo sempre molto astio nei tuoi commenti e talvolta mi pare davvero esagerato, come nel caso dei pochi spettatori, ad esempio. Io sono andato allo stadio contro la Roma, pagando 85 € il biglietto di tribuna; ero insieme a 2 amici stranieri venuti a posta per la partita: l’ingresso è in una zona poco illuminata, i nostri posti erano tali che in caso di pioggia ci saremmo bagnati fino alle mutande, i seggiolini sono scomodissimi, il campo di gioco è lontano 30 metri (se sei fortunato), non c’è un tabellone per i replay, i bagni sono comunque dei cessi e SOPRATTUTTO se questi due ragazzi fossero stati da soli non avrebbero avuto modo di tornare in albergo al centro storico! Ora prendi una famiglia media, papà/ figlio di 12-13 anni, papà/mamma/bambino di 8-9 anni: come fanno ad andare allo stadio di domenica sera sotto alla pioggia per poi tornare a casa ad un orario decente? Spendono 120 euro (tra biglietti, parcheggio abusivo e Tangenziale) per farsi una doccia e vedere la partita una chiavica? Ma grazie che se ne stanno a casa!

          • Ma lo stadio a Napoli non è uno spettacolo godibile per il contesto e lo sappiamo. Quindi chi ci va è consapevole delle difficoltà enormi che incontra. Sottolinearlo ogni volta è pleonastico. Tanto le cose a Napoli non cambiano, mai. Lo sappiamo no?

  5. Va anche detto che le famiglie con bambini, come nel mio caso, non ci vanno di sera per tutta una serie di ragioni, in particolare la domenica con la scuola il giorno dopo. Fortunatamente lo spettacolo Napoli è diventato anche uno spettacolo per famiglie, ne ho viste sempre di più ed è una cosa fantastica. Il serale secondo me questi abbonati li taglia fuori.

  6. Il Catenaccista 17 marzo 2018, 14:26

    ma il redattore ha provato a tornare a casa dopo una partita in notturna al s. paolo? -oddio, se è per questo anche ad arrivarci. arrivare/partire dallo stadio è un’impresa che richiede analisi e preparazione, pianificazione con largo anticipo, disponibilità a ore di attesa a p.le tecchio e anche qualche rischio (ho visto malori nella calca, per non parlare di possibili allarmi in quelle condizioni). chiaro che la maggior parte delle persone può farlo qualche volta all’anno, non di più. alla fine ci si accomoda davanti alla tv. in condizioni civili e con prezzi bassi io il s. paolo non lo perderei mai. e forse tanti altri.

  7. meglio così..lo stadio pieno ci porta sfiga!!

  8. E grazie al… sasiccio, la sera di Napoli-Lazio non sapevo come tornare a casa, ho dovuto fare 6 km a piedi.

    • Alfonso Di Maio 17 marzo 2018, 14:43

      Dopo tutte le partite serali non ci sono mezzi di trasporto, eccetto l’N1 che passa all’1.
      Ma questo può valere per 4.000/5.000 persone.
      Le altre 30.000?

  9. dove sono quelli che vogliono lo stadio da 60000 posti? I tifosi hanno già abbandonato la squadra…

    • Esiste un problema di parcheggi e di mezzi pubblici.

    • Lei non sa di cosa parla: i tifosi hanno applaudito il Napoli dopo il 2-4 contro la Roma! Il San Paolo è un impianto indegno ed è impossibile tornare a casa dopo la partita!

Comments are closed.