La Uefa pensa alla Champions a inviti (il Napoli ne è fuori)

Repubblica svela i piani per il triennio 2024-2027. I criteri d’accesso saranno commerciali e i campionati nazionali si giocheranno durante la settimana

La Uefa pensa alla Champions a inviti (il Napoli ne è fuori)

Si va verso il campionato europeo per club

La notizia non è nuova, è il tema politico del calcio europeo per club. Però la notizia ha fatto un passo avanti. Ne scrive Repubblica quotidiano molto attento a quel che si muove nella Uefa e che da mesi sta informando sugli scenari futuri e sulla possibile scomparsa di realtà che hanno fatto la storia del calcio italiano. Si andrà verso un campionato europeo per club e in questo luogo esclusivo si accederà a inviti. Nel tennis vengono definite wild-card. I criteri saranno fondamentalmente commerciali. Conteranno la forza economica dei club, gli stadi, i fatturati, la fan-base.
“In primavera – scrive Repubblica – l’Uefa inizierà a discutere la cessione dei diritti televisivi della più importante manifestazione europea per il triennio 2021/ 24, ma l’attenzione è già orientata ai tre anni successivi. Per il periodo 2024/27, l’Uefa ha in programma la prima, vera rivoluzione del format della Champions”.
Partite nel weekend, per tutto il torneo o almeno dagli ottavi o dai quarti, con slittamento del campionato in mezzo alla settimana. E l’ipotesi di distribuire wild card, ossia inviti, legati alla storia dei club, ma pure all’attrattività delle città. Un progetto sul modello del Sei Nazioni di rugby, che proprio grazie alle gare al weekend consentirebbe di incrementare l’indotto anche con pacchetti turistici.

Le tre in Italia sono Juventus, Inter e Milan

Da qui discendono i nuovi equilibri politici della Serie A, con due assi: da un lato Juventus-Inter-Milan le tre che entrerebbero di diritto nel club; dall’altro Napoli, Roma, Lazio e Fiorentina che dovrebbero giocarsi sul campo l’accesso alla Champions esclusiva.
Repubblica aggiunge che si tratta di «uno scenario che non tutti, però, condividono». In ogni caso se ne parlerà il 6 e 7 febbraio nel congresso Uefa a Roma. Una settimana prima il presidente della Figc Gravina sarà ospite di Ceferin (presidente Uefa) a Nyon: per fare il punto in vista dell’Europeo Under 21 di giugno in Italia e anche per parlare della candidatura italiana a ospitare Euro 2028.
ilnapolista © riproduzione riservata