Milan, lo stato finanziario: possibile l’ingresso di un nuovo socio (arabo) nel club

Repubblica riporta indiscrezioni da Londra: il Milan sarebbe finito nel mirino di un gruppo arabo, possibile addirittura l’acquisizione dell’intero pacchetto azionario.

Milan, lo stato finanziario: possibile l’ingresso di un nuovo socio (arabo) nel club

L’articolo di Repubblica

Mentre prosegue con il suo andamento incerto in campo, il Milan continua a non risolvere i dubbi sulla solidità finanziaria della nuova proprietà cinese. Un articolo di Repubblica, oggi, fa il punto sulla situazione economica del club rossonero, che da questo punto di vista vivrà una settimana importante. Intanto, venerdì ci sarà la riunione della Uefa in merito alla richiesta di Voluntary Agreement. Difficile pensare ad una risposta immediata, possibile lo slittamento della sentenza a metà dicembre.

Ma ecco un altro punto abbastanza interessante. Il quotidiano romano scrive di un possibile nuovo socio per Yonghong Li. Anzi, addirittura di una possibile alternativa al nebuloso imprenditore cinese. Leggiamo: «Si fa insistente in queste ore, negli ambienti finanziari londinesi, la voce della proposta di un gruppo arabo di primo livello, interessato alla staffetta con i cinesi, il cui pesante debito da 303 milioni col fondo statunitense Elliott, da rifondere con interessi altissimi entro ottobre 2018, è un ostacolo per la programmazione futura».

Gli interessi dagli Usa

Possibile anche il coinvolgimento di un gruppo degli Stati Uniti: «Una multinazionale dell’edilizia e delle infrastrutture, con sede negli States, sarebbe infatti pronta a inserirsi nell’eventuale cambio di proprietà, col progetto del nuovo stadio, per il quale il Milan ha avviato una discussione soltanto preliminare col Comune». Insomma, tutto è ancora in divenire. Il Milan, sempre secondo Repubblica, potrebbe addirittura essere ceduto interamente a un nuovo investitore. Vedremo come andrà.

ilnapolista © riproduzione riservata