Meret: «Sono portiere perché ero innamorato di Buffon»

Buffon disse di lui che vederlo lavorare lo emozionava: «Le sue parole sono un grande onore per me. L’Europa League è il nostro vero obiettivo»

Meret: «Sono portiere perché ero innamorato di Buffon»
Hermann / KontroLab

Il numero uno del Napoli Alex Meret è intervenuto ai microfoni di Rai Sport. La prima domanda ovviamente è stata sulle parole di Buffon riportate dal procuratore Martina: «Gigi mi disse che vedere lavorare Meret lo emozionava»

Il giovane friulano risponde così: «Le parole di Buffon sono un onore e una grande soddisfazione per me. E sono da stimolo per cercare di emularlo. Se ho cominciato a fare il portiere è perché ero innamorato di Buffon. Poi mi piace anche Handanovic».

«Donnarumma ho avuto modo di conoscerlo in diversi stage, lo stimo molto poi soltanto uno andrà in porta con la maglia dell’Italia. Abbiamo una grande tradizione di portieri, la nostra scuola è la migliore al mondo».

Infine il Napoli. «L’Europa League è il nostro vero obiettivo. Con l’Arsenal sarà una sfida affascinante, ci arriveremo al meglio».

ilnapolista © riproduzione riservata