Ancelotti in conferenza: «Errori che potevamo evitare. Il campionato è ancora aperto. Dobbiamo fare il nostro»

La conferenza stampa dell’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti al termine del match pareggiato contro il Milan a San Siro

Ancelotti in conferenza: «Errori che potevamo evitare. Il campionato è ancora aperto. Dobbiamo fare il nostro»

 

Una catena di sinistra poco intensa?

«Anche sulla destra va fatto lo stesso discorso ed anche la catena centrale. Nel primo tempo è mancata intensità, che abbiamo poi trovato nella ripresa. Abbiamo avuto difficoltà su entrambe le fasce. Poco brillanti e un po’ lenti nel primo tempo, abbiamo “gigioneggiato»

Sul mancato saluto di Mario Rui?

«Sinceramente non ci ho fatto caso»

C’è stata poca precisione al tiro?

«Rientra nel discorso di prima, abbiamo fatto errori che potevamo evitare»

Sull’espulsione?

«L’ambiente è stato emozionante per me, bello. Non ho offeso nessuno, mi è scappata una imprecazione che non so se va considerata ancora una imprecazione. Ci manca pure che mi squalificano»

Preoccupato per la gara di martedì?

«No, non sono preoccupato. Dobbiamo solo mettere più intensità di quanto abbiamo fatto nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo avuto occasioni chiare, ma siamo stati troppo precisi»

Come mai ha giocato Ospina?

«Meret si è allenato solo ieri per un fastidio alla schiena, era pericoloso impiegarlo. Magari giocherà Alex martedì»

C’era l’espulsione di Fabian?

«Sinceramente mi è sembrata ingiusta»

Cambiano gli obiettivi così?

«Non c’è nessuna intenzione di cambiare gli obiettivi, il campionato è ancora aperto. Dobbiamo fare il nostro. Se la Juve sarà irraggiungibile dovrà vincerlo per merito loro e non per demerito nostro»

Attestato di stima per Fabian? 

«Attestato per tutti quelli che giocano, volevo una formazione offensiva anche se mi è dispiaciuto lasciare fuori Diawara. Volevo schierare tutti giocatori offensivi, Insigne può fare anche quel ruolo»

Più difficile rimontare a Napoli o pareggiare questa?

«Questa partita è stata in equilibrio, il Mlian ha avuto le sue opportunità e noi più controllo. E’ stato sicuramente più difficile rimontare quella dell’andata»

ilnapolista © riproduzione riservata