Mercato, Britos, Almiron e l’affaire Cannavaro

Difesa e centrocampo. De Laurentiis sembra averlo capito e già cominciano a fioccare i primi nomi per rinforzare un Napoli che quest’anno dovrà puntare dritto dalla Champions League. In difesa Miguel Angel Britos: il mancino del Bologna piace molto a Mazzarri, e i contatti con il club emiliano e il suo entourage vanno ormai avanti da quasi un anno. Margini ampi, per definire la trattativa. Manca soltanto il placet definitivo del Napoli. Che in Argentina ha rivisto Fernandez, Galeano e Rojo. Nonché qualche altro astro nascente. Il Napoli continua a seguire Ogbonna: giovane, buon sinistro ed ha già esperienza nel campionato italiano. Il prezzo per Ruiz è salito alle stelle, ha superato i 12 milioni e poi c’è la concorrenza dell’Inter e del City. Anche Britos potrebbe arrivare in azzurro. A centrocampo, si riapre la pista-Almiron anche se il procuratore Vagheggi frena: “Per ora non c’è niente di concreto, perché Sergio vuole aiutare il Bari ad uscire dalla crisi profonda e farlo risalire la classifica. Almiron è un mediano che unisce qualità e quantità, proprio quello che cerca il Napoli”. Per quel che riguarda la questione Cannavaro, la Fiorentina e il Genoa restano in stand-by: se il capitano non rinnoverà, l’asta sarà aperta. Irritato con De Laurentiis il procuratore di Cannavaro Gaetano Fedele: “Il presidente ha fatto un miracolo, ma ora deve consolidarsi e chiarire che rapporto intende stabilire con i napoletani. L’unico appunto che posso fare a De Laurentiis è quello di vedere pochi napoletani, in campo e fuori, che militano nel club azzurro”.

ilnapolista © riproduzione riservata