La Lega Serie A e i primati del Napoli di Sarri: gol, tiri e chilometri percorsi

La squadra di Sarri è prima in molte classifiche di rendimento: solo la Juventus fa meglio del Napoli in quanto a parate e conclusioni concesse,

La Lega Serie A e i primati del Napoli di Sarri: gol, tiri e chilometri percorsi

Statistiche assolute

Il Napoli di Sarri, lo sapete e lo sappiamo, ha delle cifre prestazionali assurde. La squadra azzurra, al di là dei punti in classifica, eccelle nelle statistiche, quelle offensive ma pure quelle difensive. Nei numeri che riguardano la fase di creazione e concretizzazione del gioco, nessuno fa meglio del Napoli: i 60 gol in campionato, media di 2,4 a partita, fanno il paio con il numero di conclusioni verso la porta (372 totali, 209 nello specchio e 163 fuori). Il Napoli è primo in entrambe le classifiche specifiche, tiri totali e nello specchio, seguito dalla Roma (359 e 182). Per il maggior numero di conclusioni fuori dallo specchio, invece, bisogna guardare all’Inter (177).

Gli altri primati azzurri segnalati anche dalla Lega di Serie A riguardano i km percorsi e le parate: nella prima graduatoria, Napoli primo assoluto con 109 km percorsi di media a partita. Nella seconda, gli azzurri (quindi Reina) vengono subito dopo la Juventus: 63 a 53. È la risultante consequenziale e diretta di un’altra classifica, prettamente difensiva: quella dei tiri subiti. Nonostante la difesa del Napoli sia soltanto la quinta del campionato, gli azzurri sono la seconda squadra per tiri concessi a partita: 9,8, solo la Juve fa meglio con 8,8. Quarta l’Atalanta, prossimo avversario di Sarri. In mezzo, l’Inter.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. La statistica dei tiri subiti conferma che i problemi difensivi nascono prevalentemente da errori individuali e di concentrazione sui quali si può certamente lavorare, ma che non dipendono da una presunta incapacità del tecnico a gestire la fase difensiva…per non dire della tendenza del Napoli a subire gol alla prima cappellata che potrebbe essere tranquillamente catalogata alla voce “sfiga”…

  2. Luigi Ricciardi 24 febbraio 2017, 14:38

    Statistiche interessanti, che fanno capire la strutturazione del gioco del Napoli che, in definitiva, porta la squadra a subire poco e creare molto: in teoria, tatticamente parlando, a un allenatore non si puo’ chiedere niente di piu’.
    Sui km percorsi, sarebbe interessante sapere quanti di questi sono percorsi a velocita’ “medie” e quanti in fase di corsa piu’ sostenuta, in quanto percorrere piu’ km non vuol dire assolutamente stancarsi di piu’ ,se la maggior parte e’ percorsa non a velocita’ eccessiva.
    Quando guardavo giocare la Spagna o il Barcellona (diciamo il tiki taka piu’ classico) avevo l’ impressione che i calciatori non si sforzassero molto, perche’ non scattavano quasi mai.
    Magari era solo una sensazione.

    • Raffaele Sannino 24 febbraio 2017, 18:59

      Basta andare sul sito della lega serie A e guardare il match report .Il kilometraggio totale è diviso in jog-run – sprint.

Comments are closed.