Ancelotti: «Il pallone dell’Europa League è un disastro»

«Anche stasera abbiamo sbagliato troppi gol. Fabian deve crescere ancora. Insigne sta ritrovando continuità. Il campo era irregolare, il pallone ha strane traiettorie»

Ancelotti: «Il pallone dell’Europa League è un disastro»

Ancelotti: «L’Europa è sempre qualcosa di particolare, abbiamo fatto abbastanza bene, il risultato è buono».

«Insigne? Sta migliorando, cominciando a ritrovare la continuità del periodo settembre ottobre. Il gioco d’attacco l’abbiamo fatto discretamente, dobbiamo essere più concreti nella finalizzazione. Potevamo fare più gol. Il campo era terribile. La palla dell’Europa League è un disastro, non è che ci possiamo nascondere. Comincino a cambiare palloni. Troppo leggero, diverso. Traiettorie diverse. Poi ci si mette anche il campo che era irregolare. Per i piedi di Ambrosini il pallone andava bene».

«Quando gioca Hysaj, lo teniamo più dietro. Di Malcuit cerchiamo di sfruttare la sua esuberanza fisica».

«La posizione di Insigne e Zielinski è la chiave del nostro gioco. Che giochino tra le linee, consente a loro di avere libertà. È una posizione adatta alle loro caratteristiche»

«Fabian Ruiz deve crescere ancora, a volte si prende delle pause, a volte a fatica in fase difensiva, va messo a posto e organizzato nella squadra. È diverso da Hamsik, non ha la visione di Hamsik, ma ha penetrazione con la palla. Non cambia molto tra casa e trasferta, forse in casa siamo più sereni nella finalizzazione.

ilnapolista © riproduzione riservata