Calcioscommesse: Antonio Conte assolto per ‘non aver commesso il fatto’

Calcioscommesse: Antonio Conte assolto per ‘non aver commesso il fatto’

È arrivata sentenza del gup Pierpaolo Beluzzi su Antonio Conte, assolto per ‘non aver commesso il fatto’. Il commissario tecnico della nazionale è stato processato a Cremona, nell’ambito dell’inchiesta sul Calcioscommesse, attraverso il rito abbreviato. Per lui, il procuratore Roberto Di Martino aveva chiesto la condanna a 6 mesi di reclusione e a 8.000 euro di multa.

Insieme a Conte, assolto anche Angelo Alessio, allenatore in seconda in nazionale e anche ai tempi del Siena. Il tecnico salentino era stato coinvolto nell’inchiesta per la vicenda di AlbinoLeffe-Siena del maggio 2011, quando l’attuale c.t. della Nazionale era allenatore dei toscani. Conte si è sempre detto estraneo ai fatti, ma nella stagione 2012/2013 (Conte era allenatore della Juventus), la giustizia sportiva gli aveva inflitto 4 mesi di stop per omessa denuncia.

ilnapolista © riproduzione riservata