L’Inter cinese si piega alle condizioni degli ultrà: Icardi toglie quella pagina e resta capitano

Compromesso all’Italia per l’Inter del dragone. Icardi si scusa e viene multato. Ignorato il corpaccione dei tifosi.

L’Inter cinese si piega alle condizioni degli ultrà: Icardi toglie quella pagina e resta capitano

L’Inter cinese mostra di essere molto italiana: si piega alle condizioni poste dagli ultras della Curva Nord di ieri sera, ossia eliminazione della pagina sui fatti di Sassuolo-Inter, e Icardi resta capitano. Una soluzione all’italiana per l’Inter cinese (e un po’ indonesiana) che mostra di essersi ambientata rapidamente. Gli ultras possono esporre il loro scalpo. I tifosi “normali”, mossi soltanto da autentica passione, ovviamente non sono stati presi in considerazione.

Icardi firma un comunicato in cui dichiara che di aver scritto troppo d’istinto quella pagina, riferisce di toni inappropriati, si dispiace di aver offeso tanta gente. Si scusa e assicura che sarà ristampato senza quella pagina.

schermata-2016-10-17-alle-17-31-24

Si chiude così una quarantotto ore non semplice per l’Inter e che ha un solo vincitore: Fabio Capello. Fu lui, nel lontano 2009 a denunciare che in Italia comandano gli ultras. Si indignarono Petrucci (allora presidente del Coni), Abete (presidente di Lega), Galliani. Ma sapevano benissimo che don Fabio aveva ragione.

Sono stati proprio gli ultras della Curva Nord a proporre la soluzione politica: ristampa del libro senza quella pagina e fascia di capitano ancora sul braccio di Mauro Icardi.

Un’altra pagina grigia per il calcio italiano. Almeno l’Inter non ha fatto proprio come il Cagliari che ha obbedito agli ultras e ha tolto la fascia a Storari. Ha cercato il compromesso. E ha chiuso una pagina che altrimenti avrebbe avuto ricadute sul resto della stagione.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Napolista, paragonare questo che sta accadendo derubricandolo a semplice faccenda contro gli ultrà è pura e faziosa esagerazione. Quel signore di icardi ha detto che li aspettava sotto casa, faceva venire i criminali dalL’ argentina ecc ecc ecc….. poi il solito luogo comune della soluzione italiana trita e ritrita di cui sono stati contagiati anche i cinesi…. non vi condivido questa volta

  2. Beh in questo caso gli ultras sono stati diffamati, insultati e poi addirittura minacciati. Mi sembra un caso più unico che raro da non associare alla problematica dei rapporti ultras-società di calcio.

    • Concordo.
      Sono pienamente dalla parte dei tifosi in questo caso

      • confy1926 fnsempre 18 Ottobre 2016, 8:57

        Concordo che in questo caso gli ultras sono stati insultati e minacciati. Vorrei però sottolineare un aspetto, ma se fosse accaduto a Napoli un fatto del genere ma la stampa come avrebbe reagito? Titoloni in prima pagina, settimane di discussione ..camorra , mafia, genny a carogna ecc ecc e i soliti luoghi comuni. Succede a Milano , la questione si risolve in poche ore.

        • Non ne parliamo proprio.
          Ci sarebbero dei programmi speciali in TV dalla mattina alla sera.

Comments are closed.