Ancelotti ai giornalisti: «Mi prendevate in giro quando parlavo della profondità della rosa»

Allan a Napoli, Hamsik forse in panca. A San Siro verso la conferma di Fabian Ruiz e Diawara con Sacchi che anticipa il cambio ruolo per Zielinski

Ancelotti ai giornalisti: «Mi prendevate in giro quando parlavo della profondità della rosa»

Allan a Napoli, Hamsik in panchina

Con Ancelotti non si può mai dire. Troppe volte ha sorpreso tutti con formazioni che nessuno aveva avuto l’ardire di prevedere. Quindi bisogna procedere con il massimo della cautela. Per questa sera a San Siro, però, per la sfida al Milan di Gattuso, a centrocampo può esserci un solo dubbio. Perché rispetto alla partita contro la Lazio – vinta senza Hamsik, Insigne, Allan, Koulibaly – a centrocampo rientra Marek. Allan, come sappiamo, è rimasto a Napoli. A rimettere ordine nelle sue idee dopo aver accarezzato il sogno di trasferirsi a Parigi e di strappare un ingaggio da otto milioni di euro.

Contro la Lazio – la miglior partita del Napoli in campionato – il Napoli ha giocato con Diawara e Fabin Ruiz al centro, e Zielinski nel solito ruolo sul centrosinistra. Per poi accentrarsi quando è uscito Diawara. Oggi Arrigo Sacchi alla Gazzetta ha anticipato che Ancelotti sta pensando di cambiare ruolo al polacco. E il nuovo ruolo potrebbe essere solo quello di centrale; in mezzo al campo, in una mediana a due. Davanti alla difesa. Ancelotti davvero pensa di poter giocare senza il mediano, ha dimostrato di saperlo fare nella sua carriera. Ama un calcio liquido, sempre incline al cambiamento.

Un’altra chance per Amadou

Stasera, però, non è partita da esperimenti. Il dubbio può essere solo tra Diawara e Hamsik. Sarebbe un’opzione rischiosa. Marek potrebbe riposare un altro paio di giorni, magari stasera entrate a partita in corso e martedì sera – Coppa Italia, ancora contro il Milan – partire titolare. Questa sera potrebbe essere un’altra occasione importante per Diawara che contro la Lazio ha giocato la sua miglior partita stagionale. Non che fosse un compito arduo, viste le sue prestazioni fin qui ben al di sotto delle attese.

Ancora una volta Ancelotti ha confermato la propria idea del valore e della profondità della rosa. «Quando ve lo dicevo quest’estate, mi prendevate in giro». Ah la rosa corta, la più grande menzogna mai inventata da quando è stato inventato il gioco del calcio. Allan è un giocatore importante del Napoli, ma si può andare in campo – e vincere – anche senza di lui. Come dimostrato contro la Lazio. In avanti, rientra Insigne che non gioca in campionato da Inter-Napoli e non segna dal rigore segnato a Buffon in Napoli-Psg. Gli unici dubbi riguardano i due terzini: i ballottaggi tra Mario Rui e Ghoulam, e Hysaj e Malcuit. Il centravanti, ovviamente, sarà Milik.

ilnapolista © riproduzione riservata