Il Napoli leader nella spending review al cda: meno 82%

Il Napoli leader nella spending review al cda: meno 82%

Un anno (e un bilancio) dopo tutto cambia e si ribalta. Se all’esercizio riferito alla stagione 2013/2014 il Napoli era la squadra in Serie A che pagava di più i componenti del consiglio d’amministrazione (5,5 milioni di euro), ora il primato è passato alla Juventus. Il board azzurro, leggendo il bilancio riferito all’ultima stagione, incassa adesso un totale di 1 milione e 25mila euro (variazione -82%). Il club bianconero comanda questa speciale classifica, riportata da calcioefinanza.it, con una spesa totale di 4 milioni e 79mila euro.

Ecco gli stipendi dei dirigenti bianconeri: Beppe Marotta, che ricopre le cariche di amministratore (25mila euro), amministratore delegato (1,2 milioni) e direttore generale area sport (502mila), più i relativi bonus (638mila di cui 100mila per la vittoria dello scudetto), incassa una cifra lorda pari a 2,3 milioni di euro. Al presidente Andrea Agnelli e all’altro ad Aldo Mazzia spettano, rispettivamente, 492mila euro (+1% sul bilancio precedente) e 648mila euro (+35% sul 2013/14).

Il Napoli, dal primo posto al 2014, è sceso al quarto posto. Ora, viene preceduto in graduatoria, oltre che dalla Juventus, dalla Roma (2milioni 865mila euro, con di cui 1,5 all’ad Italo Zanzi, più un altro milione a Walter Sabatini, che ha uno stipendio fisso senza incentivi sugli obiettivi) e dal Milan (2 milioni e 500mila euro, anche se le cifre sono ufficiose dato che la società rossonera non è quotata in borsa). L’ultima grande, l’Inter, si trova invece sotto il Napoli: il costo del suo board è abbastanza contenuto, e si attesta intorno ai 320mila euro.

ilnapolista © riproduzione riservata