Zarate e Floccari stendono il Napoli

La cavalcata del Napoli si ferma all’Olimpico contro la Lazio. Finisce 2-0 per i biancocelesti. Decidono Zarate e Floccari, ma è il rientro dell’argentino tra i laziali a impressionare. Nel primo tempo fa impazzire la difesa azzurra apparsa oggi  in crisi. Suo il gol dell’1-0 viziato da un tocco del braccio nell’aggiustarsi il pallone. Suo, nella ripresa, l’assist per Floccari che mette a segno il 2-0 definitivo. Suo poteva essere anche il terzo gol se la traversa (deviazione di testa di Cannavaro) non gli avesse detto di no. Lazio in controllo per tutto il match ad eccezione del finale di primo tempo con Lavezzi salito in cattedra ed autore di una grandissima conclusione stampatasi sull’incrocio dei pali. Napoli a sprazzi,  sottotono per quasi tutto il match. Affida tutto a Lavezzi e quando il Pocho si spegne si spegne anche la squadra. Bene Yebda e Vitale. Cavani in ombra, Pazienza in affanno, impalpabile Hamsik,  male Maggio a cui Mazzarri preferisce Zuniga. Nella ripresa spazio anche per Sosa il cui sinistro lambisce il palo. Per la prima volta in questo campionato il Napoli non è andato a segno.

LAZIO-NAPOLI 2-0 .
Lazio (4-2-3-1): Muslera, Lichtsteiner, Biava, Dias, Radu, Brocchi (39′ st Matuzalem), Ledesma, Zarate, Hernanes, Mauri  (29′ st Bresciano), Floccari  (41′ st Garrido). A disp:  Berni,  Diakitè, Foggia,  Rocchi). All.: Reja.
Napoli (3-4-2-1): De Sanctis, Grava (18′ st Sosa), Cannavaro, Campagnaro, Maggio  (10′ st Zuniga), Yebda, Pazienza, Vitale, Hamsik (33′ st Dumitru), Cavani, Lavezzi. A disp:  Iezzo, Cribari,  Santacroce,  Blasi. All.: Mazzarri.
Arbitro: Bergonzi di Genova.
Reti: nel pt 15′ Zarate; nel st 16′ Floccari. Angoli: 6-5 per la Lazio. Recupero: 3′ e 3′. Ammoniti: Dias, Grava, Campagnaro e Sosa tutti per gioco falloso. Spettatori: 25.000.

ilnapolista © riproduzione riservata