Chievo-Napoli, sfida degli anni Duemila: da Stellone a Gabbiadini

I precedenti dimenticati: una vittoria in Serie B,. la prima sconfitta nel massimo campionato e la rete numero uno di Gabbiadini nella sua avventura napoletana.

Chievo-Napoli, sfida degli anni Duemila: da Stellone a Gabbiadini

Non è che sia colpa di qualcuno, se non della storia. Nel senso: Chievo e Napoli non hanno un grande album dei precedenti da cui pescare, e basti pensare che il pimo incrocio tra le due squadre è datato 1998/99, campionato di Serie B. Prima, gialloblu e azzurri avevano ben poco da spartire: un club nato e cresciuto in Serie A contro l’espressione di un calcio di quartiere, più che di provincia. Il merito dei clivensi è quello di aver risalito tutta la piramide del calcio italiano. Dopo, sono diventati abbastanza fastidiosi. Per tutti, ma soprattutto per noi. Sotto, due vittorie azzurre al Bentegodi e la sconfitta del 2009, la prima della storia azzurra in casa della matricola veronese.

Chievo-Napoli 1-2, 12/3/2000

Un 90esimo minuto d’annata, Gianello in porta nel Chievo e una partita divertente, ricca di occasioni. Per il Napoli, la sblocca Stellone con una gran conclusione di destro dall’interno dell’area di rigore. Il raddoppio nella ripresa, lo segna Giorgio Lucenti dopo una gran progressione palla al piede. Per i gialloblu, il gol che dimezza lo svantaggio finale è opera di Franceschini, su calcio di punizione. A fine anno, Chievo salvo e Napoli in Serie A. Nessuno potrà immaginare che da lì a 12 mesi, primavera 2001, i ruoli e la storia si invertiranno: Delneri e i suoi mussi volanti in Serie A, Napoli costretto alla serie cadetta.

Chievo-Napoli 2-1, 18/1/2009

Nell’anno del ritorno in Serie A del Napoli, il Chievo era in cadetteria. Quindi, la 19esima giornata del massimo campionato 2008/2009 segna l’esordio assoluto per questa sfida nel torneo più importante. Gianello, questa volta, è titolare in azzurro. La partita è ricchissima di episodi arbitrali: due rigori per il Chievo, entrambi realizzati da Marcolini. In mezzo il pareggio di Lavezzi e due espulsioni, una per parte: Hamsik e Morero. Finisce 2-1, anche se nel finale Lavezzi stuzzica ancora, ma inutilmente, il risultato. A fine stagione, Chievo salvo e Napoli contestato.

Chievo-Napoli 1-2, 1/2/2015

Maran, ancora oggi sulla panchina clivense, contro Benitez. Lo spagnolo, nel suo primo campionato azzurro, è riuscito a vincere il tabù-Chievo al Bentegodi, ma nei due successivi incroci ha pareggiato e perso al San Paolo. Il ritorno nell’impianto veronese permette al Napoli di scrollarsi di dosso la narrazione della bestia nera. Ci pensa Gabbiadini, due volte: prima causa un autogol, poi segna in prima persona il suo primo gol in maglia azzurra. È arrivato da pochi giorni, acquistato dalla Sampdoria. In mezzo, un altro autogol per il momentaneo 1-1 dei padroni di casa. È un errore in tandem Rafael-Britos. Sembra passata una vita, sono solo due anni fa.

 

ilnapolista © riproduzione riservata