Allegri: «Mancano educazione ed eleganza». Ce l’ha con De Laurentiis?

Lo studio di Sky tira in ballo una dichiarazione di ADL su Banti di cui, però, non abbiamo riscontro. Allegri risponde: «In Italiia non miglioreremo mai».

Allegri: «Mancano educazione ed eleganza». Ce l’ha con De Laurentiis?

L’intervista a Sky

Massimiliano Allegri intervistato da Sky al termine di Atalanta-Juventus: «Stasera non sono di buon umore, mi girano molto le scatole. La Juventus ha fatto un buon primo tempo, abbiamo subito gol nell’unica occasione concessa. Sapevamo che avremmo dovuto dare battaglia, poi siamo rimasti in dieci per la doppia ammonizione di Bentancur. Alla fine abbiamo avuto l’occasione per vincere dopo il pareggio, ma la rimonta di oggi è un buon risultato contro una grande squadra».

«Senza Pjanic avevo bisogno di costruire da dietro con Bonucci, ma anche Emre e Khedira hanno fatto un buon rientro. Dispiace per il risultato, tenevamo a vincere questa partita».

La prestazione di Banti: «Il secondo cartellino giallo? Io non parlo mai degli arbitri, Banti ha arbitrato bene. Dispiace perché succedono delle cose fuori dal campo, anche alcune dichiarazioni. Poi ci sono delle dichiarazioni pesanti da parte dei responsabili delle società verso gli arbitri. Magari noi dopo vinciamo, ma certi atteggiamenti non vanno tanto bene. Dobbiamo lavorare molto duro per vincere questo campionato, ma sono amareggiato, magari non ero abituato a giocare dopo Natale».

Dallo studio fanno riferimento alle parole di De Laurentiis, e alludono a una frase su Banti che in realtà non c’è mai stata, o di cui non abbiamo riscontro. Allegri risponde: «Non è carino, né elegante fare certi tipi di dichiarazioni. Se non siamo noi ad educare i tifosi, se parlassi io scoppierebbero dei casini. In Italia viene concesso tutto e di più. Sabato la partita contro la Roma perché è rimasta in equilibrio? Noi abbiamo vinto, ma tutto è passato come cose normali. Se vogliamo migliorare in Italia, ci vuole più eleganza. O ce l’hai, o non ce l’hai. Poi dopo quando ci sono gli incidenti, ci rimaniamo male se i bambini sono coinvolti negli scontri. Evidentemente non si vuole migliorare».

ilnapolista © riproduzione riservata