È il giorno degli intrighi internazionali per Herrera e Vrsaljko. E spunta Candreva

È il giorno degli intrighi internazionali per Herrera e Vrsaljko. E spunta Candreva

È divertente immaginare De Laurentiis e Giuntoli vestiti con lo smoking, fondina sotto la giacca a favor di pistola e ricetrasmittente miniaturizzata nell’orecchio. Agenti segreti, spionaggio, situazioni compromettenti a livello internazionale. Eppure, è quello che raccontano i giornali scrivendo del mercato del Napoli. Veri e propri intrighi incrociati tra club e trattative, strategie e contratti da firmare il prima possibile per anticipare gli altri.

Il piatto forte è sicuramente quello di Hector Herrera, che ieri sera ha esordito col botto in Copa America: il Messico vince 3-1 e il nostro segna un gol nel primo tempo, di testa (in realtà è un autogol del difensore urugagio, ma non ditelo a nessuno) e un altro nel recupero, ancora di testa. Stavolta, inequivocabilmente suo. Solitamente, non è un bene che un calciatore faccia cose tanto egregie quando un altro vuole acquistarlo. È quello che, in pratica, scrivono i giornali. A iniziare dalla Gazzetta: «Hector Herrera ha detto si, ora De Laurentiis dovrà convincere il Porto ad accettare la propria offerta. Il presidente l’ha aumentata, portandola a 15 milioni di euro più eventuali bonus, 5 in meno rispetto a quanti ne chiede il club portoghese, che pure ha abbassato le pretese, avendo il centrocampista sottoscritto una clausola rescissoria di 25 milioni. La questione non dovrebbe andare per le lunghe: su Herrera ci sono alcuni club di Premier League».

“La questione non dovrebbe andare per le lunghe”. Non sono d’accordo gli autoctoni di Record, che sbattono in prima pagine l’interesse della Juventus per il centrocampista messicano. Non sono d’accordo nemmeno in Spagna, dove Superdeporte scrive che Herrera è il favorito numero uno nel caso in cui André Gomes lasciasse la Spagna, e che il Porto non tratterà durante la Copa America. Idem con patate secondo O Jogo, altro quotidiano portoghese. Insomma, il Napoli rischia di finire falciato. Solo all’estero e per l’estero, però.

L’altro grande intrigo è per il secondo protagonista di questa (pre)estate già caldissima di mercato: Sime Vrsaljko. Secondo il Corriere dello Sport, la trattativa sarebbe parallela: da una parte il Napoli che ha l’accordo con il Sassuolo (il famoso 15 milioni + Zapata), dall’altra l’Atletico Madrid che ha invece già convinto il calciatore. Eppure, come scrive il quotidiano romano, «nessuna offerta dalla Spagna pareggia quella di De Laurentiis. Situazione fluida». Completamente diverso lo scenario descritto dal Resto del Carlino, giornale emiliano, che dà per fatto l’accordo e utilizza la famosa frase “manca solo l’ufficialità”. A chi credere? Magari a Tuttosport, che nell’edizione odierna spiegherebbe con l’affaire Vrsaljko il possibile riscatto, da parte del Napoli, di Vasco Regini: «Il difensore, inizialmente, non avrebbe avuto possibilità di rimanere a Napoli. Poi, però, l’attenzione su Vrsaljko è cresciuta di giorno in giorno, così come quella del Sassuolo per Regini. Quindi, il Napoli valuta la possibilità di riscattare il giocatore dalla Sampdoria per poi cederlo nell’affare-Vrsaljko e abbassare le pretese degli emiliani». Ma come? E l’accordo tra le due società?

Napoli Sfide Europee. Il titolo del Corsport non lascia spazio all’immaginazione. Detto di Vrsaljko, gli altri obiettivi sparati in prima pagina sono due: Zielinski e De Sciglio. Anzi, no. C’è pure Candreva. Ricostruiamo, intanto, la situazione Zielinski, di cui si parla anche sulla Gazzetta: «Per il giovane polacco dell’Udinese, Giuntoli sembra aver messo sul piatto tre contropartite: Zuniga, Valdifiori e Maggio. Anche perché, nel frattempo, segue pure Widmer». Giuntoli è ubiquo, altro che James Bond. Per quanto riguarda De Sciglio, invece, solo rumors di circostanza: la telefonata del Napoli a Galliani sarebbe solo cautelativa nel caso in cui Vrsaljko virasse verso la Spagna, anche perché c’è la Juventus di mezzo.

E poi, last but not least, c’è Candreva. Il nome vecchio-nuovo dell’ultima ora. Leggiamo, sempre dal Corsport, di un interesse reale e verificato del Napoli che però troverebbe di fronte il muro di milion richiesti da Lotito: 25 in tutto, che il Napoli conta di abbassare con l’inserimento di contropartite tecniche, Gabbiadini e Valdifiori. Il vero intrigo internazionale è capire come faremo a clonare l’ex regista dell’Empoli, dato che è stato inserit praticamente in tutte le trattative portate avanti dagli agenti segreti Giuntoli e De Laurentiis. Proviamo a scoprire questo, così un Higuain lo vendiamo e un altro ce lo teniamo. Non si sa mai.

ilnapolista © riproduzione riservata