ilNapolista

L’Inghilterra si rimangia la riapertura degli stadi, “troppo pericoloso”

Il piano prevedeva il ritorno sugli spalti di 1000 tifosi a partita, come in Italia. Ma l’impennata di contagi ha bloccato tutto

L’Inghilterra si rimangia la riapertura degli stadi, “troppo pericoloso”

Mentre in Italia cavalchiamo la riapertura degli stadi a colpi di mille tifosi scelti dagli sponsor per figurare davanti alle telecamere, e in Germania il governo aveva già autorizzato il ritorno sugli spalti per il 20% della capienza, in Inghilterra fermano tutto: le tribune resteranno vuote. Troppo pericoloso.

Il progetto che prevedeva il ritorno graduale del pubblico a partire dal 1 ottobre è stato bloccato, ha annunciato il Ministro dell’ufficio di gabinetto Michael Gove.

Il motivo è semplice: in questi giorni c’è stata un’impennata esponenziale dei contagi, non solo in Gran Bretagna. Ed è parso logico al governo fermare un processo che quanto meno avrebbe dato un segnale sbagliato alla popolazione. Il progetto prevedeva la riapertura per un massimo di mille persone ad evento, proprio come in Italia.

ilnapolista © riproduzione riservata