Giuffredi su Mario Rui: «Massacrato a Napoli, non è detto che resti»

L’intervista a RMC Sport: «Il futuro di Mario Rui è deciso fin dal primo novembre, ma non abbiamo accordi con altri club».

Giuffredi su Mario Rui: «Massacrato a Napoli, non è detto che resti»
Foto Ssc Napoli

L’intervista a RMC Sport

Mario Giuffredi torna improvvisamente alla carica. Il procuratore (tra gli altri) di Sepe, Hysaj e Mario Rui attacca l’ambiente di Napoli all’indomani di una delle migliori prestazioni del terzino portoghese. E anticipa sviluppi di mercato anche clamorosi in riferimento al suo assistito, ormai titolare e punto di forza nel sistema di Sarri.

Le sue parole: «Non credo che Cagliari-Napoli sia stata la migliore partita di Mario Rui, ha già giocato gare importanti negli ultimi mesi. Solo che in Sardegna la prestazione è stata coronata da un gol, e quindi c’è la percezione di una partita eccezionale. In realtà Mario Rui ha sempre avuto un grande piede, se gli danno la possibilità di battere le punizioni con la convinzione che lo caratterizza in questo momento, può essere un’arma in più».

La posizione di Mario Rui al momento del rientro di Ghoulam: «Io non vorrei mai più sentire la parola sostituto, mi dà fastidio. Anche perché Mario non è inferiore a nessuno. È il laterale titolare di una grande squadra e potrà essere titolare di altre grandi squadre. Non è detto che resterà a Napoli. Anzi, la decisione sul suo futuro è già stata presa il primo novembre. Sappiamo già cosa fare il prossimo anno. Ora bisogna concentrarsi sul campo».

Il futuro di Mario Rui: «Non abbiamo assolutamente accordi con un altro club. Però Mario Rui è stato massacrato nei suoi primi mesi al Napoli. Tante volte si è arrivati al limite dell’offesa. Poi quando sfortunatamente Ghoulam s’è infortunato, ha potuto dimostrare il suo valore. Adesso non parlo di mercato, ma se mi chiedete cosa faremo l’anno prossimo io vi dico che è già tutto deciso».

ilnapolista © riproduzione riservata